L’Italia alla FieraInternazionale del libro di Lima

LIMA  – Ci sarà anche l’Italia alla 18esima Fiera internazionale del Libro di Lima, che si terrà nella capitale peruviana dal 19 luglio al 4 agosto.

All’evento, organizzato dalla Camera peruviana del libro, il nostro Paese sarà rappresentato dall’Istituto Italiano di Cultura, che parteciperà con un proprio stand, e dalle tavole “Que viva Bibi” di Sergio Staino, che saranno esposte nell’ambito del quarto Salone internazionale del Fumetto.

Staino si dedica al mondo dei fumetti debuttando con il personaggio che lo ha reso famoso, Bobo – dichiaratamente ispirato a se stesso -, che pubblica per la prima volta nel 1979 sulla rivista Linus. Negli anni ’80 collabora con i quotidiani Il Messaggero e l’Unità (con la quale ancora lavora); nel 1986 fonda e dirige il settimanale satirico Tango, su cui compaiono alcune delle più importanti firme della satira del periodo. Tra i premi ricevuti, il premio Satira Politica Forte dei Marmi (1984), lo Yellow Kid al Salone Internazionale del Fumetto, il Premio Tenco (1986) e il Premio Persea (2002).

Ospite d’onore della Fiera quest’anno sarà Porto Rico (l’Italia lo è stata nel 2006). È prevista la partecipazione di oltre 300 stand, di cui 175 saranno espositori locali e sono stati organizzati per l’occasione più di 800 attività diverse, tra presentazioni, conferenze e tavole rotonde.

Per la prima volta, peraltro, gli ospiti della Fiera potranno scaricare la “App” ufficiale dell’evento, che comprende una mappa interattiva dell’esposizione, le ultime novità dalla Fiera e il calendario degli eventi.

Tra questi, il 27 luglio, si terrà un incontro con lo scrittore italiano Federico Moccia. La storia dell’autore è sorprendente: il suo primo romanzo, “Tre metri sopra il cielo”, fu respinto da tutti gli editori, per cui Moccia decise di pubblicarlo a proprie spese, riportando un successo così clamoroso che subito fu contrattato da un importante editore, il quale scommesse stavolta sull’autore e lo catapultò verso la fama. Da allora Moccia diventato un punto di riferimento per milioni di giovani lettori con i suoi romanzi, molti dei quali sono stati adattati per il cinema.

Condividi: