Pd, Renzi scalda muscoli e incalza governo

ROMA – Matteo Renzi inizia a scaldare i muscoli in vista del congresso Pd dell’8 dicembre. Ma non rinuncia a incalzare Enrico Letta.

–  Se l’esecutivo – è il ragionamento – esce rafforzato dall’uscita di scena del Cav, allora non deve sprecare l’occasione di voltare pagina.

Ed è questo quello che gli viene chiesto con ancora maggiore convinzione da chi, nei giorni scorsi, ha ribadito a Letta il proprio sostegno. Subito interventi per la crescita e l’occupazione, è il tasto sul quale batte il sindaco rottamatore.

– Il governo – dice Renzi – oggi ha una possibilità in più. Noi facciamo il tifo e diamo una mano perché la sfrutti, per l’Italia e per gli italiani.

Dall’altro il sindaco ha messo testa e forze sulla partita per la segreteria. L’11 ottobre scade il termine per la presentazione delle candidature con le loro mozioni. A quella renziana, spiegano, starebbe lavorando in particolare il ministro per gli Affari Regionali Graziano Delrio ma Renzi chiede anche, via web, che siano i cittadini stessi a dare suggerimenti sulle idee da mettere in campo per il Paese e per il Pd. Poi dal 12 dicembre inizierà la campagna elettorale vera e propria con una manifestazione a Bari.

Condividi: