Consiglio Economico CDU, Draghi difende l’Omt

Pubblicato il 25 giugno 2013 da redazione

BERLINO  – Mario Draghi non usa mezzi termini e nella capitale tedesca è molto chiaro. Le politiche accomodanti della Banca Centrale Europea dureranno ancora per molto tempo. Ragion per cui è bene che i seguaci di Jens Weidmann se ne facciano una ragione.

Il presidente italiano, davanti a una platea di oltre 1.000 persone, alla giornata del consiglio economico della Cdu, ha rivendicato il successo del programma di acquisto dei bond dei paesi in crisi e la strategia complessiva della Bce, che tiene i tassi bassi. Insomma, ha difeso a spada tratta i programmi e le strategie che in Germania sono assai criticati e che tuttora sono all’esame della Corte costituzionale.

Draghi ha illustrato i risultati ottenuti dalle politiche accomodanti: l’eurozona, nessuno può oggi affermare il contrario, sta meglio di un anno fa ed è un luogo ”più sicuro e robusto” per gli investitori. Certo, ha ammesso il presidente della Bce, ”l’incertezza permane” ma, nonostante tutto, la ripresa è attesa per la fine dell’anno. Draghi ha poi affermato che le politiche accomodanti dell’istituto europeo hanno permesso di evitare un credit crunch ”anche di maggiori dimensioni”, e il collasso dei settori bancari di alcuni paesi E tutto questo proprio in una congiuntura globale di sfiducia; nel momento in cui più si scommetteva sul crollo della moneta unica.

– Un’uscita dalle politiche accomodanti – ha spiegato quindi – è ancora lontana, dal momento che l’inflazione è bassa e la disoccupazione alta.

Draghi, poi, ha spiegato che la ”Bce usa comunque un’ampia gamma di strumenti, standard e non, ma tutti nell’ambito del suo statuto”. E ha aggiunto che la politica monetaria è solo ”una piccola parte” delle misure anticrisi; un aspetto della strategia che non potrebbe certo vedere una Bce semplice spettatrice.

– Siamo tutti insieme nell’Eurozona – ha detto Draghi.

La strada principale, ha ammesso il N. 1 della Bce, resta comunque quella delle riforme, che spettano ai governi. Il consolidamento di bilancio, ”ritenuto inevitabile dalla BCE”, deve essere ”amico della crescita”.

– Se da un lato la spesa di bilancio basata sul debito non deve essere la via per la crescita – ha ammonito – il percorso di consolidamento può essere più favorevole a quest’ultima tagliando spese improduttive, stabilendo piani di medio periodo credibili e abbassando il peso fiscale laddove questo sta impoverendo l’attività economica e la creazione dei posti di lavoro.

La cancelliera Angela Merkel ha preso la parola nello stesso consesso. E il suo discorso, nonostante alcune piccole differenze, non è stato discordante.

– Crescita e rigore non sono in contrapposizione –  ha ripetuto ancora una volta ”contestando” questa affermazione. E ha rivendicando il percorso seguito da Berlino fino ad oggi:

– La Germania deve essere il motore della crescita in Europa stimolando la domanda interna e l’import dagli altri paesi. Dove siamo, ha chiesto il numero uno della banca centrale? La situazione dell’eurozona è complessivamente migliorata, nella sua analisi. Ci sono segnali di stabilizzazione, anche se permane l’incertezza.

Draghi ha colto l’occasione per ricordare i molti effetti positivi ottenuti col solo annuncio dell’Outright monetary transactions. Il ritorno dei depositi nei paesi periferici, l’abbassamento dei tassi sul debito dei paesi del Sud Europa, l’innalzamento di quelli di rifinaziamento della Germania. E, ha quindi assicurato, la Bce non agirà assolutamente per ridurre artificialmente gli spread. In altre parole, i paesi non ottengono l’acquisto dei loro bond se non accettano la strada del risanamento.

– L’omt – ha spiegato – arriva solo con le riforme.

Riforme che la Germania – uno dei pochi paesi in Europa che lo ha fatto – ha intrapreso trasformandosi in esempio e  ”ispirazione” agli altri.

Non manca, in ultimo, una frecciatina alle critiche di Weidmann, spina nel fianco della sua conduzione:

– La Bce  – ha detto – sta portando avanti le strategie seguite dalla Bundesbank per la Germania su 17 Paesi. Se l’obiettivo è lo stesso i mezzi sono diversi.

Il presidente dell’Eurotower non ha dubbi. E sicuro di poter convincere i tedeschi: seguendo – ha detto per rassicurarli – “il solco della economia sociale di mercato”.

Juan Carlos Bafile

Ultima ora

22:44Donna dell’Agrigentino festeggia 106 anni con sorella di 112

(ANSA) - CANICATTI' (AGRIGENTO), 12 DIC - Altro compleanno ultracentenario a Canicattì (Ag) in casa Cammalleri. Attorniata dai familiari, tra cui la sorella Diega "Deddè" di 112 anni e la cognata di 94, ha festeggiato le sue 106 primavere Fifì Cammalleri, nata il 12 dicembre 1911. Le due sorelle vivono nella stessa casa. Nell'ottobre dello scorso anno, per i suoi 111 anni, Diega, che è stata a lungo insegnante, ricevette una medaglia d'oro dall'allora ministro dell'Istruzione Stefania Giannini. In quell'occasione l'interessata disse di non aver mai punito i suoi alunni "ma se necessario li ho solo corretti". Ai festeggiamenti di oggi erano presenti i numerosi nipoti delle due sorelle, anche loro avanti in età. (ANSA).

22:39Tap: Emiliano, Governo incosciente, presenteremo esposto

(ANSA) - BARI, 12 DIC - "I fatti accaduti in Austria hanno dimostrato che le preoccupazioni della Regione Puglia hanno un fondamento evidente che ci obbligherà nei prossimi giorni a sottoporre alla Procura della Repubblica competente un esposto che mira a salvaguardare l'incolumità pubblica dalla incosciente decisione del Governo di ritenere non assoggettabile alle direttive Seveso l'impianto Tap". In una nota, il presidente della Puglia, Michele Emiliano, replica al ministro dello Sviluppo Carlo Calenda, che aveva criticato le rimostranze della regione sul gasdotto Tap. Per Emiliano, "di incoscienza collettiva evidentemente si tratta se è vero che il Ministro Calenda dalle notizie della vittima e dei 21 feriti in Austria trae lo spunto solo per ribadire che il TAP è necessario proprio per sopperire alla temporanea carenza di gas distribuita nel Nord Europa ove dovessero ripetersi incidenti analoghi a quello accaduto oggi". "Si tratta con ogni evidenza - rimarca Emiliano - di un caso di strabismo politico".

22:06Calcio: Mondiale club, 1-0 al Pachuca dts, Gremio in finale

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - I brasiliani del Gremio si sono qualificati alla finalissima del Mondiale per club battendo 1-0 i messicani del Pachuca dopo i tempi supplementari del match giocato ad Al Ain, stadio Hazza bin Zayed, negli Emirati Arabi Uniti. Decisivo il gol di Everton al 5' del primo tempo supplementare dopo che i 90' regolamentari si erano conclusi a reti inviolate. La squadra allenata dall'ex romanista Renato affronterà la vincente dell'altra semifinale tra Real Madrid e l'Al-Jazira in programma domani.

21:53Terremoto: Boldrini a delegazione Camerino,vi resterò vicina

(ANSA) - CAMERINO (MACERATA), 12 DIC - "Quello che ho visto nelle vostre terre non lo dimenticherò mai, anche perché la vostra terra è anche la mia terra. Abbiamo fatto molto e sono consapevole che molto di più c'è ancora da fare. Siamo arrivati a fine legislatura, ma io, qualunque sarà il mio ruolo in futuro, continuerò a esservi vicina. Questa è la mia promessa". Sono le parole, si legge in una nota del Comune di Camerino, che la presidente della Camera Laura Boldrini ha rivolto a una delegazione di cittadini camerti, ricevuta in visita a Montecitorio. Insieme al sindaco Gianluca Pasqui c'erano rappresentanti di scuole, associazioni e dell'Università. Pasqui ha anche preso parte alla riunione del Comitato legislativo, ricordando che ''se davvero si vuole fare il bene dei Comuni terremotati bisogna entrare nello specifico delle singole realtà''. "Ho chiesto di rivedere il cratere sismico - ha detto il sindaco -. Non è possibile che ogni comune venga curato alla stessa maniera, che a più malati venga data la stessa medicina. Dobbiamo intervenire con decisione affinché il cratere venga rivisto, senza escludere nessuno, ma intervenendo con le necessarie indicazioni in base alle necessità. Le differenze ci sono e le istituzioni le devono evidenziare affinché parta quella ricostruzione che oggi sembra ancora un miraggio".

21:52Ap: direzione vota documento separazione consensuale

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il documento per la separazione consensuale di Ap, che mantiene al momento invariati i gruppi parlamentari, è stato votato all'unanimità dalla Direzione Nazionale.

21:51Migranti: domani vertice a Parigi Macron-Gentiloni-Merkel

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni sarà domani, mercoledì 13 dicembre, a Parigi, per il vertice con il presidente francese Emmanuel Macron, la cancelliera tedesca Angela Merkel e i capi di Stato e di governo del G5 Sahel Burkina Faso, Ciad, Mali, Mauritania e Niger. L'incontro, presso il castello di La Celle-Saint-Cloud, avrà inizio alle ore 12. Al termine è prevista una conferenza stampa congiunta. E' quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi.

21:48Usa: Roy Moore va a votare a cavallo

(ANSA) - WASHINGTON, 12 DIC - Il candidato senatore per il partito repubblicano Roy Moore si è recato a votare in Alabama a cavallo. Lo riportano i media americani. Roy Moore è favorito nonostente le accuse di molestie sessuali nei confronti di minorenni. A sostenerlo si è schierato con decisione anche il presidente americano Donald Trump.

Archivio Ultima ora