Cav: “Decaduto o no io resto in campo. Italiani ribellatevi!”

Pubblicato il 18 settembre 2013 da redazione

ROMA  – Sedici minuti di videomessaggio con cui Silvio Berlusconi mette in chiaro quanto da giorni va ripetendo in privato:

– Io non mi faccio da parte.

Il Cavaliere però va oltre e non solo ribadisce l’intenzione di voler fare politica a capo del rinata Forza Italia, ma fa capire che non sarà la decadenza da senatore a fermarlo.

– Io sarò sempre con voi, decaduto o no – ha detto -. Si può fare politica anche al di fuori del Parlamento.

In questo quadro, non una parola sulla tenuta del governo, una sorta di viatico per andare avanti, almeno al momento. Insomma, nessuna intenzione di far saltare il banco ma neanche di fare passi indietro, con l’invito netto rivolto ai militanti a ”reagire” contro ”la sinistra che usa la magistratura per scopi politici”.

Una sorta di ribellione da mettere in pratica con il nuovo movimento che rappresenta “l’ultima chiamata prima della catastrofe”. Il preambolo del messaggio é dedicato alla crisi e alla necessità di rilanciare l’economia evitando “bombardamenti di tasse”. Ed è per questo che il Cavaliere annuncia che i ministri del Pdl “sono al lavoro per delle proposte ad hoc”.

Pochi minuti prima di andare al cuore del problema che ha portato alla necessità di dover far un video, ha affermato:

– Sono vittima di un attacco pianificato e scientifico fatto dal braccio giudiziario della sinistra, incapace di eliminarmi politicamente.

Ed è proprio contro la magistratura che il Cavaliere lancia l’affondo più duro:

– Sono un contropotere dello Stato in grado di condizionare il potere legislativo e ed esecutivo che ha come obiettivo la missione di realizzate per via giudiziaria il socialismo.

Il Cavaliere è senza freni e non usa giri di parole nel puntare il dito contri i giudici, rei di ”aver dimezzato la democrazia”.

– Siamo alla mercè di una magistratura politicizzata che, unica fra Paesi civili, gode di una totale irresponsabilità e immunità.

L’ex premier ripercorre la storia di tutti i suoi processi dichiarandosi sempre innocente: ‘

– Io non ho commesso alcun reato. Io non sono colpevole di alcunché.

E bolla come ”sentenza politica” quella della Cassazione sul processo Mediaset, quindi polemizza con la decisione della suprema Corte di rigettare il ricorso Fininvest contro la Cir:

– I giudici hanno aggredito il mio patrimonio ed hanno riconosciuto ad un noto sostenitore della sinistra una somma 5 volte superiore al valore delle mie quote.

Insomma, a sentire l’ex capo del governo, un quadro fosco a cui si deve rispondere “riprendendo in mano la bandiera di Forza Italia”. Berlusconi lancia una sorta di appello agli elettori invitandoli a diventare ”missionari della libertà vigilando affinché al partito non siano sottratti i voti”. Un passaggio quasi da campagna elettorale accompagnato alla richiesta di votare Forza Italia consentendole di ”avere la maggioranza dei voti ”perché solo in questo modo ricorda il Cavaliere ”in Parlamento potremo fare del bene all’Italia per tornare ad essere una vera democrazia e liberaci dall’oppressione giudiziaria e fiscale” .

Dal discorso della calza a oggi: 19 anni di format
É l’unico format televisivo in circolazione che ha lo stesso interprete da 19 anni. Dallo storico videomessaggio del 1994 con cui annunciava la decisione di presentarsi alle elezioni, si è perso il conto delle volte in cui Berlusconi si é seduto dietro una scrivania e si è rivolto agli elettori dallo schermo tv. Una scelta pressoché unica, nel panorama politico italiano: se si escludono i messaggi di fine anno del capo dello Stato, il monologo a telecamere accese é una specialità tutta berlusconiana, in linea con la propensione del Cavaliere a rivolgersi ai suoi elettori senza filtri o mediazioni.

La prima volta risale al 26 gennaio 1994. Tra pochi mesi saranno venti anni da quando Berlusconi, allora “semplice” proprietario dell’impero Fininvest, comunicò in tv la sua discesa in campo. Si racconta che l’addetto alle riprese piazzò una calza da donna davanti all’obiettivo, per ammorbidire l’immagine. Da allora, a parte il collant, tutti gli altri elementi della scenografia sono rimasti fissi al loro posto, come certi programmi tv evergreen in cui tutto resta uguale a se stesso.

É cambiato Berlusconi, ovviamente: nel ’94 era più magro, più disteso (ma con meno capelli), oggi é segnato dall’età e dalla stanchezza. Ma il resto, con qualche variante, é ancora lì: vestito scuro, camicia a tinta unita, cravatta blu con micro fantasie geometriche, scrivania, lampadario, foto di famiglia (nel ’94 c’era ancora Veronica, oggi i figli e i nipoti). A sparire, nel messaggio di questa sera, sono state le bandiere dell’Italia e dell’Europa: forse non ce ne erano a portata di mano o forse Berlusconi ha voluto esprimere anche così la sua rabbia contro la Magistratura italiana che lo ha condannato e i leader europei che lo hanno scaricato. La location del messaggio di questa sera è la stessa di un altro videomessaggio difficile: quello del 17 gennaio 2011, quando dietro la stessa scrivania di Arcore Berlusconi si difese dalle accuse dei pm milanesi sul caso Ruby. Ma le condanne erano lontane da venire, e si vedeva: il Cavaliere parlava con scioltezza, la sua gestualità era fluida. In quella stessa occasione disse agli italiani che da quando si era separato da Veronica aveva “uno stabile rapporto di affetto con un’altra persona” (ci volle del tempo per capire che si trattava di Francesca Pascale).

Quello che Berlusconi dice nei videomessaggi non deve sempre essere preso per oro colato. L’anno scorso, il 25 ottobre 2012, Berlusconi, non più presidente del Consiglio, era di nuovo seduto nel suo studio davanti a una telecamera accesa, per dire agli italiani che si preparava a compiere “un passo indietro” da leader del Pdl, indicando anche una data per lo svolgimento delle primarie che avrebbero dovuto scegliere il suo successore. Si sa come invece andarono le cose.

L’ultimo videomessaggio risale a solo poco più di un mese fa. Era il primo agosto quando Berlusconi, dopo la conferma della pesante condanna in Cassazione, si rivolse agli italiani dagli schermi televisivi per protestare contro una sentenza “fondata sul nulla assoluta” e promettere che sarebbe restato in campo con la nuova Forza Italia. Anche in questa occasione Berlusconi ha ripetuto le stesse cose. Una replica inutile? No, perché la cosa più importante è quella che Berlusconi non ha detto: il silenzio sul governo ha allontanato, almeno per ora, i fantasmi della crisi. Forse Berlusconi ha fatto proprio l’insegnamento dell’abate Dinouart: “Talvolta il silenzio del saggio vale più del ragionamento del filosofo”.

Non varrà per i programmi televisivi, ma in politica a volte funziona.

Ultima ora

13:48M5s: Toninelli, Berlusconi? Anziano signore che fa battute

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Dice che sente il bisogno di scendere in campo per salvare l'Italia dal Movimento Cinque Stelle? Mi fa quasi simpatia, alla fine è un anziano signore che fa battute, anche se gli consiglio di aggiornarle un po', visto che sono sempre le stesse". Così Danilo Toninelli (M5s) ai microfoni di Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano. "Dai giorni in cui firmò il contratto con gli italiani, senza mantenerne nessun punto. Ma di cosa stiamo parlando? Ha approvato la legge Fornero. Berlusconi non ci tange minimamente, mi dispiace ci sia ancora qualcuno disposto a credergli, basterebbe andare su Google e guardare la sua carriera politica e le indagini giudiziarie che lo hanno riguardato. E' un condannato per una frode fiscale. Diciamo - aggiunge Toninelli - che il suo curriculum non è quello del salvatore della patria, ma del rovinatore della patria".

13:42M5S: Casaleggio, su orari negozi visione Calenda inadeguata

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il ministro Calenda ha criticato l'appello di Luigi Di Maio ad approvare la legge sulle chiusure festive (votata anche da partiti presenti nel suo stesso governo) dicendo che così si fa un regalo ad Amazon. È una visione molto semplicistica e inadeguata a comprendere il fenomeno. Non si può essere esperti di tutto". Lo afferma, in un post su facebook, Davide Casaleggio replicando alle dichiarazioni di ieri a Porta a Porta sulla proposta M5S di non tenere sempre aperti i negozi nelle festività. "E' proprio durante il suo mandato che il retail italiano ha continuato a perdere. Gli unici ad aver guadagnato sono le societa della grande distribuzione estera, in particolare francese e tedesca. Le regole che difende Calenda privilegiano solo la grande distribuzione, in particolare estera, che può permettersi i turni", attacca Casaleggio.

13:40Elezioni: Salvini, ok se 4 marzo ma anche election day

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Votare il 4 marzo? Ci va benissimo: prima si vota, meglio è". Il segretario della Lega, Matteo Salvini, ha commentato così l'ipotesi di convocazione delle elezioni politiche il 4 marzo. Contattato in proposito, Salvini ha aggiunto di essere pero' anche "favorevole all'election day: bisogna votare lo stesso giorno anche per le Regionali, non farlo sarebbe uno spreco di denaro, una follia".

13:37Assenteismo, indagato comandante vigili urbani Arzachena

(ANSA) - ARZACHENA, 13 DIC - Dovrà rispondere di truffa aggravata e continuata ai danni del Comune di Arzachena, in Gallura, e di una lunga serie di reati tra cui l'abuso di atti d'ufficio, peculato e omessa denuncia. Questa mattina gli uomini della Guardia di Finanza di Olbia, guidati dal comandante Marco Salvagno, hanno notificato l'obbligo di firma al comandante della polizia locale di Arzachena Andrea Becciu, in carica dal 2015. Secondo le indagini,coordinate dal procuratore della Repubblica di Tempio Pausania, Gianluigi Dettori, era solito assentarsi numerose ore al giorno dall'ufficio per motivi privati di varia natura, in molte occasioni anche fuori Arzachena, timbrando il cartellino in orari in cui non vi era la presenza dei suoi collaboratori, così che nessuno potesse rilevare eventuali irregolarità. Ma da diverso tempo gli spostamenti del comandante erano tenuti sotto controllo dai militari delle fiamme gialle anche attraverso telecamere e dispositivi Gps nascosti nelle automobili in uso al funzionario. In alcune occasioni, prevalentemente nei giorni festivi, Becciu, dopo aver timbrato il cartellino lasciava il Comando per raggiungere le spiagge della Costa Smeralda. (ANSA).

13:36Modella rapita: Corte, la vittima non sarà ascoltata in aula

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Non verrà sentita la modella inglese Chloe Ayling nel processo a carico di Lucasz Herba, il 30enne polacco di Birmingham che l'avrebbe sequestrata e poi liberata, per metterla all'asta e accreditarsi così sul 'deep web' come persona in grado di offrire servizi illegali. Per il rilascio i due avevano anche chiesto un riscatto, senza ottenerlo. La Corte d'Assise di Milano ha bocciato la richiesta avanzata dalla difesa dell'imputato, l'avvocato Katia Kolakowska, che ha chiesto di ascoltare in dibattimento la giovane, già sentita in incidente probatorio. Istanza a cui si è opposto anche il legale della parte civile, Francesco Pesce, che ha sostenuto che la ventenne "non vuole tornare in Italia e vedere ancora il viso del suo sequestratore". Da quanto riferito, la giovane risiede in Gran Bretagna, ma è tornata in Italia per un'intervista con la televisione australiana. I giudici d'Assise hanno aggiornato l'udienza al 7 febbraio per l'esame dei primi testi del pm e hanno ammesso l'interrogatorio dell'imputato.

13:34Maltempo: tamponamento su A12 dopo grandinata, 20 feriti

(ANSA) - LA SPEZIA, 13 DIC - Un tamponamento a catena, causato probabilmente dal manto stradale reso viscido da un'improvvisa grandinata, ha coinvolto stamani una decina di auto sull' autostrada A12 tra Deiva Marina e Carrodano provocando una ventina di feriti lievi. L'autostrada è rimasta chiusa per circa due ore. Una parte dei feriti sono stati trasportati in codice giallo o verde dalle ambulanze nei pronto soccorso degli ospedali della Spezia, Sarzana e Lavagna, mentre altre dieci persone sono state assistite sul posto. Sul luogo dell' incidente, oltre ai vigili del fuoco di Brugnato e di Chiavari, anche la Polizia stradale della Spezia. Prima della riapertura del tratto si sono formate code di circa cinque chilometri.

13:29Tennis: Ift Dubai, Errani ai quarti

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Sara Errani si è qualificata per i quarti di finale del torneo Itf di Dubai (100 mila dollari di montepremi, cemento), negli Emirati Arabi Uniti: al secondo turno la romagnola, numero 143 del ranking mondiale, ha sconfitto per 6-4 7-6 (7-4) la bielorussa Vera Lapko, numero 134 Wta e ottava testa di serie del torneo.

Archivio Ultima ora