Festival Europeo dei Solisti 2013: Le melodie del talento giovane a Caracas

CARACAS.- In occasione del Festival Europeo dei Solisti 2013, la giovanissima artista italiana Ylenia Cimino è stata chiamata ad esibirsi in due concerti nel Corso del prestigioso evento che si è svolto a Caracas dal 19 al 24 novembre. La kermesse è stata organizzata dalla delegazione dell’Unione Europea in Venezuela, la Fondazione Musicale Simón Bolívar e gli istituti culturali tra cui l’Istituto Italiano di Cultura di Caracas. Presenti all’inaugurazione: l’Ambasciatrice dell’Unione Europea, Aude Maio-Coliche, la Direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura, Luigina Peddi, e svariati rappresentanti delle diverse Ambasciate.

Ylenia ed altri 5 giovani musicisti d’Europa: Anabel Montesinos, Vasilios Manis, Bernhard Mitmesser, Michal Karol Szymanowski e Ismael Margain, sono giunti nella capitale per offrire esibizioni gratuite, accompagnati dalle orchestre giovanili del “Sistema Simón Bolívar”.

Il pomeriggio del primo concerto, in cui si sono presentati tutti i solisti presso la Piazza Bolívar di Chacao, è stato freddo e piovoso e benché tutto fosse a posto per l’inizio, la pioggia non smetteva di cadere sugli alberi e sulle sedie che sono rimaste inzuppate. Quando il cielo si è stancato della pioggia, l’evento è iniziato. La prima a parlare è stata Gisela González, rappresentante dell’ufficio della Commissione Europea a Caracas, che ha ringraziato tutti i presenti e coloro che hanno curato l’organizzazione.

Anabel Montesinos, chitarrista spagnola, è stata la prima a deliziare il pubblico con “Canço del lladre” di M. Llobet e variazioni op. 9 di Fernando Sor.

Poi, Michat Karol Szymanowsky, polacco, e Ismaël Margain, francese, hanno mostrato tutte le loro abilità con il pianoforte. I movimenti delle loro mani erano  seguiti dagli occhi di un pubblico ipnotizzato.

Ylenia Cimino, la più giovane dei musicisti, ha fatto sì che il pubblico si alzasse in piedi per applaudire dopo le due interpretazioni. La prima canzone è stata composta da Marcello Benedetto e la seconda da P. Morlacchi. Nata  a Polla, Salerno, appena 16 anni fa, Ylenia ha vinto diversi e prestigiosi concorsi nazionali ed internazionali come il “S. Gazzelloni” nel 2012, il Concorso Internazionale “L. Denza” a Castellammare di Stabbia, Napoli, ed il Concorso “E. Krakamp” nel 2010. Inoltre, è stata sulla copertina della rivista internazionale Falaut nº55 ottobre-dicembre. Grandi virtuosi del flauto come M.Larrieu, P.L. Graf, J.L. Gerard, B. Grossi e N. Shimizu hanno definito il suo talento come «vero e straordinario, un genio del colore».

Il concerto, conclusosi con le presentazioni del clarinettista austriaco Bernhard Mitmesser ed il baritono tedesco Vailios Manis – entrambi accompagnati da Ismaël Margain – avrebbe dovuto essere trasmesso in diretta da twitradio.me. Purtroppo, però, le condizioni climatiche non lo hanno permesso.

Ogni giovane è riuscito a trasmettere, attraverso la drammaticità dei propri gesti,  l’amore ed il rispetto verso la musica. Tutti i presenti si sono infatti resi conto che le melodie ed i ritmi che hanno esternato sono soltanto una piccola parte della passione che cullano dentro sé.

 

Yessica Navarro & Arianna Pagano

Condividi: