Palacio tiene l’Inter in corsa per la Champions

GENOVA – L’Inter è ancora viva. Nel recupero della 29ª giornata i nerazzurri non sbagliano e battono la Samp 2-0 al Ferraris, grazie a Palacio, autore di una doppietta. La squadra di Stramaccioni si è comportata da grande squadra, restando imbattuta con le grandi parate di Handanovic e colpendo quando era giusto colpire una Samp troppo imprecisa, soprattutto nella fase difensiva. Tre punti importanti per l’Inter che, ora, può sperare su un calendario favorevole. Per i doriani comunque una buona prova: la salvezza, alla fine, è comunque ampiamente alla portata.

L’Inter in avvio soffre il grande dinamismo dei doriani, che con il continuo pressing del baby trio Poli-Krsticic-Obiang e la rapidità offensiva di Sansone e Icardi, sembra sempre in grado di poter far male. I nerazzurri vivono di ripartenze, fondate sulle invenzioni discontinue di Cassano e sulla ricerca assidua della profondità di Palacio, che è sempre bravissimo nel trovare i movimenti giusti dietro la linea difensiva blucerchiata. Così, dopo un brivido per la Samp con Romero perfetto nel fermare l’argentino a tu per tu, le occasioni pericolose sono tutte dei padroni di casa. Handanovic è due volte miracoloso su Icardi, bravo di testa a girare su corner, e su Krsticic, deciso nello scaricare un sinistro dai 30 metri diretto all’incrocio. col passare dei minuti, il predominio territoriale sembra essere dei doriani.

Sembra, perché la qualità negli uomini d’attacco dei nerazzurri è superiore e così, proprio mentre il primo tempo sembra scorrere su un tutto sommato giusto 0-0, arriva il contropiede che cambia il match. Al 43’ Alvaro Pereira, fino a quel momento in difficoltà su De Silvestri, se ne va a sinistra e mette dentro un cioccolatino delizioso per Palacio, che di testa è bravo a girare, insaccando il suo 21° centro in stagione, l’11° in campionato.

Nella ripresa, dopo un brivido iniziale, con Handanovic ancora perfetto a salvare sul sinistro di Sansone, l’Inter riesce a gestire agevolmente il vantaggio, senza però affondare in contropiede. La Samp attacca, ma con poca precisione e troppa foga e nemmeno l’entrata di Maxi Lopez, serve a trovare il pareggio. Un paio di conclusioni da fuori di Obiang non entusiasmano e così l’1-0 nerazzurro sembra essere sigillato.

Il gol che chiude definitivamente la partita arriva al 93’, con uno splendido Palacio, autore di un contropiede solitario eccezionale. L’argentino salta due difensori e batte con freddezza Romero per la seconda volta: gol numero 22 in stagione, 12 in Serie A, e terza rete alla Samp in questo campionato. l’Inter puó gioire e continuare a sognare la Champions e il terzo posto.

Condividi: