Premier League. Osvaldo: “Ho lasciato la Roma a causa dei tifosi”

LONDRA – Per settimane si è pensato che Pablo Daniel Osvaldo non morisse dalla voglia di trasferirsi in Inghilterra, invece nel primo giorno da giocatore del Southampton l’ex attaccante della Roma e della Nazionale è apparso molto carico e voglioso di giocare oltremanica: “E’ un sogno firmare per il Southampton e sono molto felice di essere qui. Sono da sempre un grande tifoso della Premier League, anche quando giocavo in Spagna. Qui rispettano e ammirano i giocatori – aggiunge l’attaccante italo-argentino che vestirà la maglia numero 17 -. Non mi piace parlare molto di me stesso. Preferisco mostrare quello che posso fare in campo”.

Osvaldo ha poi spiegato i motivi che l’hanno spinto a trasferirsi ai Saints: “E’ il club che ha mostrato maggior interesse per me. Inoltre perchè mi piace come lavora Pochettino è un grande allenatore, un grande motivatore, per me è molto importante stare con gente che apprezza il mio lavoro e che lo rispetta, cosa che non stava succedendo in questi anni. Ho lavorato con lui con l’Espanyol e spero di ripetere quella stagione, il suo sistema di gioco può esaltare le mie caratteristiche”.

Osvaldo si è anche tolto qualche sassolino rivolgendo un pensiero ai tifosi romanisti che lo hanno contestato ed insultato specie in questi ultimi burrascosi mesi: “Una parte del tifo della Roma si è comportata molto male con me senza un motivo preciso: ogni volta che entravo in campo in questi due anni ho dato il massimo per la Roma e una minoranza dei tifosi si è comportata male, ma non solo con me. In Italia il giocatore viene molto spesso maltrattato ed è anche per questo motivo che ho preferito venire in Inghilterra”.