Figo con tanta voglia di divertirsi insieme ad i suoi amici

CARACAS – Luis Figo è arrivato ieri in Venezuela, per disputare un’amichevole con il suo team di All Star contro il Deportivo Anzoátegui (campione del Torneo Apertura 2012).

L’ex giocatore portoghese viene nella terra di Bolívar dopo aver disputato un’amichevole insieme con il Real Madrid in Messico, match durante il quale sono scesi in campo vecchie glorie della squadra merengue.

Il calciatore, che nella sua carriera con la nazionale durante 15 anni, dal 1991 sino al settembre del 2006, ha collezionato 127 presenze e 32 gol, diventando così il calciatore portoghese che ha vestito più volte la maglia della nazionale.

Ieri, durante la sua permanenza a Caracas, ne ha approfittato per impartire una lezione di calcio a dei bambini nei campetti del ‘Club Portugués di Caracas’.

“E’ la mia prima visita ufficiale in Venezuela. Sono molto felice ed ho un immenso piacere di poter essere nel vostro paese. Spero che sia la prima di tante visite”, ha commentato l’ex neroazzurro durante la conferenza stampa.

La ‘Fondazione Luis Figo’ dal 2003 sostiene il miglioramento delle condizioni di vita di bambini ed adoloscenti svantaggiati, aiutandoli a sviluppare le loro potenzialità attraverso lo sport.

“Per noi è importante ricavare fondi in favore della fondazione per poter portare avanti i progetti di quest’anno e destinare anche dei soldi per un’altra instituzione” dichiara Figo.

In questa occasione i beneficiati saranno bambini venezuelani, mentre in passato questa instituzione ha aiutato anche organizzazioni come l’Unicef, Fundación Laureus e la Casa Mcdonalds.

L’All Star team di Figo schiererà contro il Danz giocatori del calibro di: Fernando Couto, Michel Salgado, Gaizka Mendieta, Pedro Mendes, Iván Helguera, ‘Kily’ González, Marcel Desailly, Petit, Santiago Solari, Serginho, Faustino Asprilla, Víctor Baia, Djalminha, Emerson Costa, Anderson Polga, Ricardo Sa Pinto, ed altri. In rappresentanza del Venezuela ci saranno Salomón Rondón e Nicolas “Miku” Fedor.

“Spero che l’evento sia di gradimento per il pubblico locale, sempre tenendo presente che molti di noi habbiamo appeso gli scarpini al chiodo da alcuni anni”.

Figo ha approfittato della conferenza stampa per parlare del calcio venezuelano e della nazionale nelle qualificazioni per il Mondiale Brasile 2014. “La qualificazione sarebbe una consacrazione per il calcio locale. Non capisco perché non ci sono più giocatori venezuelani in Europa, però sicuramente con il passare degli anni arriveranno altri nel calcio europeo”.

Il fischio d’inizio della gara del José Antonio Anzoátegui di Puerto La Cruz sarà alle 17:00 di domani.

FDS