Higuain doma il Marsiglia, il Napoli vede gli ottavi

NAPOLI – Ci vuole un super Higuain per domare il Marsiglia, ma alla fine il Napoli porta a casa l’ennesima vittoria in Champions.

La partita è aspra e combattuta perchè i francesi vendono cara la pelle. Ma gli azzurri hanno voglia di vincere ed alla fine, pur se con qualche affanno, riescono a superare gli avversari.

Una vittoria importante che, per il momento, basta soltanto a garantire la matematica qualificazione per l’Europa League. Se andasse male negli ultimi due appuntamenti di Champions, a Dortmund e al San Paolo con l’Arsenal, il Napoli rimarrebbe comunque nel giro europeo, pur se entrando, per così dire, dalla porta di servizio. Ma i conti che a Benitez non piacciono che basterebbe un pareggio a Dortmund per la matematica qualificazione agli ottavi.

Benitez pensa al match con la Juventus e nonostante l’importanza della partita, applica anche in questa circostanza, il solito turn over. Lascia in panchina Hamsik e Berhami che sostituisce con Dzemaili e Pandev. L’assenza che si nota di più è quella dello svizzero perchè troppo spesso il Marsiglia riesce a presentarsi minaccioso ai limiti dell’area di rigore e Dzemaili non è in grado di contrastare sul nascere le azioni degli avversari.

Il Marsiglia inizialmente è coraggioso e quasi sfrontato e d’altronde non ha nulla più da perdere in questa Champions e può anzi deve rischiare il tutto per tutto.

La squadra di Baup riesce anche a passare in vantaggio su calcio da fermo, grazie ad una disattenzione di Maggio che, a centro area, si fa anticipare da Andrè Ayew su traversone dalla bandierina e gli consente di schiacciare di testa in rete. La reazione degli uomini di Benitez si fa attendere una decina di minuti dopo i quali il Napoli colpisce con cinismo, con fermezza e con precisione chirurgica.

In appena tre minuti gli azzurri ribaltano il risultato. Ci pensano Inler con una conclusione da fuori e Higuain con un tiro al volo da distanza ravvicinata a rimettere le cose a posto.

La prima fase della ripresa ricalca quanto era accaduto nella precedente frazione di gioco. Il Marsiglia parte infatti con il piglio giusto e mette in difficoltà il Napoli soprattutto sulla trequarti di campo. In area di rigore, per la verità, i francesi si affacciano raramente e Reina non è costretto mai a fare gli straordinari. La manovra del Napoli in questa fase della gara è involuta ed a volte perfino impacciata.

Gli automatismi del gioco offensivo della squadra di Benitez si arrugginiscono con il trascorrere dei minuti e la situazione sembra precipitare quando il Marsiglia, complice una clamorosa disattenzione difensiva di Armero, raggiunge il pareggio. A questo punto per rimettere a posto le cose serve la giocata di un top player e chi altri, se non Higuain, potrebbe trovare il colpo vincente? L’argentino, infatti, si fa trovare pronto al posto giusto e al momento giusto su una imbeccata di Mertens. Il Pipita mette il sigillo ad una vittoria che, visto l’esito dello scontro fra titani a Dortmund, conclusosi con la vittoria dell’Arsenal, consente al Napoli di rimanere in testa alla classifica del girone, insieme con i londinesi. La qualificazione potrebbe sembrare ora più vicina ma in realtà non è così. A Dortmund ci sarà da lottare e da soffrire ed una sconfitta in Germania potrebbe pregiudicare molto del cammino fatto fin qui. Ora però è il momento di godersi la vittoria, ma non troppo. Fra tre giorni è in vista un’altra battaglia, questa volta in campionato sul campo della Juve.

Condividi: