Saccomanni-Squinzi, si allenta la tensione

ROMA  – Un dibattito sull’economia e poi un pranzo di lavoro, condito da tante metafore ciclistiche. Si allenta la tensione tra Governo e Confindustria dopo le critiche di domenica del ministro dell’economia Fabrizio Saccomanni al patto tra industriali e sindacati. A dimostrarlo è il clima cordiale e disteso dell’incontro di ieri tra il leader degli industriali Giorgio Squinzi e il titolare del Tesoro in occasione della presentazione delle stime del Centro studi di viale dell’Astronomia.

Un incontro pubblico cui i due hanno fatto seguire una colazione di lavoro privata, che sicuramente è stata l’occasione per uno scambio di vedute sulle priorità del Paese, su cui grava come una spada di Damocle l’incertezza politica. Al suo arrivo in Confindustria, Saccomanni è stato accolto da uno Squinzi cordiale e sorridente, e i due si sono concessi ai cronisti per una foto insieme. Nel corso del seminario, il clima è stato disteso, con il ministro che si è lasciato andare anche ad una barzelletta. Sia Saccomanni che Squinzi, forse perché entrambi convinti della necessità che questa fase vada affrontata lavorando tutti insieme e scommettendo sul Paese, hanno fatto entrambi ricorso a metafore ciclistiche.

Il ministro ha detto di essersi sentito a lungo come un ”gregario in fuga”, ora che anche Confindustria vede rosa, finalmente il gruppo lo sta raggiungendo.

– Di solito chi è in fuga solitaria arriva prima alla tappa, qui invece è bene che ci arriviamo tutto il gruppo – ha aggiunto a SkyTg24 -. Il consenso della Confindustria per noi è molto importate.

Anche Squinzi, patron della Mapei e appassionato di bicicletta, ha fatto un riferimento ciclistico parlando della crisi.

– La pendenza è cambiata – ha detto a chi gli chiedeva se l’Italia stesse scollinando -, sembra che stimo avvicinandosi verso una discesina.

Squinzi non ha quindi mancato di sottolineare il rapporto che lega i due da molti anni. Il ministro ha poi accettato di trattenersi dopo il seminario per un pranzo di lavoro con il padrone di casa.

Condividi: