Regionali-Sardegna: 34 i simboli presentati

CAGLIARI. – Sono 34 i simboli in corsa per le elezioni regionali del 16 febbraio in Sardegna. Nessun colpo di scena alla scadenza per la presentazione fissata per le 20 di oggi in Corte d’Appello a Cagliari: confermata la mancata partecipazione del Movimento Cinque Stelle. Una mossa annunciata già in tarda mattinata su Facebook dalla parlamentare sarda Emanuela Corda. Il rush finale, dalle 13 in poi, ha visto la presentazione dei simboli di Gentes, Comunidades, Amministratori socialisti sardi, Irs, Irs Sardigna libera, Soberanistas indipendentistas Sardigna, Insieme per le autonomie, Fronte unidu indipendentista, Unidos, Mauro Pili presidente, Partito socialista. In extremis, alle 20 in punto, sono riuscite a perfezionare il deposito del contrassegno anche due liste civiche. I simboli di stasera vanno ad aggiungersi a quelli di Movimento Zona franca, Forza Italia, La base, Fortza Paris, Rossomori, Soberania, Udc, Partito dei sardi, Zona franca Randaccio, Psd’Az, Riformatori, Italia dei valori Verdi, Unione popolare cristiana, Centro democratico, Uds, Meris, Progres, Fratelli d’Italia, Pd, Sel, Rifondazione-Comunisti italiani. Ora la prossima corsa riguarda la presentazione delle liste, da domenica 12 gennaio fino alle ore 20 di lunedì 13. Nel frattempo, però, molti partiti e movimenti dovranno raccogliere le firme.

C’è anche una lista civica chiamata Nuovo Movimento Sardegna tra i partecipanti alla ormai imminente competizione elettorale nell’isola. Il simbolo è stato presentato in extremis, poco prima della chiusura degli uffici: raffigura la Sardegna con cinque asterischi gialli. Una lista “misteriosa”: promotori e programma saranno svelati nelle prossime ore, ma c’è una somiglianza con le 5 Stelle del Movimento di Beppe Grillo. La trentatreesima lista, invece, si chiama Onestà e progresso: parteciperà alle regionali con un proprio candidato presidente.