Grillo, nel monopoli italiano politici mai in galera

ROMA – Nel ‘Monopoli’ della politica la casella prigione non è mai esistita. Grazie a Pd e Pdl. Caustico come sempre Beppe Grillo prende spunto dai problemi del Cavaliere per attaccare anche il Pd senza il quale le carceri “strariperebbero” di politici sotto chiave.

Prendendo in giro l’iniziativa di alcuni deputati ‘renziani’ che si sono spinti fino a scrivere all’ambasciatore americano in Italia allarmati perche la società americana Hasbro – che produce ‘Monopoli’ – avrebbe deciso di sostituire alle tradizionali strade pacchetti azionari e, soprattutto, avrebbe abolito la casella all’angolo della prigione, Grillo così ironizza nel suo blog:

“Beh, i pdimenoellini non hanno tutti i torti, come si può eliminare la casella della prigione senza consultarli? Loro che hanno votato l’indulto, l’eliminazione del falso in bilancio, le prescrizioni di ogni forma e colore. Senza il pdmenoelle le carceri italiane strariperebbero di politici e colletti bianchi”.

Ma non basta; Grillo incalza cosi’ i deputati del Pd: “per i monopoli hanno un talento naturale. Quindi, forti di questa autorità, hanno scritto all’ambasciatore degli Stati Uniti per chiedere conto dei cambiamenti nel gioco del Monopoli”.

Tornando a fatti più seri M5S sembra sempre più critico nei confronti del presidente della Repubblica. Ieri ci ha pensato il capogruppo grillino al Senato, Nicola Morra, ad infastidire il Colle.

“speravo che alla tenera età di 88 anni Giorgio Napolitano si godesse la pensione, visto che è stato pagato dai contribuenti italiani quasi continuamente dal 1953”, ha postato sul suo profilo facebook augurandosi elezioni al più presto. Secca la difesa di Giorgio Napolitano venuta dal Pd.

– Oggi il senatore Morra ha perso un’occasione per tacere – ha detto il presidente dei senatori del Pd, Luigi Zanda -. Le sue gratuite volgarità sul presidente Napolitano sono l’ultimo esempio di un penoso costume politico che contribuisce non poco alla crisi delle nostre istituzioni pubbliche – ha aggiunto.

Condividi: