Premio Campiello 2014, il bando aperto anche ai residenti all’estero

ROMA- Edizione numero 19 per il Premio Campiello Giovani. Il concorso, riservato a giovani di età compresa fra i 15 e i 22 anni residenti in Italia e all’estero, ha come oggetto un racconto in lingua italiana.

Il racconto deve avere una lunghezza minima di 10 cartelle e massima di 20 cartelle. Si può partecipare con un solo elaborato. Non sono ammessi lavori collettivi.

I partecipanti devono inviare il proprio racconto in 4 copie alla Segreteria della Fondazione Il Campiello (Via Torino, 151 C – 30172 Mestre – Venezia) entro il 15 gennaio 2014 (fa fede il timbro postale).

L’elaborato non deve essere rilegato e le pagine (carattere Times New Roman, corpo 12, interlinea due) devono essere numerate. Sull’intestazione deve comparire soltanto il titolo, mentre in una busta chiusa allegata devono essere specificati il titolo e i propri dati personali (Cognome, Nome, Luogo e Data di nascita, Nazionalità, Indirizzo: Via, n° civico, CAP, Città, Provincia, Regione, n° di telefono, n° di cellulare, indirizzo e-mail, Scuola, Classe o Professione). A tal fine i partecipanti potranno utilizzare l’apposita scheda scaricabile dal sito del Premio Campiello (www.premiocampiello.it) nella sezione Campiello Giovani.

È richiesto inoltre l’invio dello scritto in file Word, preferibilmente per posta elettronica all’ indirizzocampiello.giovani@confindustria.veneto.it, in alternativa su supporto CD.

Il Comitato di Gestione del Premio Campiello provvede annualmente a nominare per la prima fase del concorso una Giuria di Selezione composta da vincitori/finalisti delle passate edizioni, dal vincitore delle Olimpiadi di italiano del Ministero dell’Istruzione 2013 e da lettori di case editrici.

Tutti gli elaborati, anonimi e definiti da un numero, vengono sottoposti alla Giuria di Selezione, la quale entro il 15 marzo 2014 deve selezionare 25 lavori, che passano quindi alla fase successiva del concorso.

Il Comitato di Gestione del Premio Campiello nomina inoltre, con scadenza annuale, un Comitato Tecnico, composto da alcuni specialisti di letteratura moderna contemporanea, che ha il compito di valutare i lavori scelti dalla Giuria di Selezione e di designare i cinque finalisti che verranno resi noti il 9 maggio 2014 nel corso di una manifestazione pubblica denominata “Selezione della Cinquina”.

Per consentire la presenza alla Selezione di tutti i semifinalisti la Fondazione Il Campiello sosterrà le spese di viaggio e/o alloggio dei candidati. Saranno valutati i singoli casi.

I 25 semifinalisti si impegnano a partecipare alla Selezione della Cinquina. La mancata partecipazione alla cerimonia, salvo cause di forza maggiore, comporterà l’esclusione automatica dal concorso.

Il vincitore assoluto tra i cinque finalisti verrà scelto dalla Giuria dei Letterati del Premio Campiello e premiato nel corso delle serate conclusive del Premio.

Il Comitato Tecnico seleziona uno degli elaborati in lingua italiana inviati da un paese estero, cui viene assegnato uno speciale riconoscimento che verrà consegnato nel corso delle serate conclusive del Premio Campiello.

L’assegnazione di credito formativo per gli studenti partecipanti al concorso è a discrezione dei singoli Istituti scolastici.

Le cinque opere finaliste vengono raccolte in una collana a uso istituzionale realizzata a cura della Fondazione Il Campiello. I finalisti hanno diritto a una dotazione di libri e ad un invito alla cerimonia di premiazione del Premio Campiello.

Il vincitore del concorso Campiello Giovani ha diritto a una vacanza-studio di due settimane in un Paese Europeo.

Condividi: