VENEZUELA. La carica Saragò mette le ali al Caracas

CARACAS – Il Caracas appartiene a quella categoria di grandi squadre che hanno sempre bisogno di vincere. In Venezuela è il club che ha più scudetti in bacheca. Nel dna dei ‘rojos del Ávila’ c’è solo una parola ‘vincere’, per questo motivo il mister Eduardo Saragò lavora duro per cercare di riempire il ‘trolley’ con nuovi e prestigiosi trofei da aggiungere a quelli già vinti.

In questo inizio di stagione una peculiarità caratterizza la squadra allenata dall’italo-venezuelano, quella di segnare gol nei primi minuti di gioco della ripresa.

Dopo sei turni di campionato, il Caracas guarda tutti dall’alto grazie alle ottime motivazioni che si materializzano in buone prestazioni.
Nella prima giornata, sotto il diluvio che si è abbattuto sulla capitale venezuelana, il gol dell’italo-venezuelano Riccardo Andreutti è arrivato quasi alla fine del primo tempo mandando in tilt la difesa del Trujillanos, che nemmeno un minuto dopo ha commesso un fallo da rigore permettendo ai ‘rojos del Ávila’ di volare sul 2-0.

“Quando una squadra segna un gol nei minuti finali dimostra che è un gruppo che lotta durante tutta la gara. I match durano 90 minuti ed anche un po’ di più” spiega Andreutti.

Una settimana dopo, sul difficile campo dello stadio Ramón “Gato” Hernández il Caracas non ha dato nemmeno il tempo si prendere posizione ai giocatori dell’Atlético El Vigía che al primo affondo ha già colpito con Dany Cure. Per la cronaca i ragazzi di Saragò si sono aggiudicati la gara per 2-1.

“I gol a doccia fredda influiscono positivamente sul morale della squadra che lo segna, pero com’è importante segnarli è anche importante non subirli” dice l’allenatore italo-venezuelano, aggiungendo: “Quei gol danno fiducia e permettono alla tua squadra di giocare con più disinvoltura”.

La scorsa settimana, nello stadio Pachencho Romero della città di Maracaibo l’uruguaiano Javier Guarino ha segnato il gol che ha sbloccato l’incontro al primo minuto della ripresa. Quella situazione ha spianato la strada ai ‘rojos del Ávila’ che hanno dominato la gara con facilità.

L’ultimo esempio del marchio di fabbrica del Caracas di Saragò è stato messo a segno domenica scorsa contro l’Aragua. Contro la compagine aurirojas, dopo un primo tempo molto combattuto a centrocampo si è arrivati all’intervallo sullo 0-0. Dopo pochi giri di lancette della ripresa arriva il gol di Armua che ha fatto saltare tutti i meccanismi della difesa dell’Aragua permettendo ai ‘rojos del Ávila’ di gestire la gara.

I tifosi del Caracas sperano che questo marchio di fabbrica continui a caratterizzare le vittorie dei loro beniamini…

Fioravante De Simone

Condividi: