MONDIALE U17. Battuta la Costa d’Avorio: buon debutto per gli azzurrini

ROMA – Comincia col piede giusto l’avventura dell’Italia di Daniele Zoratto ai Mondiali Under 17 partiti oggi negli Emirati Arabi Uniti. Gli azzurrini hanno vinto la gara d’esordio superando 1-0 la Costa d’Avorio grazie a un gol di Vido a inizio ripresa.

Un gran gol dell’attaccante del Milan Luca Vido, dopo appena 46 secondi di gioco della ripresa, regala dunque all’Italia un importante successo contro la Costa d’Avorio nella gara di esordio al Mondiale Under 17. All’Emirates Stadium di Ras Al Khaimah, sotto lo sguardo attento del vicepresidente federale e presidente del Club Italia Demetrio Albertini, l’Italia scende in campo con il 4-4-2: Scuffet in porta, in difesa da destra Calabria, De Santis, Capradossi, Dimarco, a centrocampo Romano e Palazzi centrali, Pugliese e Tutino laterali, in attacco Cerri e Vido.

Si apre il primo tempo con gli Azzurrini in avanti ma è più pericolosa la Costa d’Avorio in due occasioni, al 20’ e al 29’, con Scuffet chiamato in causa e pronto alla risposta. In chiusura di tempo si fa vedere l’Under con un tiro da fuori di Palazzi che finisce a lato.

Manca la fiammata. Che arriva nella ripresa, dopo appena 46 secondi: lancio lungo di Tutino che pesca Vido pronto a piazzare il pallone che si stampa sul secondo palo e poi finisce in rete. Passati in vantaggio, gli Azzurrini acquistano fiducia e sicurezza. Ma, col passare dei minuti, cresce la Costa d’Avorio che alza il ritmo della gara: al 12’ la traversa (colpita da Kouame Noel) salva l’Italia e al 21’ ci pensa Scuffet a salvare il risultato con una grande parata. Al 31’l’Under fallisce la palla del raddoppio: azione di Parigini dalla linea di fondo, rasoterra per Vido anticipato dal portiere Diabagate in uscita. Azzurrini più concreti, anche se la stanchezza comincia a farsi sentire ma non c’è più spazio per le emozioni

Italia di nuovo in campo domenica contro la Nuova Zelanda sotterrata ieri da sette gol dall’Uruguay.

Nel gruppo A, rotonda vittoria del Brasile che rifila 6 gol alla Slovacchia (6-1). In gran spolvero Mosquito, gioiellino classe 1996, autore di una scintillante tripletta. Nell’altra partita del raggruppamento, l’Honduras ha battuto 2-1 i padroni di casa degli Emirati Arabi Uniti.

Condividi: