Nassiriya: 10 anni dalla strage, ricorrenza tra le polemiche

Pubblicato il 12 novembre 2013 da redazione

ROMA. – Una ferita che sanguina ancora, quei 19 italiani uccisi da un attentato alla base Maestrale di Nassiriya il 12 novembre 2003. E ieri, nel decennale della strage, assieme alle commemorazioni ed al dolore che si rinnova, c’è stato anche spazio per le polemiche: dalla rabbia di alcuni parenti dei caduti che reclamano la medaglia d’oro al valor militare per i loro cari, all’appello di una deputata M5S, che ha invitato a ricordare tra le vittime anche il kamikaze. Mentre il capo dello Stato Giorgio Napolitano ha rivolto un pensiero “ai 19 italiani tragicamente caduti in quell’efferato, gravissimo attentato ed agli iracheni che con essi perirono, vittime di una stessa inaccettabile e vile barbarie”. La Giornata del ricordo dei caduti nelle missioni di pace è iniziata alle 10.30 con la deposizione di una corona d’alloro all’Altare della Patria da parte del ministro Mauro. Poi la messa nella basilica di Santa Maria in Ara Coeli al Campidoglio, celebrata dall’ordinario militare per l’Italia, monsignor Santo Marcianò, alla presenza – tra gli altri – dei presidenti di Senato e Camera, Pietro Grasso e Laura Boldrini. Successivamente il ministro, presente anche il sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha deposto una corona d’alloro alla stele commemorativa al Belvedere Caffarelli al Campidoglio. “L’Italia – ha detto Mauro – non dimentica i suoi figli che hanno dato la vita per la pace. A dieci anni dalla strage abbiamo capito una volta di più che non si è trattato di una guerra ma di una missione internazionale di pace e che questo strumento della comunità internazionale e frutto del mandato della nostra Costituzione, è il modo con cui le guerre le combattiamo”. Nel pomeriggio il ministro ha consegnato ai parenti delle 19 vittime la ‘Medaglia della riconoscenza’, un modo, ha sottolineato, “con cui questo Paese intende ricordare che la democrazia e la libertà hanno un prezzo carissimo, la vita di molti italiani”. Ma proprio il valore solo ‘simbolico’ della medaglia è stato contestato da alcuni dei familiari delle vittime presenti alla cerimonia, che dal 2003 si battono invece per far ottenere ai loro cari la massima onorificenza per i caduti in divisa, la Medaglia d’oro al valor militare. Un riconoscimento che dà anche diritto ad un vitalizio nell’ordine di circa mille euro mensili e ad agevolazioni nei concorsi pubblici. Medaglia che non è stata mai concessa per un’interpretazione della legge che la vuole assegnata agli “autori di atti di eroismo militare” ed essere di guardia ad una base nel deserto iracheno non rientra evidentemente negli atti di eroismo. Maria Cimino, madre di Manuele Ferraro, soldato morto a Nassiriya, non ci sta. “Noi – lamenta la donna – ci siamo battuti per avere un riconoscimento al valor militare ed il ministro era d’accordo, ma altri si sono opposti. Manuele e gli altri hanno pagato con la vita dando valore al tricolore e quindi meritavano una medaglia al valore militare”. Sulla stessa linea Marco Intravaia, figlio del carabiniere Domenico, anche lui morto nella strage. “Dieci anni fa – ricorda – tutta Italia ha riconosciuto quei morti come eroi, perché hanno affrontato con coraggio e determinazione quella missione in Iraq. Mi auguro quindi che oggi chi di competenza, dal ministro della Difesa al capo dello Stato, si renda conto che i nostri morti meritano quella medaglia, che è il riconoscimento da parte dello Stato del valore morale del sacrificio di quei ragazzi”. E la polemica si infiamma anche in Parlamento, per l’intervento della deputata grillina Emanuela Corda. “Nessuno – lamenta – ricorda il giovane marocchino che si suicidò per portare a compimento quella strage: quando si parla di lui, se ne parla solo come di un assassino, e non anche come di una vittima, perché anch’egli fu vittima oltre che carnefice”. Attacca subito Massimiliano Fedriga (Lega Nord) “I 5 stelle – accusa – giustificano i kamikaze islamici. È una vergogna”. Per il deputato di Scelta Civica Domenico Rossi “di fronte a ciò non ci sono valutazioni da esprimere ma solo da gridare con forza: Vergogna!”. Anche Ignazio La Russa (Fdi), parla di intervento “vergognoso” e definisce “ancora più grave il totale silenzio dell’Aula a queste ignobili parole”.

(Massimo Nesticò/ANSA)

Ultima ora

11:38Alfano, sostegno a Gentiloni, purché non viri a sinistra

(ANSA) - ROMA, 29 MAR - "Il governo Gentiloni, finché non fa virate a sinistra insostenibili è un governo che va sostenuto e che vogliamo portare avanti". Lo ha detto il ministro degli Esteri Angelino Alfano, intervistato su Rtl. Per questo, ha aggiunto, "invitiamo Gentiloni a difendere tutte le conquiste riformatrici di questi anni. Noi garantiamo il sostegno al governo ma ci distinguiamo da una sinistra che vuole fare marcia indietro su riforme importanti".

11:32Violenza sessuale e truffa, arrestato psichiatra Aosta

(ANSA) - AOSTA, 29 MAR - Per violenza sessuale, truffa pluriaggravata, peculato e corruzione per atti contrari ai doveri d'ufficio, la guardia di finanza di Aosta ha arrestato uno psichiatra nei confronti del quale era stata emessa un'ordinanza di custodia cautelare dal gip. Al medico sono stati concessi gli arresti domiciliari. Le indagini sono state svolte con l'uso di telecamere nascoste negli studi ambulatoriali che l'Usl aveva messo a disposizione del sanitario e hanno documentato episodi di violenza sessuale e corruzione nei confronti di pazienti psichiatrici affidati alle sue cure dal Servizio sanitario nazionale. "Il medico ha inoltre abusato della propria funzione consegnando ai pazienti farmaci ospedalieri nella sua disponibilità in ragione del suo servizio e in cambio di denaro" aggiungono le Fiamme gialle. Infine il medico è accusato di aver rilasciato certificati sanitari falsi destinati al rinnovo delle patenti di guida di propri pazienti, omettendo di rilevarne le patologie psichiatriche". (ANSA).

11:31Yara, appello per Bossetti a Brescia il 30 giugno

(ANSA) - MILANO, 29 MAR - È stato fissato al 30 giugno davanti alla Corte d'assise d'appello di Brescia il processo a carico di Massimo Bassetti, condannato all'ergastolo in primo grado per l'omicidio della tredicenne Yara Gambirasio. La Corte d'assise d'appello sarà presieduta da Enrico Fischetti, a latere il consigliere Massimo Vacchiano.

11:27Furti e rapine in serie, in carcere intera famiglia

(ANSA) - CASERTA, 29 MAR - I carabinieri di Casal di Principe (Caserta) hanno arrestato su ordine del Gip del Tribunale di Napoli Nord 19 persone, tra cui i cinque membri di una stessa famiglia residente a Giugliano in Campania (Napoli), composta da padre, madre, figlio e due generi, ritenuti responsabili di almeno nove rapine e dieci furti compiuti quasi interamente nel 2016 - due gli episodi accertati nel 2015 - tra le province di Napoli e Caserta per un bottino totale di oltre 100mila euro. A organizzare i colpi era il 56enne Pasquale Cuciniello di Giugliano, aiutato dalla moglie di 51 anni Carmela Ciriano, dal figlio 24enne Luigi e dai mariti delle due figlie; ai singoli colpi, è emerso, hanno preso parte di volta in volta varie persone, per lo più ragazzi di 20 anni residenti tra Mugnano e Villaricca.

11:13Basket: Nba, Golden State senza rivali, batte anche Houston

(ANSA) - ROMA, 29 MAR - I Golden State Warriors continuano a dettare legge in Nba: Ultima vittima stanotte gli Houston Rockets battuti 113-106 nella sfida più attesa. Fra i padroni di casa, grande serata di Stephen Curry, che ha messo a segno 32 punti (con 10 rimbalzi e 7 assist). Sul fronte avverso ce l'ha messa tutta James Harden, andato pure in tripla doppia (24 punti, 13 rimbalzi e 11 assist), ma i Warriors sono stati decisamente più forti e portano a casa la 60ma vittoria stagionale. Nelle altre sette partite della notte Nba, si segnala l'importante vittoria, per un solo punto di differenza, 97-96, dai Miami Heat contro i Detroit Pistons. Vittoria che consente a Miami di guardare ancora con fiducia ai playoff. Vittoria per un solo punto di differenza anche per Minnesota, 115-114, ai danni degli Indiana Pacers. In chiave italiana, serata negativa per il Denver di Danilo Gallinari battuto in casa 122-113 da Portland. E pure per gli Hornets di Marco Belinelli, superati 118-108 da Milwaukee. E i playoff si allontanano. (ANSA).

11:10Terremoti: scossa magnitudo 6,6 in Russia

(ANSA) - ROMA, 29 MAR - Una scossa di terremoto di magnitudo 6,6 ha colpito oggi la penisola di Kamchatka, nell'estremo oriente russo. L'epicentro del sisma, riporta l'Istituto geofisico americano (Usgs), e' stato registrato 78 chilometri a nordest di Ust'-Kamchatsk Stary mentre l'ipocentro e' stato calcolato a una profondità di 22,8 chilometri. Per ora non si hanno notizie di feriti o danni. La stessa zona, sempre oggi, e' stata colpita da altre due scosse minori, di magnitudo 5,2 e 4,9. Il centro di monitoraggio Sakhalin ha emesso un avviso di un possibile tsunami in seguito al forte terremoto: lo riporta il sito dell'emittente RT.

11:07Brexit: May, ‘rappresento anche i cittadini Ue’

(ANSA) - LONDRA, 29 MAR - Theresa May si impegna a "rappresentare ogni persona in tutto il Regno Unito, inclusi i cittadini Ue". E' quanto la premier britannica, secondo le anticipazioni dei media, affermerà nel suo intervento alla Camera dei Comuni annunciando l'avvio alla Brexit. Secondo la leader conservatrice, i milioni di residenti europei nel Regno "hanno fatto di questo Paese la loro casa".

Archivio Ultima ora