BASKET. Italia sfuma sogno europeo, resta quello mondiale

ROMA – Sfuma il sogno di medaglia per l’Italia del basket all’Europeo in Slovenia, ma non quello mondiale.

Oggi gli azzurri tornano in campo contro l’Ucraina per il piazzamento dal quinto al sesto posto e in caso di vittoria staccherebbero il pass per la rassegna iridata. Controla Lituanial’Italia deve cedere 81-77, ma che peccato! Sul risultato pesa come un macigno il black-out di sei minuti in attacco a inizio dell’ultimo quarto e il conseguente break lituano di 15-0. Ma benché sotto nel punteggio gli azzurri non si sono mai dati per vinti rimontando nel finale e contenendo il passivo. E’ stata comunque ancora una volta una bella Italia. Per nulla in soggezione contro una squadra che negli ultimi tempi l’aveva sempre battuta.

Gli azzurri sono sempre stati in partita. Partiti male, i ragazzi di Pianigiani sono rientrati prepotentemente nel match chiudendo il terzo quarto in vantaggio. Ancora una partita da incorniciare per Belinelli, migliore realizzatore della partita con 22 punti. Bravi anche il solito Gentile (15), Cinciarini (11) e Datome (10). Per i lituani i migliori Kalnietis e Seibutius con 17 punti ciascuno. Gli azzurri evidentemente sentivano parecchio la partita, tant’é che sono partiti male e un po’ contratti (sotto 14-6 nei primi 5 minuti), condizionati dai centimetri degli avversari e dalla loro aggressività difensiva. Dopo un primo quarto complicato a cambiare la partita dell’Italia l’ingresso in campo di Diener, che ispira la manovra e realizza punti pesanti (5). Da quel momento gli azzurri sono sempre rimasti in scia dei lituani e un canestro di Belinelli li ha fatti andare al riposto a -1 (40-39).

A inizio del terzo quarto una magia di Datome ha portato l’Italia avanti per la prima volta nella partita (41-40) ed è stato ancora +1 alla fine del Italia alla fine terzo quarto (58-57). Quando sembrava che l’Italia potesse fare un altro miracolo è arrivato però il black-out in attacco, che in pratica ha deciso la partita. Gli azzurri hanno provato a rialzarsi con un parziale di 6-0, ma inutilmente. Per un sogno europeo che è andato resta quello del Mondiale spagnolo del 2014 da centrare.

Condividi: