Egitto: La primavera araba ha peggiorato le condizioni di vita delle donne

Pubblicato il 12 novembre 2013 da redazione

IL CAIRO. – Dopo la Primavera araba, l’Egitto è diventato il Paese peggiore in cui essere donna nel mondo arabo. Lo afferma la Fondazione Thomson Reuters che ha analizzato i 22 Stati membri della Lega Araba e alla fine ha messo l’Egitto addirittura dietro l’Arabia Saudita e l’Iraq. Hoda Badran, egiziana, femminista storica, presidente dell’Alleanza delle donne arabe, non è assolutamente soddisfatta della condizione della donne in Egitto, ma al tempo stesso ritiene “esagerato” il rapporto della Fondazione. Lo studio parla di violazioni generalizzate dei diritti, di abusi sessuali, di un numero record di mutilazioni genitali. E denuncia che le speranze di un miglioramento dei diritti femminili suscitate dalla Primavera araba sono state del tutto disattese. E in molti casi il quadro è decisamente peggiorato. Hoda Badran non lo nega ma afferma anche: “Mi sembra che questo rapporto sia un po’ politicizzato. Non voglio dire con questo di essere soddisfatta per la condizione della donna in Egitto, ma piazzarlo dietro a paesi come il Sudan e la Somalia mi sembra un po’ troppo”, dice all’Ansa. “Malgrado tutte le difficoltà le donne egiziane sono state in prima fila nelle piazze nella rivoluzione del 25 gennaio e in quella del 30 giugno di quest’anno. Sono riuscite – aggiunge Hoda Bodran – ad uscire dal loro silenzio. Il vero problema è la scarsa rappresentanza femminile nelle istituzioni e nella politica, dal parlamento ai consigli comunali. La colpa è nella radicata cultura basata sulla supremazia maschile. Per questo le donne mancano di esperienza in questi settori ed è per questo che sostengo con forza l’adozione di quote rosa nel sistema politico. Per un periodo limitato, in modo tale che le donne possano finalmente assumere il loro ruolo nella società”. Il ruolo della donna è al centro di una polemica aperta e attuale proprio in questi giorni in Egitto dove il cosiddetto comitato dei 50 sta riscrivendo la nuova Costituzione. Non vi sono rappresentati i Fratelli musulmani ma ci sono gli esponenti delle forze salafite e le donne sono il 10%. “Sono scioccata dalla debolezza del comitato di fronte agli islamici e soprattutto dall’arrendevolezza delle cinque partecipanti donna, che nemmeno protestano. Farebbero meglio a dimettersi”, dice. “Il problema deriva da certe interpretazioni dell’Islam che sono state sfruttate dagli islamici per tenere le donne come cittadini di seconda classe, parecchi passi indietro rispetto agli uomini. Fino a quando avremo paura degli islamici e fino a quando questa paura si ripercuoterà sulle donne?”, si chiede l’attivista. Badran cita l’esempio dell’articolo 11 della costituzione sulla rappresentanza femminile in Parlamento. La nuova versione stabilisce che ci sia una rappresentanza “adeguata”, una formulazione troppo debole, attacca la veterana del femminismo in Egitto. “Faccio appello a tutte le donne a unirsi alla nostra manifestazione domani (oggi, ndr) davanti al Consiglio consultivo (la camera alta del parlamento, ndr) per contestare questa nuova formula della Costituzione. E’ ora che anche noi contiamo in Parlamento”.

Ultima ora

15:20Tennis: ranking Wta, Vinci si conferma migliore azzurra

(ANSA) - ROMA, 20 FEB - Roberta Vinci si conferma 25/a, prima delle azzurre, nella classifica mondiale Wta aggiornata oggi. La tarantina, che sabato ha compiuto 34 anni, è stata eliminata al primo turno del torneo di Dubai, battuta ieri per 3-6, 7-5, 6-3, dalla ceca Kristyna Pliskova (sorella di Karolina). Per quanto riguarda le altre italiane, con gli scivoloni all'indietro di Sara Errani (93/a) e Francesca Schiavone (153/a), la seconda miglior piazzata è ora Camila Giorgi, 73/a. Nessuna novità, invece, nella top 10, con Serena Williams tornata al comando dopo gli Australian Open e alla 312/a settimana complessiva da numero 1. Al secondo posto c'è sempre la tedesca Angelique Kerber e al terzo, molto distanziata, la ceca Karolina Pliskova.

15:05Basket:All Star Game Nba,vince Ovest,A.Davis segna 52 punti

(ANSA) - NEW ORLEANS (USA), 20 FEB - Quello del 2017 sarà ricordato come l'All Star Game Nba del record di segnature: l'idolo di casa Anthony Davis, star dei Pelicans, ha segnato 52 punti, diventando il miglior marcatore di sempre in questa partita. Il precedente record era del grande Wilt Chamberlain con i 42 punti segnati nel match del 1962. Inutile dire che Davis è stato anche premiato come 'Mvp', miglior giocatore della sfida di ieri notte, e ha alzato il trofeo davanti ai suoi tifosi, come successe a Kobe Bryant nel 2011 a Los Angeles. In questa sfida in cui le stelle che si sono avvicendate sul parquet non hanno praticamente mai difeso, la selezione dell'Ovest ha battuto quella dell'Est per 192-182. "La prossima volta di punti ne segnerà 100 - ha scherzato Davis dopo il match -. Intanto è stato tutto assolutamente fantastico. Era proprio quello che mi ero messo in testa di fare, e i compagni sono stati straordinari e mi hanno aiutato tantissimo. Volevo il premio Mvp per i tifosi, per questa città e questa franchigia".

14:54Incendio palme: testimone, ho cercato di fermare il vandalo

(ANSA) - MILANO, 20 FEB - "Una testimone si è fatta avanti raccontando di aver visto sabato notte un giovane italiano ben vestito, con indosso un montgomery, che stava dando fuoco alle palme. Lo avrebbe rincorso e gli avrebbe chiesto conto di quanto stava facendo. La ringraziamo per il senso civico che ha dimostrato intervenendo prontamente e raccontando tutto alla Polizia locale". Lo rende noto l'assessore alla Sicurezza Carmela Rozza. "Stiamo analizzando anche i video forniti dai privati delle telecamere rivolte verso piazza Duomo - aggiunge il comandante della Polizia locale Antonio Barbato -, per cercare di avere una chiara immagine del volto del giovane che, dopo aver acceso il fuoco, sembra si sia diretto verso la Galleria". "Fossi in lui - conclude l'assessore - eviterei di farmi rintracciare dalla Polizia locale e mi presenterei chiedendo scusa per il danno fatto, sia reale sia di immagine alla città di Milano".

14:41Università: Bologna, protesta studenti prosegue a oltranza

(ANSA) - BOLOGNA, 20 FEB - Prosegue a Bologna la protesta di 'Quelli del 36', gli studenti guidati dal Collettivo universitario autonomo, contro lo sgombero e la chiusura della biblioteca di Discipline umanistiche. Oggi in cinquanta si sono ritrovati davanti all'ingresso della biblioteca per una pacifica dimostrazione. 'Armati' di libri, appunti e dispense (Flaubert, Gramsci, Brecht e Garcia Marquez alcuni degli autori esposti) e con lo striscione 'Vogliamo il 36 libero', hanno ribadito la loro conditio sine qua non: la riapertura della biblioteca senza tornelli. I collettivi infatti contestano la decisione dell'Università di filtrare con dei tornelli gli accessi alla biblioteca di lettere, in via Zamboni 36. Sulla questione domani si riunirà il Senato accademico: 'Quelli del '36' hanno annunciato alle 13 un presidio in attesa delle decisioni dell'organo accademico, confermando inoltre la terza assemblea degli studenti per le 19 di mercoledì. (ANSA).

14:41San Severo, ‘città in ginocchio per rapine’

(ANSA) - BARI, 20 FEB - "Le rapine mettono in ginocchio la città" di San Severo (Foggia): per questo, il sindaco, Francesco Miglio, ha scritto una lettera al Ministro dell'Interno, Marco Minniti, chiedendo l'istituzione di "un dipartimento della Dia (Direzione investigativa antimafia) nella provincia di Foggia". Nella lettera, firmata anche dall'assessore alla sicurezza, Raffaele Fanelli, il sindaco ha evidenziato "il continuo perpetrarsi di rapine ai danni di esercizi commerciali - supermercati, tabaccherie e negli ultimi giorni anche farmacie - che hanno creato uno stato di estremo disagio e grande sofferenza nella popolazione sanseverese". Secondo il sindaco, "l'insicurezza si sta diffondendo a macchia d'olio fra i cittadini con la relativa paura talora di poter svolgere i più elementari servizi necessari alla sopravvivenza".

14:37Elezioni: Grillo, voto a giugno, pazienza italiani ha limite

(ANSA) - ROMA, 20 FEB - "Gli italiani porteranno ancora pazienza, perchè noi italiani siamo così, siamo persone per bene. Ma tutto ha un limite. Il limite è settembre, quando i parlamentari, dopo tutta questa farsa, si intascheranno finalmente la pensione. A quel punto la pazienza sarà esaurita. Ci sarà l'armageddon dei partiti". E' quanto si legge in un post sul blog di Beppe Grillo dal titolo "La pazienza degli italiani ha un limite #LasciatemiVotare", ribadendo il voto a giugno. Il post si chiude con dei versi sulla falsariga di "L'italiano" di Toto Cutugno che ribadiscono la richiesta del voto.

14:31Francia: ladri a Parigi a casa della famiglia di Bin Laden

(ANSA) - PARIGI, 20 FEB - Sono passati dal tetto i ladri che venerdì sono entrati nell'appartamento parigino della famiglia Bin Laden, che si trova nella lussuosa avenue Montaigne, nell'8.o arrondissement di Parigi, ma la cassaforte era vuota. E' quanto si apprende dalla stampa francese: i ladri sarebbero entrati nell'appartamento al quarto piano di 200 metri quadrati, dal tetto, sfondando poi una finestra. In casa non c'era nessuno e nella cassaforte non c'era nulla. Si ignora se i ladri fossero a conoscenza del fatto che la casa sia affittata dalla ricchissima famiglia Bin Laden. E' stata aperta un'inchiesta dalla Polizia giudiziaria parigina.

Archivio Ultima ora