Pari e spettacolo con Real. Juve ancora in bilico

Pubblicato il 05 novembre 2013 da redazione

TORINO. – Questa volta sulla ruota di Juventus-Real Madrid è uscito il pareggio. Che le due squadre abbiano dovuto accontentarsi di un punto, non era mai successo. Accade dopo un 2-2 bello. Il punto fa molta sostanza per i blancos di Ancelotti, praticamente già qualificati per gli ottavi, è una piccola iniezione di fiducia per la Juve, costretta ancora ad inseguire, questa volta anche il Copenaghen. E’ ultima, ma potrebbe finire seconda. Dietro Ronaldo & C. c’è il vuoto. Allo ‘Juventus Stadium’, come già con il Galatasaray, si fermano al 2-2, ma questa volta l’ultimo colpo è dei bianconeri, di uno spagnolo per la precisione, Llorente. La Juventus senza lo squalificato Chiellini, con la difesa a quattro ed Asamoah sulla sinistra, parte macinando gioco e tiene a distanza il Real. Lo spettacolo resta il grande assente, ma al pubblico juventino va bene lo stesso. Pirlo suggerisce in mezzo al campo, senza avere grandi antagonisti, Tevez cuce le trame da sinistra, dove Ronaldo è chiuso tra Pogba e Asamoah. A destra, dove agiscono Marcelo e Modric, i bianconeri sembrano meno appariscenti, ma c’è sempre Vidal in agguato. Ronaldo, subissato di fischi e di insulti ad ogni tocco di palla, sembra destinato a portare la croce, ma è proprio lui il primo a liberarsene, al 10’ con un diagonale velenoso sul palo più lontano, replicando al primo tiro della partita, scoccato alto da Pogba al 5’. Llorente non trova il guizzo vincente, Vidal preferisce l’appoggio allo spagnolo in mezzo all’area, oppure è Pirlo a non trovare le misure di assist e lanci con i compagni. La porta di Casillas rischia di venire abbattuta al 17’: Pogba mette in mezzo e Pepe, per anticipare Llorente, rischia l’autogol: rimedia il portierone delle ‘merengues’. Ancelotti cerca di creare confusione con lo svariare in attacco delle tre punte. La Juve passa con un rigore: Varane tocca una gamba di Pogba, quando il francese bianconero aveva già perso il pallone. Ma a scelta di Webb di dare il rigore pare corretta. Vidal piazza il pallone all’incrocio, alla sinistra di Casillas, che pure aveva intuito la direzione del tiro. Il Real non sembra in gran serata, ma al 45’ ecco il pareggio, su cross da sinistra, non arriva soltanto perché Benzema e Ronaldo finiscono uno sui piedi dell’altro quando c’è da battere verso la porta di Buffon. Ma CR7 non può fallire al 7’ st, quando Caceres passa sciaguratamente all’indietro: è lui stesso a sfiorare la palla con la punta di una scarpa e indirizzare la palla a Benzema: il francese sforna l’assist per Ronaldo, che batte Buffon in uscita e pareggia il conto. La Juventus incassa con fatica, il Real ribalta il risultato: lancio millimetrico sulla fascia sinistra per Ronaldo che smarca Bale: ‘mister 110 milioni’ si beve Asamoah e raddoppia. La Juve sbanda, ma non si abbatte e rimedia il pari 6’ dopo con un cross di Caceres che Llorente di testa trasforma in gol, anticipando Varane, tagliato fuori senza pietà dallo spagnolo. La partita si infiamma, con continui capovolgimenti di fronte: è Barzagli a disturbare il tiro di Benzema: il pallone passa vicino al palo sinistro. Poi Caceres contra Ronaldo e gli fa sentire i tacchetti a centrocampo, ma CR7 è ancora pericoloso su punizione, dopo che Ancelotti ha sostituito Xabi Alonso con Illaramendi. Il Real spinge e la Juve si salva pregando ad un quarto d’ora dalla fine, quando il Real aumenta la pressione. Ma è Casillas a doversi salvare con i pugni su una sventola di Tevez: per sfortuna di Conte, Llorente non è reattivo per un tap-in. L’azione più bella la costruisce Marchisio: due tiri a botta sicura: Casillas e Pepe respingono. Ancelotti, nel frattempo, toglie Bale. Entra Quagliarella per Tevez e scappa in contropiede, ma è fermato in fuorigioco. Finisce 2-2. La Juve resta ultima nel girone, ma la qualificazione non è un miraggio.

Ultima ora

06:52Usa: elezioni Alabama, vince democratico Jones

(ANSA) - WASHINGTON, 13 DIC - Doug Jones vince le elezioni in Alabama per un seggio al Senato americano. La vittoria del democratico e' uno schiaffo per il presidente Donald Trump, che aveva appoggiato il candidato Roy Moore nonostante la controversia sollevata dalle accuse di molestie sessuali. Duro colpo anche per il partito repubblicano che perde un prezioso voto al Senato, dove deteneva una maggioranza gia' limitata a 52 seggi su 100. "Il popolo dell'Alabama ha piu' in comune di cio' che lo divide. Abbiamo mostrato non solo all'Alabama ma al Paese che possiamo essere uniti", ha dichiarato Jones dopo la vittoria. Trump reagisce su Twitter all'esito del voto, mostrando fair play e congratulandosi con Jones: "I repubblicani avranno un'altra chance per questo seggio molto presto. Non finisce mai!".

22:58Calcio: Buffon, Juve sta bene nel mucchio selvaggio in testa

(ANSA) - MILANO, 12 DIC - La Juventus "sta bene nel mucchio selvaggio" in testa al campionato, e "non deve sottovalutare" il Tottenham in Champions League. Gianluigi Buffon analizza la doppia corsa, sottolineando che per i bianconeri "è un bel momento". "Pur non vincendo una gara importante contro l'Inter, i risultati delle altre ci hanno dato una grossa mano a vedere il bicchiere mezzo pieno e a far sì che si sia creato questo mucchio selvaggio in testa alla classifica. È chiaro che diventa un campionato più avvincente e noi secondo me ci sentiamo meglio in una posizione così ravvicinata alla testa della classifica", ha notato il capitano juventino a margine dei Gazzetta Sports Awards. "Il Tottenham è una squadra da prendere con le molle, ha tanta fisicità in quasi tutti i singoli e grande tecnica in cinque o sei elementi. Di solito impone alla gara un ritmo forsennato, di conseguenza sulle due gare è un avversario veramente temibile e da non sottovalutare".

22:44Donna dell’Agrigentino festeggia 106 anni con sorella di 112

(ANSA) - CANICATTI' (AGRIGENTO), 12 DIC - Altro compleanno ultracentenario a Canicattì (Ag) in casa Cammalleri. Attorniata dai familiari, tra cui la sorella Diega "Deddè" di 112 anni e la cognata di 94, ha festeggiato le sue 106 primavere Fifì Cammalleri, nata il 12 dicembre 1911. Le due sorelle vivono nella stessa casa. Nell'ottobre dello scorso anno, per i suoi 111 anni, Diega, che è stata a lungo insegnante, ricevette una medaglia d'oro dall'allora ministro dell'Istruzione Stefania Giannini. In quell'occasione l'interessata disse di non aver mai punito i suoi alunni "ma se necessario li ho solo corretti". Ai festeggiamenti di oggi erano presenti i numerosi nipoti delle due sorelle, anche loro avanti in età. (ANSA).

22:39Tap: Emiliano, Governo incosciente, presenteremo esposto

(ANSA) - BARI, 12 DIC - "I fatti accaduti in Austria hanno dimostrato che le preoccupazioni della Regione Puglia hanno un fondamento evidente che ci obbligherà nei prossimi giorni a sottoporre alla Procura della Repubblica competente un esposto che mira a salvaguardare l'incolumità pubblica dalla incosciente decisione del Governo di ritenere non assoggettabile alle direttive Seveso l'impianto Tap". In una nota, il presidente della Puglia, Michele Emiliano, replica al ministro dello Sviluppo Carlo Calenda, che aveva criticato le rimostranze della regione sul gasdotto Tap. Per Emiliano, "di incoscienza collettiva evidentemente si tratta se è vero che il Ministro Calenda dalle notizie della vittima e dei 21 feriti in Austria trae lo spunto solo per ribadire che il TAP è necessario proprio per sopperire alla temporanea carenza di gas distribuita nel Nord Europa ove dovessero ripetersi incidenti analoghi a quello accaduto oggi". "Si tratta con ogni evidenza - rimarca Emiliano - di un caso di strabismo politico".

22:06Calcio: Mondiale club, 1-0 al Pachuca dts, Gremio in finale

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - I brasiliani del Gremio si sono qualificati alla finalissima del Mondiale per club battendo 1-0 i messicani del Pachuca dopo i tempi supplementari del match giocato ad Al Ain, stadio Hazza bin Zayed, negli Emirati Arabi Uniti. Decisivo il gol di Everton al 5' del primo tempo supplementare dopo che i 90' regolamentari si erano conclusi a reti inviolate. La squadra allenata dall'ex romanista Renato affronterà la vincente dell'altra semifinale tra Real Madrid e l'Al-Jazira in programma domani.

21:53Terremoto: Boldrini a delegazione Camerino,vi resterò vicina

(ANSA) - CAMERINO (MACERATA), 12 DIC - "Quello che ho visto nelle vostre terre non lo dimenticherò mai, anche perché la vostra terra è anche la mia terra. Abbiamo fatto molto e sono consapevole che molto di più c'è ancora da fare. Siamo arrivati a fine legislatura, ma io, qualunque sarà il mio ruolo in futuro, continuerò a esservi vicina. Questa è la mia promessa". Sono le parole, si legge in una nota del Comune di Camerino, che la presidente della Camera Laura Boldrini ha rivolto a una delegazione di cittadini camerti, ricevuta in visita a Montecitorio. Insieme al sindaco Gianluca Pasqui c'erano rappresentanti di scuole, associazioni e dell'Università. Pasqui ha anche preso parte alla riunione del Comitato legislativo, ricordando che ''se davvero si vuole fare il bene dei Comuni terremotati bisogna entrare nello specifico delle singole realtà''. "Ho chiesto di rivedere il cratere sismico - ha detto il sindaco -. Non è possibile che ogni comune venga curato alla stessa maniera, che a più malati venga data la stessa medicina. Dobbiamo intervenire con decisione affinché il cratere venga rivisto, senza escludere nessuno, ma intervenendo con le necessarie indicazioni in base alle necessità. Le differenze ci sono e le istituzioni le devono evidenziare affinché parta quella ricostruzione che oggi sembra ancora un miraggio".

21:52Ap: direzione vota documento separazione consensuale

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - Il documento per la separazione consensuale di Ap, che mantiene al momento invariati i gruppi parlamentari, è stato votato all'unanimità dalla Direzione Nazionale.

Archivio Ultima ora