Super Fiorentina: tris meraviglia al Paços

FIRENZE – La Fiorentina ritrova la vittoria in casa e inizia nel migliore dei modi la sua avventura in Europa League. All’Artemio Franchi, i Viola superano con un netto 3-0 il Paços de Ferreira nella giornata inaugurale del Gruppo E: sblocca Rodríguez nel primo tempo, nella ripresa segnano il giovane Matos e Rossi.

E’ stata una prestazione in crescendo quella che segnava il ritorno della squadra in una competizione europea dopo tre anni, malgrado le assenze degli infortunati Gómez e Cuadrado. Superate le difficoltà iniziali, i ragazzi di Montella si sono sciolti dopo il vantaggio e hanno legittimato il successo con un ottimo secondo tempo. Per i portoghesi di Costinha, eliminati negli spareggi di Champions League dallo Zenit, si tratta della settima sconfitta in sette partite ufficiali disputate.

Nelle fasi iniziali la squadra portoghese riesce a imbrigliare la Fiorentina, che fatica a costruire gioco. Rossi ha un lampo per Joaquín, ma il lancio per lo spagnolo è appena troppo lungo; Rodríguez riesce invece a staccare sul corner di Borja Valero, ma la mira dell’argentino è imprecisa. Il Paços Ferreira si difende bene ma è rinunciatario: al 27’ Joaquín fa la sponda per Rossi, ‘Pepito’ calcia di sinistro da posizione defilata ma Matias Degra fa buona guardia.

Due minuti dopo il portiere argentino della formazione di Costinha si salva con buona reattività sulla conclusione (deviata) di Marcos Alonso, ma sul successivo corner è costretto a capitolare. Rossi calcia sul primo palo, Rodríguez sceglie perfettamente il tempo e di testa mette il pallone nel sacco. La reazione del Paços è affidata a una conclusione dal limite di Irobiso, che termina alta, mentre un tiro-cross di Ambrosini un attimo prima dell’intervallo per poco non beffa Degra.

La ripresa si apre subito con due pericoli. Joaquín scarica per Rossi, ma il sinistro del ragazzo nato nel New Jersey sfila a lato; dalla parte opposta Neto è attentissimo e respinge con i pugni il bolide da fuori area di Tony. Gonzalo Rodríguez prova invece la bordata da fuori area, ma il pallone termina alto. Montella decide il primo cambio, con Aquilani che rimpiazza Ambrosini; gli ospiti ci provano con Irobiso, ma la mira del nigeriano è di nuovo imprecisa.

La Fiorentina trova il raddoppio con un bellissimo tiro al volo di Joaquín, ma il gol è annullato per fuorigioco; lo spagnolo cede il posto a Matos, all’esordio assoluto in prima squadra dopo essersi messo in luce nella Primavera. E il nuovo entrato lascia il segno al primo pallone toccato: Borja Valero controlla in modo fantastico il lancio dalle retrovie, l’assist sul secondo palo è perfetto e il 20enne brasiliano insacca.

Al 76′ arriva il terzo gol. Matías Fernández avvia la transizione e serve Aquilani, che scarica per Rossi: il sinistro del numero 49 è chirurgico, Degra deve ancora una volta raccogliere il pallone in fondo al sacco. Per i portoghesi è notte fonda, la Fiorentina fa festa.

Condividi: