La Spagna contro i media, c’è un nuovo scandalo a luci rosse

ROMA – Se non ha paura dell’Italia, forse la Spagna dovrebbe averla, scaramanticamente, dell’arbitro della semifinale di Confederations, in programma domani: Howard Webb.

L’inglese non è una figura amica: la sua direzione nella finale del Mondiale 2010 contro l’Olanda fu molto contestata e, inoltre, era lui a fischiare nell’ultima partita persa dalle Furie rosse, un match contro la Svizzera nella prima fase del torneo sudafricano.

La tranquillità del ritiro della ‘Roja’ a Fortaleza è però scossa da ben altre vicende, le polemiche sullo smentitissimo ‘sex-affaire’ tra giocatori e alcune ragazze a Recife, una storia pubblicata in Brasile che ha fatto il giro del mondo.
Sergio Ramos, da buon difensore, è intervenuto in tackle sulla vicenda del presunto scandalo ‘Sex, lies and videotapes’, come ha titolato il sito brasiliano Globo esporte.

Secondo l’articolo, il furto subito in albergo da alcuni Nazionali durante il ritiro a Recife, sarebbe stato il ‘frutto proibito’ di una serata di strip-poker, bevute e sesso che avrebbe coinvolto sei giocatori e alcune escort.

“La Fifa dovrebbe intervenire per denunciare l’autore di queste calunnie – ha detto Ramos – che si fa pubblicità alle spalle di una generazione di giocatori che si è dimostrata la più forte degli ultimi anni”.

La Federcalcio spagnola aveva già denunciato con una dura nota ufficiale le “calunnie diffuse per colpire il buon nome della Nazionale, l’onore e la rispettabilità dei suoi giocatori”.

Secondo l’organismo, l’attacco mediatico non nasconde una strategia dei brasiliani per mettere sotto pressione la Spagna e anche Ramos la pensa allo stesso modo.

“Comunque – sottolinea – ci vuole altro per destabilizzarci”. Smentite a parte, c’é una storia a luci rosse che riguarda la Spagna anche durante il soggiorno a Fortaleza. Secondo quanto scrive il giornale ‘Diario do Nordeste’, alcuni giocatori della Nazionale campione del mondo avrebbero tentato di introdurre ragazze, sette in tutto, nell’albergo sul lungomare a Fortaleza, dove si trovano in questi giorni. Sarebbe successo all’alba di lunedì, dopo la serata libera che il ct Del Bosque aveva concesso alla squadra, in seguito alla vittoria sulla Nigeria.

Questi calciatori (tranne Casillas e Piqué) sarebbero tornati in albergo con sette ragazze, alle quali però il personale dell’hotel Luzeiros, che ha confermato l’accaduto, per motivi di sicurezza, avrebbe impedito di salire nelle camere dei giocatori. A provare a destabilizzare i campioni del mondo ci sarà anche un’Italia limitata dalle assenze.

Sergio Ramos sostiene invece che l’attaccante che lo sostituirà “potrà essere ancora più pericoloso” del milanista.
“Balotelli è un giocatore che fa la differenza – ha detto il madridista -, ma ora non c’é e chi lo sostituirà farà di tutto per dimostrarsi alla sua altezza, o addirittura migliore”.

Una chiamata in causa per Alberto Gilardino, possibile alter ego del rossonero, o per chiunque Prandelli sceglierà di far giocare.

Condividi: