Renzi: “Il governo non casca”… ma nel Pd c’è preoccupazione

ROMA – Matteo Renzi è convinto che il Pdl stia bluffando e che alla fine Silvio Berlusconi non staccherà la spina al governo.

– Non casca, ora va bene così – è la convinzione del rottamatore che ha ormai tarato la sua sfida per la leadership del Pd e non ha alcuna intenzione di mettersi in rotta di collisione con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Ma nel Pd la preoccupazione è alta: ieri, in segreteria, Epifani ha ammesso che la situazione è critica. E tutti sono consapevoli che una crisi avrebbe ripercussione sui tempi e soprattutto sulla natura del congresso.

Davanti alle ”danze di guerra” del Pdl, secondo un’immagine efficace di Cesare Damiano, il Pd si mostra come un blocco compatto: nessun cedimento rispetto alla decadenza di Berlusconi, nessun ”baratto” tra le sorti del Cavaliere e governo, avanti con Letta. E, in caso di crisi, la riforma del Porcellum prima del ritorno al voto ”è un dovere morale”.