Gli azzurri oggi in campo contro i samurai di Zac

Pubblicato il 18 giugno 2013 da redazione

RECIFE – Addio Rio. Forse arrivederci. L’Italia sbarca nel nord-est del Brasile, nella capitale dello stato di Pernambuco e cerca di dare un senso compiuto alla prima vittoria di Confederations contro il Messico.

A Recife oggi c’é il Giappone di Zaccheroni, è necessario evitare passi falsi per non rimandare allo scontro diretto col Brasile il discorso qualificazione, e complicare così la strada verso la finale di Rio. Nell’Arena che porta il nome della regione ma che per Recife rischia di essere, come dicono qui, un altro ‘elefante bianco’, ovvero un impianto troppo dispendioso e troppo grande per il dopo, gli azzurri affrontano la nazionale rivelazione allenata da una vecchia conoscenza del calcio italiano.

Italia-Giappone è un match per il quale in città c’é attesa, perché gli azzurri sono popolari anche da queste parti, ma la torcida si augura che non si ripetano i disagi che a molti hanno impedito di arrivare in tempo per il calcio d’inizio di Spagna-Uruguay, a causa del pessimo funzionamento dei trasporti pubblici.

La squadra di Prandelli non avrà questo tipo di problemi, piuttosto il ct riflette se sia il caso di fare il turnover. Una vittoria contro i ‘Blue Samurai’ vorrebbe dire qualificazione garantita, il problema è vedere con quali uomini ottenerla, quindi se mandare in campo la squadra titolare e poi far rifiatare qualcuno sabato contro il Brasile, oppure se non sia il caso di fare subito qualche avvicendamento. C’é ad esempio la netta impressione che Maggio possa prendere il posto di Abate sulla fascia destra, e che qualcosa possa cambiare nel settore avanzato, dove Marchisio potrebbe essere avvicendato da qualcuno con maggiori propensioni offensive.

Negli ultimi allenamenti è apparso molto tonico Giovinco, ma visto che dovrebbe essere confermato Giaccherini, che a Prandelli è piaciuto molto contro il Messico, la mossa di inserire la ‘formica atomica’ accanto a un altro peso piuma potrebbe non essere quella giusta. Ecco allora che il tecnico ha dedicato particolare attenzione ad Aquilani, indiziato per una maglia da titolare. In attacco Balotelli ci sarà, nonostante il rischio squalifica in caso di nuova ammonizione, perché in questo momento il tecnico non vuole privarsene. Starà a Mario comportarsi a dovere, visto che non vuole perdersi il match di Salvador contro il Brasile. Di fronte ci sarà un Giappone messo non bene dopo la botta presa al ‘Garrincha’ di Brasilia, un 3-0 frutto anche della stanchezza accumulata durante i viaggi per gli impegni nelle qualificazioni mondiali asiatiche e poi per arrivare in Brasile. In più Zaccheroni ha un elemento fondamentale come il laziale mancato Honda non al meglio della forma. Il ‘nuovo Nakata’, anche come campione di marketing, è tornato dopo un noioso infortunio, e non ha ancora i 90 minuti nelle gambe. Promette comunque di dare tutto, mentre l’assistente di “Zac”, Giampaolo Colautti, dice che “uno come lui nella serie A italiana ci starebbe benissimo”.

Problemi analoghi a quelli di Honda li hanno anche Kagawa e Uchida, mentre l’interista Nagatomo continua a giocare pur avendo un menisco rotto. E’ una squadra particolare questa nazionale giapponese, frutto di un sistema calcistico che si fonda per prima cosa sullo sport universitario, un po’ come negli Usa. Così chi arriva alla J-League, o va all’estero, proviene dal mondo delle squadre universitarie, con tanto di permesso che va chiesto dai club ai genitori degli studenti-calciatori prima della firma di contratti professionistici.

Si spiega così che tra i 23 convocati di Zaccheroni ce ne sia soltanto uno, il n.16 Kurihara, non laureato. Gli altri, compreso il figlio di olandesi Havenaar, sono tutti dottori, e in questi hanno già stravinto la sfida con l’Italia.

Tra loro spicca il portiere Eiji Kawashima, laureato in lingue: ne parla cinque, tra cui l’italiano, imparato ai tempi degli stage a Parma assieme al rivale di stasera Gigi Buffon.

Zaccheroni non ne mette in dubbio la presenza a Recife, nonostante qualche errore contro il Brasile. Kawashima è anche il calciatore che durante una partita del campionato belga (giocava nel Lierse) fece fermare una partita dall’arbitro perché non sopportava più i cori “Kawashima, Fukushima” cantati dai tifosi dell’Anversa dietro la sua porta. Kawashima alla fine raggiunse gli spogliatoi tra le lacrime. Ma ora tra i dottori di Zac e gli azzurri di Prandelli è un’altra storia.

Ultima ora

16:46Omicidio a Bari: decisiva anche testimonianza pentito

(ANSA) - BARI, 21 FEB - Sono i fratelli Domenico e Gaetano Remini, di 30 e di 19 anni, Maurizio e Donato Sardella, padre e figlio di 47 e 21 anni, e Cristian Cucumazzo, di 23, i presunti responsabili, a vario titolo, dell'omicidio di Luigi Luisi, ferito gravemente il 31 ottobre scorso al quartiere Libertà di Bari e morto 14 giorni dopo in ospedale. All'origine dell'omicidio ci sarebbe stata un'animata discussione tra Luigi Luisi e Domenico Remini riguardo al presunto coinvolgimento di quest'ultimo nell'agguato del 30 aprile in cui perse la vita il figlio di "Gino", Antonio Luisi; omicidio, quest'ultimo, che non ha ancora un colpevole. Alcune testimonianze raccolte dalla polizia la sera dell'agguato, nella serata di Halloween, indagini tecniche e le dichiarazioni di un collaboratore di giustizia hanno poi chiarito il movente dell'omicidio e fatto ritenere la vicinanza delle persone arrestate al sodalizio criminale capeggiato da Domenico Remini e vicino al clan Strisciuglio.

16:36Appalti: Guardia Finanza all’Asl To1, acquisiti documenti

(ANSA) - TORINO, 21 FEB - La Guardia di Finanza si è presentata questa mattina negli uffici dell'Asl To1, in via San Secondo. Secondo quanto appreso, le Fiamme gialle avrebbero acquisito documenti relativi al dipartimento di salute mentale per gli anni 2008-2009, anni in cui la direzione dell'azienda era affidata a Ferruccio Massa. Gli accertamenti, sempre secondo quanto appreso, riguarderebbero alcuni appalti di psichiatria.

16:34Minacce a presidente Corte d’Assise Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 21 FEB - Un biglietto di minacce è stato recapitato nei mesi scorsi ad Alfonso Barbarano, che presiede la terza sezione della Corte di Assise di Napoli. E' quanto rivelato oggi dalla Tgr Campania della Rai in un servizio dove si precisa che il messaggio minatorio risale al 21 dicembre scorso. Barbarano presiede il collegio davanti al quale attualmente è in corso il processo per l'omicidio della piccola Fortuna Loffredo, avvenuto al Parco Verde di Caivano nel 2014. Barbarano denunciò l'episodio ai carabinieri e attualmente il caso è al vaglio della Procura di Roma che ha la competenza a indagare in quanto è parte offesa un magistrato del distretto di Napoli. Le minacce, sempre secondo quanto sottolinea la Tgr Campania, sono state indirizzate a un familiare del giudice e recapitate il giorno del compleanno di Barbarano.(ANSA).

16:34Pd: nessun ripensamento bersaniani, fuori da partito

(ANSA) - ROMA, 21 FEB - Pier Luigi Bersani, Roberto Speranza e i parlamentari della loro area non cambiano idea: non parteciperanno alla direzione di oggi e al congresso del Pd, di cui non condividono le modalità. Di fatto, a quanto si apprende, sono così fuori dal partito e dissentono dalla scelta di Michele Emiliano di sfidare Renzi alle primarie. È una scelta personale, sottolineano.

16:31Usa: attacchi e minacce a centri ebraici, cimitero profanato

(ANSA) - WASHINGTON, 21 FEB - Una decina di centri ebraici negli Stati Uniti hanno ricevuto minacce ed allerte bomba che hanno costretto ad evacuazioni. Lo fanno sapere i responsabili degli stessi centri, mentre le autorità del Missouri stanno indagando su una possibile profanazione di un cimitero ebraico nei pressi di St. Louis. Episodi cui sembra riferito il messaggio postato su Facebook da Ivanka Trump, in cui la figlia del presidente sottolinea che "l'America e' costruita su tolleranza e rispetto di tutte le fedi".

16:28Criminalità: sgomberati e confiscati 4 immobili a Genova

(ANSA) - GENOVA, 21 FEB - Quattro immobili in uso alla famiglia Canfarotta sono stati sgomberati e confiscati da polizia e carabinieri dopo una condanna definitiva per alcuni appartenenti della famiglia per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. I locali si trovano in vico Macelli di Soziglia, nel centro storico, in via Padre Umile, a Cornigliano, e in via Canzio, a Sampierdarena. La decisione degli sgomberi è stata presa dal comitato provinciale per l'Ordine e la sicurezza pubblica della prefettura in collaborazione con il comune di Genova. Ai Canfarotta dal 2009 sono stati confiscati 115 appartamenti, di cui 96 nel centro storico di Genova. Nelle scorse settimane il Comune aveva annunciato che avrebbe preso in carico i primi 11 beni confiscati per trasformarli in case famiglia, sedi associative e b&b. Per il Cantiere della Legalità si tratta della più "grande confisca di beni immobili alla criminalità organizzata per numero di beni in tutta Italia".(ANSA).

16:13Tiro: Double Trap escluso da Olimpiadi

(ANSA) - ROMA, 21 FEB - Il Double Trap, una delle tre specialita' olimpiche del tiro a volo, da Tokyo 2020 non fara' piu' parte del programma dei Giochi. Lo ha deciso il comitato esecutivo della Federazione Internazionale degli Sport di Tiro (Issf) che a Nuova Delhi ha approvato il documento prodotto dal comitato 'Ad Hoc' che ha sancito l'uscita dal programma dei Giochi del Double Trap Individuale (in cui l'Italia a Rio e' stata argento con Marco Innocenti) e, contestualmente, stabilito l'ingresso del Mixed Team di Fossa Olimpica. In questa nuova disciplina l'Italia potra' presentare una coppia di assoluta eccellenza come quella formata da Giovanni Pellielo e Jessica Rossi. Coppie miste anche nel tiro a segno, e anche qui, nella carabina, l'Italia puo' sognare l'oro con Niccolo' Campriani in gara assieme alla fidanzata Petra Zublasing. L'unico voto contrario dell'Esecutivo è stato quello di Luciano Rossi, presidente della Fitav e vicepresidente della Issf, da sempre schierato a difesa del Double Trap.

Archivio Ultima ora