Muore nazionale ecuadoriano Benitez

DOHA – Il nazionale dell’Ecuador Christian ‘Chucho’ Benitez, 27 anni, è morto ieri in Qatar. Lo ha reso noto il suo attuale club, l’El Jaish, dove il calciatore era arrivato appena tre settimane fa, proveniente dall’America messicano. Non sono state rese noto le cause della morte, e in un primo momento alcuni ‘media’ locali avevano parlato di infarto, e altri di incidente stradale. Successivamente, su alcuni ‘social network’, il suocero di Benitez (che era “figlio d’arte”, suo padre Ermen è stato uno dei maggiori goleador del calcio dell’Ecuador) Kleber Chalà, assistente allenatore dello Zacatepec, club della serie B messicana, ha precisato che la morte è avvenuta la notte scorsa per attacco cardiaco.

In prededenza il giocatore si era lamentato “per dei dolori addominali”, e si era recato in un ospedale. “Benitez aveva giocato per la prima volta con il nostro team – è scritto in una nota dell’El Jaish – nel match contro il Qatar Sports Club, per la ‘Coppa Sceicco Jassem’. Finora non si era mai lamentato per noie o problemi fisici. La sua morte è un grande shock per noi”.

Benitez aveva anche un passato nella Premier League inglese, visto che nella stagione 2009-2010 aveva giocato nel Birmingham (4 gol in 36 partite), che ora lo ricorderà con un minuto di silenzio prima della partita di Championship di sabato contro il Watford.

Con la nazionale dell’Ecuador aveva invece partecipato ai Mondiali in Germania del 2006, scendendo in campo contro la nazionale di casa. In tutto aveva messo insieme 58 presenze nella sua nazionale, con 24 gol all’attivo.

Condividi: