La “talpa” Snowden prossimamente in Venezuela?

CARACAS  – Edward Snowden “non ha ancora ufficialmente accettato” l’offerta di asilo politico del Venezuela”. Lo scrive Wikileaks via Twitter. ”Gli stati interessati faranno un annuncio quando sarà opportuno. Questo annuncio sarà confermato da noi”, ha aggiunto il sito di Assange che ha giocato una parte importante nella fuga della ‘talpa’.

Corre comunque sull’asse Caracas-Mosca l’ennesima giornata di misteri della vicenda di Edward Snowden.

Il capo della commissione affari internazionali della Duma Alexiei Pushkov ha scritto su twitter che Snowden aveva accettato la proposta di asilo fatta dal Venezuela. Poco dopo il messaggio è stato però cancellato. Lo stesso Pushkov ha successivamente reso noto che l’annuncio era stato dato ”dal notiziario delle 18 della tv Vesti 24. Per tutte le domande chiedete a loro”, ha precisato, rinviando così la palla, e la responsabilità dell’annuncio, al telegiornale.

Di certo c’é che   il presidente  Maduro aveva reso noto di aver ricevuto la richiesta di asilo da parte della ‘talpa’ del Datagate.

– Ci è giunta una lettera con la richiesta – aveva riferito, invitando quindi Snowden a “venire a vivere nel paese di Simon Bolivar e Hugo Chavez”, per fuggire così “dalla persecuzione dell’impero americano”.

Subito dopo, rispondendo alla domanda di un cronista su quali potrebbero essere gli sviluppi, Maduro si è limitato a rispondere di non saperlo.

– Sarà lui a decidere quando volerà in Venezuela.

Maduro ha precisato che Caracas non teme le eventuali misure che Washington possa prendere nei confronti del paese che accoglierà Snowden. Gli Usa non governano il mondo ”e tanto meno il nostro paese, che è libero e sovrano”.

In altre parole, anche se la vicenda è ancora del tutto aperta, Snowden appare in queste ore più vicino a Venezuela che agli altri due paesi latinoamericani – Nicaragua e Bolivia – che si sono fatti avanti per l’asilo. Anche se per il momento, e ormai da più di due settimane, è sempre bloccato in un aeroporto di Mosca.

L’America Latina rimane quindi al centro dell’affaire Snowden.  Nei suoi diversi risvolti, il delicato dossier Snowden sarà quindi di certo al centro del vertice del Mercosur in programma venerdì a Montevideo.

 

 

Condividi: