Centrale di Fukushima, resta l’allerta ma migliora la situazione all’esterno

Pubblicato il 13 giugno 2013 da redazione

CENTRALE DI FUKUSHIMA. – La cosa che più risalta al J-Village, la ex Coverciano della Nazionale di calcio giapponese, è l’assenza dell’ingente materiale anti-radiazioni o di emergenza che ha trasformato la base operativa della crisi nucleare di Fukushima in luogo ‘quasi’ normale, all’apparenza. Il contatore geiger ‘personale’ misura una radioattività di 0,2 microsievert/ora (pari al dato fornito dalla Tepco, gestore del disastrato impianto), a fronte degli 1,1 microsievert/ora del 28 febbraio 2012, giorno della prima visita dell’Ansa (e prima di una testata italiana) nel luogo che ha tenuto a lungo il mondo col fiato sospeso. Per avere un raffronto, il Giappone ha un fondo ambientale naturale di 0,02-0,06 microsievert/ora, mentre in altri, vedi l’Italia, si arriva a valori di 0,1-0,3. La contaminazione a 20 km da Fukushima Dai-ichi è scesa, tra lavori di ripulitura e dispersione, a due anni dal sisma/tsunami dell’11 marzo 2011, causa della peggiore catastrofe dopo Cernobyl. Per questa ragione, nell’ex ristorante Alpine Rose, ora sala dei briefing, non c’è più bisogno di indossare maschera protettiva a totale copertura e tuta bianca Tyvek per raggiungere la centrale: basta una mascherina chirurgica, guanti di cotone (più un paio in lattice), una maglia a maniche lunghe e copriscarpe in plastica. Il percorso dell’autobus taglia le città di Naraha e Tomioka che progressivamente sono uscite dalla no-entry zone e dove i lavori di decontaminazione procedono a giudicare dai campi pieni di grandi sacche di materiale rimosso: la radioattività, misurata dall’autobus, è un terzo minore di un anno fa. Anche nella centrale ci sono progressi, pur se il livello di guardia resta alto: la rimozione dei detriti e la realizzazione di nuove costruzioni ha in media abbassato la radioattività, fino a dimezzarla in alcuni punti, come presso le pompe di iniezione tra i reattori 5 e 1 (dai passati 89 agli attuali 49 microsievert/ora).
La protezione completa è necessaria per circolare nel sito, a maggior ragione per avvicinarsi ai reattori danneggiati. Nel quartier generale, l’edificio con le maggiori misure antisismiche, si completa la ‘vestizione’, con tuta, maschera, tre paia di guanti (uno di cotone e due di lattice), doppie calze, scarpe di plastica e la novità delle tre placche di ghiaccio secco a raffreddare il corpo. All’altezza delle turbine dell’unità n.3, il contatore geiger impazzisce. E’ l’hot spot più pericoloso della centrale: 1.240 microsievert/ora (due ore di esposizione equivalgono alla dose naturale assorbita in un anno). In tutta l’area intorno ai reattori 1-3, piene di macerie, i valori sono altissimi, tanto da richiedere, in particolare nelle unità 2 e 3, l’uso di robot per ‘esplorare’ l’interno degli edifici. Il tempo di vedere dal tetto di un edificio nuovo di zecca la ‘gabbia’ costruita sul reattore n.4 per l’estrazione delle barre di combustibile esausto (i lavori inizieranno a novembre), la nuova spianata dei serbatoi e di avere un incontro con Takeshi Takahashi, il capo di Fukushima Dai-Ichi. Ammette che la strada per il decommissionamento ‘’è lunga’’, visti gli almeno 40 anni necessari, con l’incognita di una tecnologia ancora da ‘testare’ per estrarre il combustibile semifuso dai reattori 1, 2 e 3. Insomma, un lavoro senza fine.
Al ritorno, nuovo controllo sulle dosi assorbite dal corpo: il dosimetro fornito dalla Tepco segna 34 microsievert, quello personale 23: un quinto circa della radioattività catturata su un volo aereo Roma-Tokyo.

Ultima ora

20:28Bolivia: Morales candidato per quarto mandato tra proteste

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Il presidente della Bolivia Evo Morales è stato proclamato candidato per il quarto mandato consecutivo alle elezioni del 2019 dalla base del partito di governo Movimento per il socialismo (Mas) in un grande evento tenutosi a Cochabamba, di fronte a migliaia di sostenitori. Lo riportano media locali. Morales è stato scelto dalle organizzazioni e movimenti che fanno parte del partito. "Missione compiuta, siamo abilitati per le elezioni", ha esclamato Morales all'evento pubblico. Il supporto da parte della sua base popolare arriva due settimane dopo che Morales stesso si è candidato, dopo aver ricevuto l'autorizzazione da parte della Corte costituzionale del Paese per presentarsi alle elezioni. La decisione è stata duramente criticata dagli oppositori, che proprio per esprimere il loro rifiuto alla ricandidatura sono scesi in piazza a migliaia nelle principali città della Bolivia.

20:24Gerusalemme: Abu Mazen, vogliono negare nostra storia

(ANSAmed) - TEL AVIV, 18 DIC - "Dichiarazioni recenti puntano a negare la nostra storia, ma questa è la nostra terra e i palestinesi continueranno a lottare in modo pacifico". Lo ha detto il presidente palestinese Abu Mazen incontrando oggi a Ramallah i capi delle Chiese cristiane per gli auguri di Natale. "Il mondo e la legge internazionale riconoscono Gerusalemme est capitale dello stato di Palestina e noi - ha aggiunto, citato dalla Wafa - resteremo uniti nel difendere Gerusalemme, le terre dei cristiani e le dotazioni islamiche". Abu Mazen ha poi sottolineato lo "stretto e costante coordinamento con il regno hashemita di Giordania per quanto riguarda i luoghi santi islamici e cristiani di Gerusalemme, specialmente la Spianata delle Moschee e il Santo Sepolcro". In Consiglio di sicurezza Onu si discute questa sera una Risoluzione contro la decisione di Trump su Gerusalemme.

20:22Arabia Saudita: re Salman riceve direttore CIA a Riad

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Il re dell'Arabia Saudita, Salman bin Abdulaziz Al Saud, ha ricevuto oggi a Riad il direttore della CIA, Mike Pompeo. La notizia viene riportata da Al Arabiya. All'incontro, avvenuto nel palazzo Al Yamamah, hanno partecipato, aggiunge la stessa fonte, anche il ministro degli Esteri saudita, Adel Al Jubeir, il capo dell'Intelligence saudita, Khaled bin Ali Al Humaidan, e altri esponenti delle autorità locali.

20:19Usa: treno deragliato, almeno tre morti

(ANSA) - WASHINGTON, 18 DIC - Sono almeno tre le persone rimaste uccise nel deragliamento di un treno nello Stato di Washington negli Usa finito su una strada interstatale, coinvolgendo anche automobilisti. Lo riferisce il Seattle Times. La Cnn inoltre, citando fonti ospedaliere, riferisce che 77 persone sono state trasportate in ospedale. Diversi passeggeri sono rimasti intrappolati fra le lamiere del treno.

20:18Siria: Assad, dichiarazioni Macron ‘non hanno alcun valore’

(ANSAmed) – BEIRUT, 18 DIC – Per il presidente Bashar al Assad "non hanno alcun valore" le dichiarazioni fatte ieri dal presidente francese Emmanuel Macron, che lo ha accusato di essere "il nemico del popolo siriano", auspicando che venga processato "per i suoi crimini". "Fin dall’inizio (del conflitto civile siriano) la Francia è stata all’avanguardia nel sostenere il terrorismo in Siria", ha affermato Assad, citato dall’agenzia governativa Sana. "Coloro che sostengono il terrorismo - ha insistito il rais - non hanno diritto di parlare di pace, e tantomeno di interferire negli affari siriani. Tutte le loro dichiarazioni non significano nulla per noi e non hanno alcun valore". Macron aveva auspicato e che nelle trattative di pace dopo la sconfitta dell’Isis, che prevede avvenga entro febbraio, ci siano "rappresentanti di tutte le opposizioni", compresi quelli che hanno lasciato la Siria "a causa di Assad, e non dell’Isis".

20:18Sampdoria: Ferrero, col Napoli derby del cinema

(ANSA) - GENOVA, 18 DIC - "E' il derby del cinema". Massimo Ferrero definisce così la sfida di sabato prossimo che vedrà la sua Sampdoria far visita al Napoli di Aurelio De Laurentis. "Da uno a dieci mi piacerebbe batterlo dodici - ha scherzato Ferrero oggi a Palazzo Ducale a margine della presentazione di un libro sulla storia della Sampdoria -. Se vinciamo noi lui farà un grande incasso col cinepanettone, se noi non vinciamo io auguro a De Laurentis un lungo cammino". Il numero uno blucerchiato non si sbilancia troppo quando si tratta di fare un pronostico. "Amo i napoletani e la napoletanità, sono l'Italia che lavora. Dico solo che ci piacerebbe molto vincere a Napoli ma non ci dimentichiamo che siamo la Sampdoria e noi quando arriviamo tra le prime dieci siamo felici". La Samp vive un momento difficile con appena un punto nelle ultime quattro gare ma Ferrero non è preoccupato. "Un calo fisiologico ci può stare - ha proseguito -, l'importante adesso è riprendere in mano le redini del cavallo e cavalcare la via maestra".

20:16Basket: Hertz e Virtus Roma insieme anche i stagione 2017-18

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Hertz e Virtus Roma ancora per la stagione 2017/2018 saranno insieme nella rinnovata co-sponsorship che vedrà Hertz fornire le automobili ufficiali alla squadra. Si tratta di una flotta di cinque automobili di diversi marchi: Opel, Volkswagen e Fiat, ciascuna con tremila chilometri di noleggio mensili. Siamo orgogliosi di affiancare la Virtus Roma - spiega Massimiliano Archiapatti, Amministratore Delegato di Hertz italiana -. Da sempre, infatti, Hertz supporta le eccellenze dello sport e la pallacanestro è certamente una delle attività agonistiche più sentite, sia a livello nazionale che internazionale. Per noi è molto importante essere al fianco di realtà come la Virtus a cui ci sentiamo accomunati da valori fondamentali come il gioco di squadra. Saremo quindi partner della Virtus mettendo a loro disposizione quello che sappiamo fare meglio: un servizio che permetterà alla squadra di potersi muovere col massimo comfort a bordo delle nostre autovetture.

Archivio Ultima ora