Cdm, misure per le scuole italiane all’estero

ROMA –Misure per le scuole italiane all’estero sono state decise in Consiglio dei ministri, che si è riunito nei giorni scorsi.

“Per garantire – si legge nella nota di Palazzo Chigi – il funzionamento delle istituzioni scolastiche all’estero si stabilisce che a decorrere dall’anno scolastico 2013-2014, per specifiche e insopprimibili esigenze didattiche o amministrative, possano essere conservati, a invarianza di spesa, un numero limitato di posti sui quali possano essere assegnate unità di personale da individuare tra coloro utilmente collocati nelle graduatorie previste dall’articolo 640 del decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297”.

Inoltre sono “previste misure per gli affari esteri in materia di razionalizzazione della spesa relativa al personale in servizio all’estero”.