Il primo premio a “Funerali di Gaza” di Paul Hansen

ROMA – Il fotografo svedese Paul Hansen è il vincitore dell’edizione 2012 del concorso World Press Photo, il più importante premio internazionale dedicato al fotogiornalismo. Titolo della foto è “Funerali a Gaza” e in quello scatto c’è tutto lo strazio di un popolo che non trova pace, che ormai da decenni ha le strade insanguinate da una guerra assurda e crudele che spesso, come in questo caso, colpisce i più fragili, i bambini. Nella foto un uomo trasporta i corpi senza vita della piccola Suhaib Hijazi, due anni, e del fratello maggiore Muhammad, uccisi nella loro casa sotto i bombardamenti dei missili israeliani. La forza della foto, spiega Mayu Mohanna, membro della giuria originario del Perù, “sta nel modo in cui mostra il contrasto fra rabbia e dolore degli adulti da una parte e innocenza dei bambini dall’altra”.

Il Premio World Press Photo è uno dei più importanti riconoscimenti nell’ambito del Fotogiornalismo. Ogni anno, da 56 anni, una giuria indipendente, formata da esperti internazionali, è chiamata a esprimersi su migliaia di domande di partecipazione provenienti da tutto il mondo, inviate alla World Press Photo Foundation di Amsterdam da fotogiornalisti, agenzie, quotidiani e riviste. Quest’anno la giuria, presieduta da Aidan Sullivan, era composta da Monica Allende, Patrick Baz, Nicole Becker, Al Bello, Daniel Beltrà, Nina Berman, Pablo Corral Vega, Manoocher Deghati, W.H.Hunt, Koyo Kouoh, Dana Lixemberg, Andrei Polikanov, Sophie Stafford, Ami Vitale, e l’italiana Renata Ferri (blogger sul Post).

Sono stati assegnati premi in nove categorie a 54 fotografi di 32 nazionalità e anche quest’anno si conferma il successo internazionale degli italiani con un totale di sei fotografi vincitori: Fabio Buciarelli, Vittore Buzzi, Paolo Patrizi, Paolo Pellegrin, Fausto Podavini e Alessio Romenzi.

Le foto premiate che costituiscono la mostra sono pubblicate nel libro che l’accompagna. Si tratta quindi di un’occasione per vedere le immagini più belle e rappresentative che, per un anno intero, hanno accompagnato, documentato e illustrato gli avvenimenti del nostro tempo sui giornali di tutto il mondo.

Il premio per la Press Photo of the Year è di 10.000 euro, i premi di categoria sono di 1.500 euro per ciascuna foto o serie di foto.

Il vincitore dell’edizione 2012 è stato il fotografo spagnolo Samuel Aranda, per la sua foto scattata il 15 ottobre 2011 a Sanaa, in Yemen, a una donna che stringe e sostiene un uomo rimasto ferito durante gli scontri avvenuti durante una manifestazione contro il presidente Ali Abdullah Saleh.

GT