L’Udinese travolge Siroki nei preliminari

UDINE – L’Udinese vince facile in Bosnia e ipoteca il passaggio del turno, in attesa della gara di ritorno, tra una settimana, a Trieste. Merito di un primo tempo praticamente perfetto, contro un avversario nettamente inferiore.

Il Siroki Brijeg aveva un sogno, ma lo ha dovuto richiudere nel cassetto dopo appena 15’ di gara. Impensabile, per i bosniaci, anche solo tenere testa all’Udinese della coppia d’attacco, Di Natale-Muriel. Al duo delle meraviglie basta un tempo per chiudere la gara.

Apre le marcature al 15’ il capitano bianconero su calcio di punizione dai 25 metri. Il suo destro finisce all’incrocio dei pali.

Alla mezz’ora è sempre Di Natale a inventare l’assist perfetto per il raddoppio di Muriel. Pallonetto a scavalcare la difesa, per proiettare il colombiano davanti a Bilobrk. Tempo 9’ e Muriel fa il bis. Entra in area, dopo una bella triangolazione al limite con Pereyra, e salta il portiere.
Il primo tempo si chiude con uno zero a tre senza storia, nel senso letterale del termine. Troppo inconsistente, la squadra bosniaca per fare anche solo capolino seriamente dalle parti di Kelava. Un abisso tecnico separa le due formazioni.

Nella ripresa l’Udinese cala l’attenzione e affronta la gara con uno spirito da amichevole, complicandosi un po’ le cose da sola. Al 20’ fallisce il poker. Il fischietto turco indica il dischetto del calcio di rigore per un tocco di mano di Jese in area su un traversone di Gabriel Silva. Dagli undici metri Di Natale si fa parare il tiro da Bilobrk. Il capitano dei friulani tenta il pallonetto. Il portiere bosniaco non si fa sorprendere e alza la sfera sopra la traversa. Il Siroki prende coraggio e al 32’ affonda nella difesa bianconera, troppo molle. Barisic serve un filtrante in area per Coric che accorcia le distanze e beffa Kelava. L’Udinese rischia qualcosa di troppo. Al 36’ è Barisic, a tu per tu con Kelava, a sprecare un’ottima occasione per il raddoppio.

ANSA