‘Niños de la Cumbre’ avrà la sua seconda stagione

Pubblicato il 01 novembre 2013 da redazione

CARACAS – Per riferirsi alle ascensioni lo geologo tedesco Jochen Hemmleb diceva: “Durante un’ascensione di un paio d’ore, si possono sperimentare sensazioni che in altre condizioni non si proverebbero forse in un’intera settimana. I sensi sono totalmente all’erta, si sente, si odora, si respira ogni cosa, e ci si sente vivi come non mai”. Tutte queste sensazioni le hanno provate sulla propia pelle Marcus Tobia (membro di Proyecto Cumbre) e 21 adolescenti (14 venezuelani e 7 nepalesi) che hanno partecipato nel reality show ‘Niños en la cumbre’.

È stata presentata in un noto cinema della capitale venezuelana la seconda stagione del reality show ‘Niños en la Cumbre’. Questa produzione di ‘Explorat Films’ e ‘Fundación Saganmatha’ sarà trasmessa da ‘Meridiano Tv’, ogni mercoledì alle 21 dal prossimo 6 novembre, e racconterà le vicende ed esperienze di questi giovani in sei puntate.

I 21 fortunati, che hanno un’età compresa tra gli 11 ed 16 anni, si sono preparati durante dodici mesi sotto la guida esperta di Marcus Tobias, noto per le sue imprese con ‘Proyecto Cumbre’ ed anche perché é stato il primo venezuelano che ha scalato l’Everest nel 2001. La preparazione si é svolta sul ‘Pico Humboldt’ (la seconda montagna piú alta del Venezuela, 4.940 metri s.l.m.) e l’Imja Tse (6.189 metri s.l.m.), meglio noto come Island Peak, è una vetta della catena dell’Himalaya nell’est del Nepal.

Durante le sei puntate che durerà il reality show gli spettatori conosceranno oltre il profilo di ogni personaggio le esperienze acquisite durante la spedizione.

Dopo questa esperieza i 21 adolescenti capiranno meglio le parole dello scrittore inglese John Ruskin: “Sono le grandi cattedrali della terra, con i loro portali di roccia, i mosaici di nubi, i cori dei torrenti, gli altari di neve, le volte di porpora scintillanti di stelle”.

Non resta che accomodarsi sul divano di casa e prepararsi a vivere esperienze da brividi dal primo all’ultimo minuto del reality show.

Fioravante De Simone

Ultima ora

20:36Allerta Protezione Civile per temporali al Nord

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - Il transito di una perturbazione di origine atlantica sul nostro Paese determinerà, nelle prossime ore, condizioni di instabilità sui settori alpini, in progressiva estensione alle restanti regioni settentrionali, con fenomeni localmente intensi. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le Regioni coinvolte ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse. L'allerta prevede dal tardo pomeriggio di oggi precipitazioni a prevalente carattere di rovescio o temporale su Piemonte e Valle D'Aosta, in progressiva estensione a Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Veneto. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani allerta gialla su Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Valle D'Aosta, Veneto, Piemonte settentrionale e sui settori centro orientali della Lombardia.

20:36Bagnanti sardi difendono ambulante africano a Cagliari

(ANSA) - CAGLIARI, 18 AGO - Una trentina di bagnanti cagliaritani ha fatto cordone impedendo il pestaggio di un giovanissimo ambulante senegalese da parte di alcune coppie di turisti campani che si trovavano alla prima fermata del Poetto, la spiaggia di Cagliari. E' accaduto dopo le 17, nei pressi dello stabilimento Le Palmette. A causa di futili motivi il gruppetto di turisti - una decina e tutti adulti sulla cinquantina - avrebbe iniziato ad urlare contro l'ambulante, richiamando l'attenzione degli altri bagnanti. Il clima si è subito infuocato: gli aggressori avrebbero anche preso i bastoni di alcuni ombrelloni, dirigendosi verso il malcapitato ambulante. A quel punto una trentina di bagnanti del luogo si è frapposto, facendo cordone attorno al ragazzo. Il gruppetto di turisti è così andato via prima che sul posto arrivasse una pattuglia della Polizia chiamata dalle persone che hanno assistito al tentativo di aggressione.

20:28Barcellona: Malagò, 1′ silenzio nello sport italiano

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - "Nell'esprimere il proprio cordoglio alle famiglie, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha invitato le Federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate e gli enti di promozione sportiva a far osservare un minuto di silenzio in occasione di tutte le manifestazioni sportive che si disputeranno in Italia nel fine settimana per onorare la memoria di Bruno Gulotta e Luca Russo e di tutte le vittime dell'attentato terroristico avvenuto ieri a Barcellona, in Spagna". Lo rende noto un comunicato del Coni.

20:24Barcellona, Digos Viterbo: nessun mistero in vacanza Driss

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - Driss Oukabir, fratello 28enne del presunto autista killer della strage di Barcellona, Moussa Oukabir, ha trascorso in tutto una decina di giorni in provincia di Viterbo a fine agosto del 2014, ma non ci sono misteri sulla sua permanenza. A confermarlo é Monia Morelli, dirigente della Digos di Viterbo che ha sentito la donna, una 40enne viterbese, che invitò il giovane e gli pagò il viaggio dopo averlo conosciuto a Barcellona. Gli accertamenti non hanno evidenziato alcun legame con gli attentati di ieri in Catalogna. Il furgone usato per investire le vittime sulla Rambla sarebbe stato noleggiato con i documenti di Driss Oukabir, che ne ha denunciato il furto dopo l'eccidio.

20:24Russia: Putin e Medvedev in Crimea

(ANSA) - MOSCA, 18 AGO - E' iniziata la visita di Vladimir Putin in Crimea, la penisola sul Mar Nero che la Russia si è annessa nel marzo del 2014. Accompagnato dal premier Dmitri Medvedev, il presidente russo ha visitato una scuola a Sebastopoli, incontrando genitori e docenti. Poi Putin ha visitato una mostra dal titolo 'La storia di Cherson durante l'epoca classica'. Cherson (Khersones in russo) è il luogo in cui nel 988 il principe Vladimir venne battezzato per poter poi sposare la sorella dell'imperatore bizantino, Anna Porfirogenita. Tornato a Kiev, Vladimir ordinò agli abitanti di recarsi sul fiume Dnipro per ricevere il battesimo introducendo così la religione cristiana tra i suoi sudditi. Putin rende anche omaggio ai militari sovietici della 35esima batteria di difesa costiera che combatterono contro le truppe naziste, deponendo fiori davanti al memoriale dedicato a loro assieme ai centauri filo-Cremlino del gruppo 'Lupi della Notte'. In serata il presidente russo assisterà al festival 'Opera a Cherson'.

20:23Barcellona:solo nome città sulla maglia per Messi e compagni

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - I giocatori del Barcellona indosseranno una maglia particolare, contrassegnata dalla scritta 'Barcelona' al posto del nome del giocatore che la veste, per onorare la vittime della strage delle 'Ramblas' e di Cambrils, nella prima partita della Liga in programma domenica alle 20,15 nel Camp Nou contro il Betis Siviglia. E' stato lo stesso club catalano a rivelarlo, con un comunicato. Il Barcellona, prima di portare avanti quest'iniziativa, ha ricevuto una delega speciale dalla Rfef. Inoltre, il club blaugrana ha lanciato l'hashtag con lo slogan #TotsSomBarcelona, che apparirà sul petto di ogni calciatore. Inoltre, tutti i calciatori impegnati nelle partite della prima giornata della Liga, che partirà stasera, indosseranno il lutto al braccio.

20:20Incendio azienda rifiuti speciali,Usl invita restare in casa

(ANSA) - TREVISO, 18 AGO - Un vasto incendio si è sviluppato questo pomeriggio nel trevigiano all'interno di un'azienda, la Vidori Servizi Ambientali, che tratta rifiuti industriali e tossico nocivi. Molte le squadre dei vigili del fuoco impegnate per domare le fiamme, che hanno provocato un'alta nube di fumo nero, visibile da molti chilometri di distanza dalla sede dell'impianto, a Vidor (Treviso). C'è' preoccupazione da parte degli abitanti, che l'Usl 2 ha invitato a non uscire di casa per alcune ore, in attesa dei campionamenti dell'aria. L'area più coinvolta dalla propagazione dei fumi è quella di Mosnigo di Moriago della Battaglia (Treviso). A chi risieda in un raggio di due chilometri, inoltre, è stato consigliato di non raccogliere o consumare frutta e verdura proveniente dai propri orti. I tecnici dell'agenzia regionale Arpav stanno effettuando gli accertamenti sulle sostanze inquinanti disperse in aria. (ANSA).

Archivio Ultima ora