CALCIOSCOMMESSE. La Corte della Figc rincara la pena di Mauri

Pubblicato il 02 ottobre 2013 da redazione

ROMA – La Lazio tira un sospiro di sollievo, ma senza troppi sorrisi: la Corte di Giustizia della Figc ha inasprito da 6 a 9 mesi la pena al capitano biancoceleste Stefano Mauri, punendolo anche per l’omessa denuncia della presunta combine Lecce-Lazio del 22 maggio 2011 e non soltanto per quella relativa a Lazio-Genoa del 14 maggio 2011, già inflitta nel primo grado del processo sportivo al Calcioscommesse.

La Lazio però allontana lo spauracchio della penalizzazione che avrebbe subito, per responsabilità oggettiva, se il calciatore biancoceleste fosse stato condannato per illecito: il procuratore Figc, Stefano Palazzi, infatti aveva chiesto per il club il -6 e per Mauri 4 anni e 6 mesi.

La Corte presiediuta da Gerardo Mastrandrea ha deciso invece di accogliere soltanto parzialmente il ricorso della Procura. La società di Lotito se la caverà così con un’ammenda di 50mila euro (10mila in più di quanto deciso in primo grado). Ma non potrà contare sulle prestazioni del centrocampista brianzolo che fermo dalla sentenza del 2 agosto, non tornerà in campo prima della terzultima partita di campionato (Lazio-Verona del 4 maggio 2014).

Salvo uno sconto al Tnas. Sì perché il caso di Mauri, arrestato nel maggio 2012 dalla Procura di Cremona, sembra proprio non volere finire. E dopo il verdetto della Disciplinare, e la sospensione, lo scorso 16 agosto, del giudizio da parte della Corte di Giustizia per disporre nuove indagini (con tanto di nuovo interrogatorio del calciatore nello stesso giorno del pentito Carlo Gervasoni), per conoscere il destino del biancoceleste bisognerà attendere il lodo del Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport.

“Impugneremo la sentenza al Tnas – assicura Amilcare Buceti, uno dei legali del calciatore, a Radio Manà Sport -, non è una sanzione equa anche riguardo ai casi precedenti. A caldo trovo poco comprensibile questa sanzione di nove mesi, era già afflittiva quella di sei mesi. Dovremo leggere le motivazioni per capire la decisione della Corte. Sembra una sanzione sproporzionata, non è stata raccolta nessuna prova oggettiva”.

Ben diverso il suo umore rispetto al pomeriggio, quando in Figc si era sbilanciato dicendo che ‘’nella peggiore delle ipotesi dovrebbero confermare la decisione presa in primo grado’’. ‘’Qualunque sanzione che preveda una squalifica del nostro assistito è una sconfitta – prosegue il legale -. Ripeto, non esistevano prove che riconducevano a una colpevolezza. Si tratta di una valutazione che la Corte ha fatto per troppa sensibilità verso stimoli ambientali’’.

Ultima ora

20:53Calcio: Mertens, nessuno può vincerle tutte

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine". Lo ha detto Dries Mertens in un'intervista a Canale 21 che andrà in onda stasera alle 20.35. L'attaccante belga ha difeso l'operato di Maurizio Sarri: "Senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali".

20:45Nuoto: Europei, Quadarella bronzo negli 800 stile libero

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - L'azzurra Simona Quadarella ha vinto la medaglia di bronzo negli 800 metri stile libero agli Europei di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen, con il tempo di 8'16"53, suo primato personale. L'oro è andato alla tedesca Sarah Koehler (8'10"65), il bronzo all'ungherese Boglarka Kapas (8'11"13). "Non pensavo di riuscire a prendere la medaglia quindi sono molto contenta del podio" ha commentato l'atleta romana, che lunedì compirà 19 anni.

20:33Calcio: Donnarumma “Io sono un tifoso del Milan”

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Poche parole ma tante foto e autografi. Se Gattuso dopo la contestazione di ieri sera aveva chiesto ai tifosi di proteggere Gianluigi Donnarumma, i ragazzi del vivaio del Milan, durante la festa di Natale, hanno seguito alla lettera le richieste del mister, coccolando il portiere con tanti applausi e un vero bagno di folla. Donnarumma si è dimostrato molto disponibile, ha salutato tutti i ragazzi sempre con il sorriso e dal palco ha ribadito un concetto: ''Sono un tifoso del Milan''. Ha fatto a tutti gli auguri di ''buon Natale'', ha ammesso di ''sognare un gol come quello fatto da Brignoli'', sottolineando quanto un gol del portiere arrivi solo in situazione di svantaggio, e ha ricordato che il suo idolo sia sempre stato Abbiati.

20:31Nuoto: Europei, Rivolta-Codia, doppietta 100 farfalla

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 14 DIC - Matteo Rivolta ha vinto la medaglia d'oro nei 100 farfalla all'Europeo di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen con il tempo di 49"93. La doppietta azzurra è stata completata dall'argento di Piero Codia (49"96). Terzo posto e medaglia di bronzo per il tedesco Marius Kusch (50"01).

20:29Consip: difetto iter, nulla sospensione di Scafarto e Sessa

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Per un difetto di procedura, il mancato interrogatorio degli indagati prima dell'emissione del provvedimento della loro sospensione dalle funzioni, il gip di Roma Gaspare Sturzo ha annullato l'interdizione disposta nei confronti del maggiore dei carabinieri Gian Paolo Scafarto e del colonnello Alessandro Sessa, entrambi coinvolti nell'inchiesta della procura sul caso Consip. La misura dell'interdizione sarà quindi ripristinata la settimana prossima subito dopo l'interrogatorio dei due ufficiali dell'Arma.

20:26Ex calciatore scomparso: trovato ucciso dopo un mese

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - E' stato trovato ucciso Andrea La Rosa, l'ex calciatore di serie C, poi direttore sportivo del Brugherio calcio, scomparso il 14 novembre scorso. I carabinieri avevano aperto un'inchiesta che ipotizzava l'omicidio dopo la denuncia di scomparsa da parte della famiglia.

20:09Tratta: Antimafia,vale 32mld, criminali la gestiscono

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 'Vale' 32 miliardi e sono oltre 30 mila le vittime della tratta nei 28 stati membri dell'Ue: un fenomeno che risulta essere in preoccupante crescita. Del tema si occupa una Relazione di oltre 60 pagine, approvata oggi all'unanimità, messa a punto dal Comitato "mafie, migranti e tratta di esseri umani, nuove forme di schiavitù" della Commissione parlamentare antimafia, guidato da Fabiana Dadone (M5S). Sono quasi sempre organizzazioni criminali transnazionali a gestire tutte le fasi della trasmigrazione delle persone che soprattutto dall'Africa, dalla Cina, dal sud America e dall'Est Europa partono per l'Italia e per il Nord Europa, e che operano "come vere realtà imprenditoriali volte a definire e gestire ogni aspetto della migrazione". Il viaggio dei migranti è "una vera e propria epopea che si sviluppa per tappe e si protrae per alcuni mesi, in cui i trasportati, sempre più frequentemente, vengono a trovarsi a vivere in condizioni disumane, stoccati come merce, sottoposti a vessazioni e violenze".

Archivio Ultima ora