Obama in difficoltà accelera la riforma degli 007

Pubblicato il 24 ottobre 2013 da redazione

NEW YORK. – Ora Barack Obama vuole sapere se si è andati davvero oltre. Se nell’attuare il programma di sorveglianza della più potente agenzia di intelligence americana – la NSA – in alcuni casi si è superato, e di molto, il limite e il buon senso. Arrivando a spiare da una parte all’altra del mondo cellulari ed e-mail di capi di Stato e di governo alleati: da Angela Merkel a Dilma Roussef. La Casa Bianca non vuole commentare le accuse specifiche mosse negli ultimi giorni da Parigi e Berlino. Ma l’irritazione del presidente americano per i nuovi clamorosi sviluppi dello scandalo del Datagate è in queste ore pari allo sdegno delle principali capitali europee. Il danno di immagine che l’America sta subendo, tra i suoi stessi partner storici, è gravissimo. Ma quel che più preoccupa l’amministrazione Usa sono le conseguenze che potrebbe avere una crisi di fiducia nelle relazioni transatlantiche. Vedi la minaccia che arriva da Bruxelles di uno stop alle intese antiterrorismo e ai negoziati la zona di libero scambio Ue-Usa. “E’ nostro interesse mantenere con i nostri partner legami stretti sul fronte dell’economia e della sicurezza, i più stretti possibile”, ha detto Jay Carney, portavoce del presidente. E la Casa Bianca si sgola a rassicurare tutti che la situazione è sotto controllo, e che l’attività di intelligence svolta dagli Stati Uniti è per difendere l’America e gli alleati dal terrorismo. E non differisce poi tanto da quella portata avanti da qualunque altro Paese. E’ quello che lo stesso Obama ha ribadito nelle ultime telefonate col presidente francese e la cancelliera tedesca. Ma diventa sempre più difficile per lui giustificare un’azione tanto invasiva degli 007 Usa. Che la situazione sia in parte sfuggita di mano all’amministrazione Obama è ormai più di un sospetto, non solo in Europa ma anche a Washington. Ecco perchè il presidente è più che mai intenzionato ad accelerare su quella riforma del sistema di intelligence annunciata già mesi fa, subito dopo le prime rivelazioni della ‘talpa’ Edward Snowden. Anche perchè a nessuno bastano più le rassicurazioni generiche. Merkel e gli altri leader ‘spiati’ pretendono ora passi concreti da parte dell’amministrazione americana. “Il presidente Obama comprende le preoccupazioni sollevate” e per questo, ha detto Carney, “ha avviato una revisione che è in corso”. Lo scopo è quello di aggiustare il tiro, di rivedere a fondo i metodi di raccolta dei dati utilizzati dagli 007 e i meccanismi decisionali che innescano le attività di spionaggio. Con l’obiettivo di presentare un piano nei primi mesi del 2014. Ma sotto esame c’è l’intera attuale struttura dei servizi Usa, disegnata nella legge del 2004 che – dopo le falle che portarono agli attentati dell’11 settembre 2001 – ha istituito la Director National Intelligence (DNI). La Dni, presieduta attualmente da James Clapper, ha il compito di coordinare il lavoro delle 16 agenzie federali che si occupano di intelligence, dalla Cia alla Nsa. Ma il suo ruolo è sempre più nell’occhio del ciclone, per aver svolto finora un ruolo da molti definito inefficace. Con le singole agenzie che – spiegano alcuni osservatori – in molti casi continuano ad agire ognuna per conto proprio, senza la necessaria condivisione di informazioni e senza un controllo stringente sulla loro attività. Intanto, all’inizio del prossimo anno ci sarà un azzeramento dei vertici della Nsa: lasceranno, prima del previsto, il generale Keith Alexander, da 8 anni a capo della potente agenzia, e il suo vice John Inglis. Forse un primo passo per voltarepagina.

Ultima ora

12:56Sparò a ladro che stava entrando in casa, condannato

(ANSA)- PADOVA, 18 DIC - E' stato condannato a quattro anni e undici mesi, all'interdizione temporanea dai pubblici uffici e al pagamento di un risarcimento di 24.500 euro, Walter Onichini, di Legnaro (Padova), commerciante accusato di tentato omicidio per aver sparato a un uomo che si era introdotto nella sua villetta, assieme ad altri per compiere un furto, la notte del 22 luglio 2013. Il pm Emma Ferrero aveva chiesto 5 anni e due mesi. Secondo l'accusa, il macellaio aveva sparato con l'intenzione di uccidere. Onichini aveva sparato a Nelson Ndreaca, albanese di 25 anni, che stava cercando di fuggire rubandogli l'auto parcheggiata sotto casa. Il commerciante lo aveva ferito e caricato in auto, per abbandonarlo poco dopo, a circa un chilometro da casa, dove all'alba era stato ritrovato, ferito, da un passante. Alla lettura della sentenza, molte le proteste di amici e sostenitori di Onichini.

12:54Amianto: ottavo giorno sciopero fame davanti a Montecitorio

(ANSA) - CAGLIARI, 18 DIC - All'ottavo giorno di sciopero della fame davanti alla Camera, in piazza Montecitorio a Roma, il presidente dell'associazione dei familiari dei militari e civili del comparto Difesa e della sicurezza nazionale esposti e vittime dell'amianto e altri fattori nocivi, Salvatore Garau, rientra ad Alghero. La protesta proseguirà comunque con la staffetta di altri aderenti al coordinamento, per chiedere al Parlamento che nella legge di bilancio venga inserita una norma "chiara ed equa" che superi "l'attuale matassa intricata di leggi che non tutelano familiari e vittime". "Sono tornato ad Alghero, a casa - spiega Garau - per ottemperare a un impegno formale che non poteva concludersi senza la mia presenza. Davanti a Montecitorio c'è ancora il mio impegno a manifestare un pieno e incondizionato No all'Inail. Ho perso cinque chili, ma non la determinazione a continuare a portare avanti le ragioni della lotta. Il Governo e il Parlamento dello Stato a cui ho giurato fedeltà incondizionata ci ascoltino".(ANSA).

12:53Pirati strada: arrestato dopo aver travolto e ucciso donna

(ANSA) - BOLOGNA, 18 DIC - È stato individuato dai Carabinieri il 'pirata' che sabato pomeriggio a Zola Predosa ha travolto e ucciso una pensionata di 74 anni, Lina Romagnoli, fuggendo dopo l'incidente senza prestare soccorso. Si tratta di un 51enne dello stesso paese del Bolognese, che è stato arrestato per omicidio stradale, omissione di soccorso e fuga del conducente. L'uomo si è tradito, portando a riparare in una autofficina della zona la Golf grigia danneggiata dopo l'impatto con il pedone. Ma i Carabinieri avevano già contattato tutti i carrozzieri del circondario, dopo avere repertato sul luogo dell'incidente alcuni frammenti del veicolo. Il 51enne, che dopo avere inizialmente negato le accuse ha ammesso di avere investito la pensionata, è stato posto agli arresti domiciliari. Dopo l'incidente il sindaco di Zola Predosa, Stefano Fiorini, e la nipote della vittima avevano lanciato appelli su Facebook per cercare testimoni o informazioni utili a rintracciare l'investitore. (ANSA).

12:53Germania: maltempo, cancellati 170 voli a Francoforte

(ANSA) - BERLINO, 18 DIC - Una forte nevicata ha provocato la cancellazione di 170 voli nell'aeroporto di Francoforte, il più grande scalo tedesco, nonostante le previsioni del tempo indichino un miglioramento nel corso della giornata. Le cancellazioni riguardano i voli verso Berlino, Amburgo, Monaco, Vienna, Dublino e Varsavia. I collegamenti della Delta e della Lufthansa tra Francoforte e gli Stati Uniti Delta hanno subito dei rallentamenti a causa del blackout che si è verificato stanotte all'aeroporto di Atlanta.

12:33Scherma: Cdm, Curatoli stop ai quarti a Cancun

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Luca Curatoli si ferma ai piedi del podio al Grand Prix FIE di sciabola maschile svoltosi a Cancun, in Messico. L'azzurro è stato sconfitto ai quarti di finale col punteggio di 15-12 dal sudcoreano Oh Sanguk, poi vincitore della gara. La gara di Curatoli era iniziata col successo contro il francese Fabien Ballorca per 15-10 ed era proseguita con le vittorie contro l'ungherese Nikolasz Iliasz per 15-11 e contro il tedesco Benedikt Wagner col punteggio di 15-10. Si era invece conclusa nel turno dei 16 la gara di Luigi Samele che dopo aver superato lo statunitense Jeff Spear per 15-8 e il russo Veniamin Reshetnikov per 15-9, è stato battuto 15-14 da Oh. Stop nel turno dei 32 per Aldo Montano, Dario Cavaliere, Enrico Berrè e Riccardo Nuccio. Montano è stato eliminato dallo statunitense Eli Dershwitz per 15-7, Cavaliere ha perso con l'ungherese Gemesi per 15-5, Berrè è stato sconfitto 15-10 dal tedesco Wagner, Nuccio si è arreso 15-14 col campione del mondo in carica, l'ungherese Andras Szatmari (FOTO BIZZI).

12:27Fifa: Re Arabia Saudita vede Infantino

(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Il re dell'Arabia Saudita, Salman bin Abdul Aziz Al Saud, ha ricevuto nel palazzo Al Yamamah a Riad il presidente della Fifa, Gianni Infantino. Secondo quanto riportato dal quotidiano Arab News, durante l'incontro si sarebbero discusse possibili aree di cooperazione fra la Federazione internazionale e l'Autorità Generale dello Sport dell'Arabia Saudita.

12:02Maltempo:neve in Sila e Aspromonte, temperature in picchiata

(ANSA) - CATANZARO, 18 DIC - Neve già al di sopra degli ottocento metri in Calabria e pioggia alternata a brevi schiarite nel resto della regione con le temperature in sensibile calo. Da Camigliatello a Lorica, nel cosentino, dal Lago Ampollino a Villaggio Mancuso, nella zona dell'altopiano tra le province di Catanzaro e Crotone, fino a Gambarie d'Aspromonte, le precipitazioni nevose hanno caratterizzato le ultime ore in Calabria con la colonnina di mercurio che, soprattutto nella notte, è scesa sotto lo zero. Imbiancate anche le prime vette della presila catanzarese. Qualche disagio per la circolazione viene segnalato nelle strade dell'interno montano, soprattutto nel cosentino. I mezzi spazzaneve e spargisale sono comunque operativi. Nessun problema invece sull'A2 autostrada del Mediterraneo dove comunque vige l'obbligo di catene a bordo o pneumatici da neve tra gli svincoli di Padula e Sibari e tra Cosenza e Altilia Grimaldi.(ANSA).

Archivio Ultima ora