Azzurri ko con Argentina 1-2

Si conferma indigesto l’appuntamento amichevole d’agosto per l’Italia: nella partita dedicata al Papa, l’Argentina s’impone all’Olimpico 2-1 ma il risultato avrebbe potuto essere più pesante per gli uomini di Prandelli schierati con il 4-5-1. La Seleccion di Sabella va in vantaggio al 20′ con il neoacquisto del Napoli Higuain e raddoppia al 49′ con Banega. Gli azzurri soffrono ma al 67′ colpiscono una traversa con Diamanti su punizione e al 76′ accorciano con l’altro giocatore del Napoli Insigne.

Prandelli ‘squadra ha fatto bene,mancata cattiveria’  – ”Abbiamo trovato una squadra di grande qualità, una delle più forti. Abbiamo commesso errori in uscita ma poi abbiamo fatto bene. Siamo mancati un po’ vicino l’area di rigore. E’ mancata un po’ di cattiveria, ma la squadra ha fatto bene. Onore a questa Argentina”. E’ un Cesare Prandelli abbastanza soddisfatto, nonostante la sconfitta, quello che si presenta davanti alle telecamere Rai al termine dell’amichevole con l’Argentina. Adesso si torna a fare sul serio, gli azzurri sono attesi dalla Bulgaria per le qualificazioni mondiali. ”Prima di parlare dei Mondiali ci dobbiamo qualificare, non siamo ancora qualificati”. De Rossi potrà essere riproposto da difensore centrale? ”Dobbiamo verificare alcune cose – spiega il ct azzurro – De rossi per me è andato molto bene”. In evidenza i ragazzi della ex Under 21 come Verratti e soprattutto Insigne. ”Sono sono molto bravi, ma per la nazionale maggiore ci vuole tempo. Insigne? Tutti sono ragazzi che devono crescere e fare esperienza, ma Lorenzo ha qualità”. Messaggio finale all’atmosfera particolare per la dedica al Papa Francesco. ”Questa amichevole – conclude Prandelli – l’abbiamo voluta tutti. Sono felice perché abbiamo visto tante famiglie e tanti bambini ed è quello che volevamo. Siamo orgogliosi di aver portato 41 mila persone allo stadio il giorno prima di Ferragosto”.

Insigne ‘che emozione il gol, io sempre pronto’ – ”Un’emozione bellissima per questo gol, provo sempre a fare questi tiri e questa sera è andata bene”. Lorenzo Insigne è sicuramente tra note più lieti di questa serata azzurra nell’amichevole con l’Argentina. ”Io rispetto sempre le scelte del mister – dice ai microfoni Rai -, sono già contento quando arriva la convocazione. L’influenza di Benitez sulla mia crescita? È un ottimo allenatore, ho tanto da imparare da lui perchè ha vinto tanto e ci sa fare con i giovani, è importante ascoltarlo e non mollare mai”. Insigne si dice ancora emozionato dall’incontro con il Papa. ”E’ stata un’emozione bellissima, mi è venuta la pelle d’oca perché non capita tutti i giorni. Higuain? Sono molto contento che sia arrivato in squadra, anche a noi ha fatto una bella impressione dopo i primi allenamenti e sicuramente ci darà una grossa mano”.

Condividi: