Cerdex celebra 60 años de evolución y crecimiento

Pubblicato il 20 giugno 2013 da redazione

En el marco de la conmemoración de sus 60 años y con el objetivo de modernizar la marca y reforzar los altos estándares de calidad, CERDEX se renueva por todo lo alto, con cambios que sin duda alguna se traducen en beneficios para la marca, el canal, el mercado y en especial para el consumidor final.

“Celebramos este nuevo aniversario con la renovación del logo, el refrescamiento de los empaques, el posicionamiento de la mascota DEX y muchos más cambios. Todo esto con la intención de estandarizar y segmentar nuestros productos, además de destacar sus altos estándares de calidad y beneficios. Hacemos énfasis en la utilidad de cada uno de ellos, para que el consumidor conozca sus cualidades y diferencias. También resaltamos nuestra presencia en el anaquel y en los puntos de venta”, afirmó Giselle Erize, gerente general de mercadeo de Corimon.

La campaña de re-lanzamiento está enfocada en mostrar de una manera muy creativa que para obtener el mejor resultado se deben utilizar herramientas de calidad. Si el consumidor desea acabados de expertos, CERDEX es el profesional.

Ventajas competitivas

Para la elaboración de los utensilios, la compañía utiliza tecnología de vanguardia, que junto a mano de obra de primera, asegura que sus productos se conviertan en la mejor opción en herramientas de pinturas y decoración para los clientes, garantizándoles un acabado excepcional a sus trabajos.

Con el refrescamiento de la marca, CERDEX resalta las ventajas competitivas de sus productos. El uso de cerdas naturales en sus brochas es uno de los más significativos, ya que a diferencia de las sintéticas, no dejan marcas ni residuos en las paredes.

Entre la gama de opciones se encuentran seis tipos de brochas: cinco de plástico y una de madera. Cada una de ellas con una función específica que se destaca en el nuevo empaque del producto. Además la marca es la única en el mercado que cuenta con rodillos de termofusión,  propiedad que impide que este se  desplace a la hora de pintar.

“Hoy en día, CERDEX cuenta con gran reconocimiento en el mercado local y tiene un portafolio de 270 productos que se comercializan en más de 250 puntos de venta exclusivos del sistema de franquicias Tiendas Montana y Pintatodo en todo el territorio nacional. La marca genera alrededor de 83 fuentes de empleo y posee una cartera de 700 clientes directos y 1.200 indirectos”, concluyó la gerente general.

 Nuevo logo

El logo de CERDEX también se renovó y muestra un look más fresco, moderno  y limpio, que resalta el nombre de la marca y presenta al castorcito que siempre la ha acompañado como DEX, quien se incorpora oficialmente a las mascotas corporativas de la marca.

Acerca de Corimon, C.A.

Fundada en 1949, Corimon, C. A. es una de las empresas venezolanas de mayor tradición dentro del sector manufacturero. Junto a sus empresas filiales: Cerdex, Montana Gráfica, Corimon Pinturas, Tiendas Montana y Resimon, contribuye al desarrollo y fortalecimiento del sector industrial del país.

Ultima ora

01:25Calcio: Sousa chiede scusa, ‘sono io maggior responsabile’

(ANSA) - FIRENZE, 23 FEB - "Chiedo scusa a nome di tutto il grippo alla città e ai tifosi, noi lavoriamo non per dare tristezza ma gioia, Adesso siamo tutti tristi. Come dividere le responsabilità? Io sono il leader di questo gruppo quindi sono il maggior responsabile. Questa è una delle giornate più difficili da quando alleno. Esonero? Quando fai questo mestiere devi accettare ogni decisione della società". In conferenza stampa dopo il crollo contro il Borussia, l'allenatore della Fiorentina Paulo Sousa ribadisce la propria delusione e cerca di attenuare la rabbia dei tifosi, oltre che le colpe dei giocatori: "il responsabile sono io", ripete.

01:21Calcio: Corvino, esonero Sousa non è nei piani Fiorentina

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - "Sousa rischia? A quest'ora, è quasi mezzanotte, non credo che sia nella mente nostra una considerazione del genere". Lo dice il d.g. della Fiorentina Pantaleo Corvino. E la contestazione del dopo Borussia? "I tifosi e i nostri ragazzi sono amareggiati perché non si aspettavano di uscire da questa coppa con gol tutti da calcio da fermo - risponde Corvino -. La contestazione? Capisco la loro amarezza, sono amareggiati come noi, ma la squadra ce la stava mettendo tutta. È impensabile che dopo un primo tempo come quello di oggi poi esci dalla competizione. Il finale di stagione? I nostri tifosi hanno ottenuto tanto da questo gruppo, questa contestazione è figlia della delusione".

01:18Basket: Eurolega, EA7 Milano-Barcellona 78-83

(ANSA) - ASSAGO (MILANO), 23 FEB - Non bastano le endorfine rilasciate quattro giorni fa con la vittoria della Coppa Italia, il sistema nervoso dell'EA7 Milano va ancora una volta in corto circuito in Eurolega: due settimane fa ad Istanbul aveva gettato al vento la bellezza di 19 punti di vantaggio e con esso le residue possibilità di qualificarsi, questa sera contro il Barcellona ne dilapida 15 prima di inchinarsi 83-78. Roba da studiare sui libri di psichiatria. Una fragilità emotiva che non riesce a spiegarsi nemmeno coach Repesa: "Dovevamo chiuderla ed invece siamo andati giù con un black out molto pesante". Milano sul 45-30 al 17' è in pieno controllo contro una squadra senza motivazioni e ridotta all'osso dagli infortuni: ma l'Olimpia spegne cuore e cervello, subendo un clamoroso parziale di 39-10 che lascia attonito anche Giorgio Armani in parterre. A fare la differenza l'impatto di Tomic sulla gara: domina il solito drammatico Raduljica e fa il vuoto sotto canestro (19 punti e 9 rimbalzi). Un copione già visto.

00:30Calcio: Europa League, Fiorentina eliminata

(ANSA) - FIRENZE, 23 FEB - Incredibile eliminazione della Fiorentina dall'Europa League: i viola si fanno battere 4-2 in casa dal Borussia Moenchengladbach che ribalta lo 0-1 della partita d'andata e accede cosi agli ottavi di finale. I tedeschi colpiscono un palo con Vestergaard al 7' ma al 15' la Fiorentina passa in vantaggio: Bernardeschi recupera palla a metà campo e poi serve Kalinic che batte il portiere Sommer. Il 2-0 arriva al 28' grazie ad un errore di Vestergaard che liscia il pallone nel tentativo di rinviare, facilitando l'intervento di Borja Valero che batte Sommer senza difficoltà. Al 43' inizia la rimonta del Borussia che accorcia le distanze con un rigore di Stindl. Nel primo quarto d'ora della ripresa la Fiorentina sbanda e i tedeschi bussano altre tre volte, due con Stindl - alla fine tripletta per lui - e una con Christensen. Al 67' Ilicic, appena entrato, coglie la traversa su calcio di punizione. Ma e' l'ultimo sussulto, la Fiorentina è fuori.

00:15Brexit: premier evoca referendum unificazione Irlanda

(ANSA) - BRUXELLES, 23 FEB - Il premier irlandese Enda Kenny ha evocato oggi da Bruxelles, seppure in forma ipotetica, un possibile referendum per l'unificazione dell'Irlanda e per l'adesione alla Repubblica di Dublino dell'Irlanda del Nord ora sotto sovranità britannica. Kenny, che ha citato l'esempio del Muro di Berlino, ha ricordato come l'accordo di pace del Venerdì Santo "garantisca questa opportunità" a patto che la maggioranza della popolazione dell'Ulster lo chieda e che l'accordo resta valido - per l'Ue e per il mondo - anche dopo la Brexit. Nel caso di "una situazione come quella emersa quando il muro di Berlino fu buttato giù e la Germania Est fu in grado di unirsi alla Germania Ovest", l'epilogo potrebbe essere "senza distinzioni" anche in Irlanda, ha insistito Kenny, parlando al fianco del presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, e dicendosi convinto che "l'accordo del Venerdì Santo debba essere incorporato" in un futuro "accordo sulla Brexit" fra Bruxelles e Londra a titolo di garanzia.

23:37Calcio: Spalletti, Pallotta? Ci sta che vada via +

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - "Le parole di Pallotta sui problemi legati alla realizzazione dello stadio a Tor di Valle? E' uno che viene a investire da un altro paese, a migliorarlo, a creare presupposti di crescita. Secondo me c'è anche da aspettarsi che prenda e che vada via. Poi ci si accorgerà dopo di quello che abbiamo perso". Così il tecnico della Roma, Luciano Spalletti, al termine della sfida di Europa League persa dai giallorossi col Villarreal.

23:32Calcio: Leicester, Ranieri? Scelta dolorosa

(ANSA) - ROMA, 23 FEB - Nell'annunciare l'esonero di Claudio Ranieri, il Leicester ricorda l'impresa compiuta nella passata stagione con il trionfo in Premier League sottolineando che di quel successo il tecnico romano è stato il grande protagonista. "Tuttavia - fa sapere il club - i risultati nell'attuale campionato mettono a rischio la squadra e il club a malincuore ritiene che un cambio della guida, seppure doloroso, è necessario per il bene del club". "E' stata la decisione più difficile che abbiamo dovuto prendere - le parole del vicepresidente Aiyawatt Srivaddhanaprabha -. Ma noi abbiamo il dovere di mettere davanti a tutto gli interessi a lungo termine della società, i sentimenti vanno messi da parte. Saremo sempre grati a lui per quello che ci ha fatto raggiungere". "Mi dispiace, in questo sport si vede che non c'è nemmeno un po' di riconoscenza", ha commentato il tecnico della Roma Luciano Spalletti dopo aver saputo dell'allontanamento di Ranieri.

Archivio Ultima ora