Bencomo esonerato, al suo posto forse Saragò

CARACAS – Ceferino Bencomo non è più l’allenatore del Caracas. Prima la conferma come allenatore dei ‘rojos del Ávila’ subito dopo il ‘clásico’ contro il Deportivo Táchira, ieri invece è arriva la notizia sull’esonero. Notizia che non ha sorpreso, dato che già domenica nelle gradinate dell’Olimpico circolava la voce su un possibile divorzio tra società ed allenatore.

Il benservito a Bencomo é arrivato con un comunicato emesso dal club della ‘Cota 905’. A creare lo screzio tra società ed allenatore, sarebbe stato un disaccordo nello stabilire il tipo di preparazione per la stagione 2013-2014.

L’ex giocatore ed allenatore si é battuto sotto le insegne dei ‘rojos del Ávila’ durante 26 anni. Bencomo è arrivato sulla panchina della prima squadra durante il Clausura 2010, quando disputó la finale contro il Deportivo Táchira vincendo 1-0 la gara d’andata ed espugnando Pueblo Nuevo quel famoso 30 maggio con netto 4-1.

Durante la sua permanenza sulla panchina del Caracas, il club è riuscito ad esportare calciatori del calibro diAlexander González, Josef Martínez, Gabriel Cichero edil prestito di Aristeguieta al Nantes.

Bencomo durante questo periodo ha vinto una ‘Estrella’ (l’ultima vinta dal Caracas) e si è qualificato in quattro occasioni alla Coppa Libertadores. In Primera División ha disputato 68 gare lasciando un bilancio di 38 vittorie, 18 pareggi e 10 sconfitte con 98 reti segnate e 58 subite. In Coppa Libertadores ha diretto dalla panchina 17 partite con 5 successi, 2 pari e 10 ko segnando 28 reti e subendone 34. Mentre in Coppa Venezuela lo score è il seguente: 7 trionfi, 3 pareggi e 4 rovesci.

Adesso la società capitolina si guarda intorno e cerca di stabilire le strategie per il prossimo Torneo Apertura.

Sicuramente al centro del progetto c’è l’allenatore. Nel toto-allenatore, uno dei papabili è l’italo-venezuelano Eduardo Saragò. L’ex mister del Deportivo Lara è uno dei più gettonati, nella passata stagione è stato il condottiero della corazzata vincente del Deportivo Lara. Per il tecnico di origini calabresi, sarebbe una sorta di ritorno, infatti ha giocato con la squadra capitolina prima di diventare allenatore delle giovanili della squadra de la ‘Cota 905’. In passato, ha anche allenato l’Under 20 del Centro Italiano Venezolano di Caracas, lo Zamora ed il Deportivo Italia (poi diventato Deportivo Petare). Tutte le squadre allenate da Saragò sono rinate e diventate vincenti, tanto da guadagnarsi il soprannome di Re Mida del calcio creolo. I tifosi dei ‘rojos del Ávila’ iniziano a sognare in grande.

Oltre a Saragò si parla di John Giraldo (allenatore della primavera del Caracas e dei Tucanes nel 2010), lo storico Manuel Plascencia (vincitore di tre campionati con i ‘rojos’ negli anni ’90), Polín Páez Pumar (ex assistente di Plascencia nel Petare), “Chuy” Vera (attualmente alla guida dell’Estudiantes de Mérida e vincitore del Clausura 2011 con il Zamora) e Leo Gonzalez (assistente tecnino nel Trujillanos).

Nei prossimi giorni il Caracas convocherà una conferenza stampa per far conoscere il nome del nuovo allenatore, la cui missione sará quella di far vincere ai ‘rojos del Ávila’ un nuovo campionato.

FDS

Condividi: