Al via il Torneo Clausura: Caracas, Mineros e Zamora i favoriti

CARACAS – Il match Tucanes-Atlético Venezuela darà il via al Torneo Clausura. Conosciamo un po’ più da vicino le squadra che cercheranno di strappare al Zamora il trono di ‘campeones’.

Il Caracas, allenato dall’italo-venezuelano Eduardo Saragò, si presenta ai nastri di partenza come uno dei favoriti ad aggiudicarsi il Torneo Clausura. I ‘rojos del Ávila’ hanno conservato lo stesso organico del Torneo Apertura, rinforzando però l’attacco: l’arrivo dal Carabobo di Emilio Renteria darà peso a questo reparto sia nel Campionanto che nei preliminari della Libertadores. Otero sarà un’altro punto di riferimento nell’attacco, ma non bisogna tralasciare i contributi che sicuramente daranno ‘Cariaco’ González e ‘Magico’ González. La squadra di Saragó volerà sull’entusiasmo del’appassionato pubblico capitolino, puntando su un organico ben costruito in tutti i suoi reparti. Senza dubio, una compagine da temere.

Dietro la corazzata rossonera, c’è l’ottimo Mineros di Richard Páez (che tra le altre cose, nei prossimi giorni potrebbe tornare ad occupare la panchina della Vinotinto). Partenza a ‘diesel’ per la squadra neroazzurra, che dopo. un inizio balbettante, sembra aver ingranato la marcia giusta: ha ottenuto 4 risultati utili consecutivi che gli hanno permesso di conquistare il Torneo Apertura. Il Mineros per il Clausura dovrà fare a meno del bomber colombiano Zamir Valoyes che ha firmato per i ‘Gallos Blancos de Querétaro’.

Il Deportivo Anzoátegui è una delle formazioni che sempre è in lotta per il campionato. Nella stagione scorsa ha visto sfuggire la tanto desiderata ‘estrella’ nella finale scudetto contro il Zamora. La Giunta direttiva e l’allenatore Juvencio Betancourt puntano su una rosa solida per trasformare il sogno di diventare ‘campeones’ in realtà.

Per il Zamora, era difficile mantenere il ritmo, dopo la vittoria nella scorsa stagione. Ma i ragazzi di Noel Sanvicente si stanno ripetendo. Attacco a 5 stelle (Juan Falcón-Ricardo Clarke), condito da giovani ed esperti, è una delle candidate allo scudetto.
Il Deportivo Táchira ha disputato una stagione positiva fino ad ora. Tra alti e bassi ha raggiunto una buona posizione in classifica, oltre alla finale di Coppa Venezuela persa col Caracas. Yohandry Orozco è la luce in fase offensiva, gli arrivi di Giancarlos Maldonado e Yuber Mosquera rinforzeranno la rosa aurinegra.

L’Aragua è la classica mina vagante che può mettere in difficoltà chiunque, giocandosela sempre a viso aperto. Mister Cavalleri lotta su ogni palla, mentre il paraguaiano Bareiro è il bomber che fa sognare.

Un calo inevitabile nelle ultime gare, non opaca l’ottimo campionato dell’Atlético Venezuela di José Hernández. In avanti c’è Dany Febles proveniente dal Caracas, in mezzo al campo c’è il faro Héctor Pérez (ha lasciato il segno in 5 gare dell’Apertura) e dietro l’esperto David McIntosh è una garanzia per la Primera Divisón.

Il Carabobo è stato la grande rivelazione del torneo, altro che neopromossa. La gestione di Jhonny Ferreira sta raccogliendo i frutti sperati ed il ‘granate’ è una delle realtà della Primera División. Per il Clausura il Carabobo sarà orfano del bomber Renteria (emigrato al Caracas), ma Ferreira potrà contare per l’attacco con il bomber Pablo Olivera (11 reti nell’Apertura) è la stella che può risolvere le partite, Leo Morales in porta è un leader, mentre i giovani Christian Novoa e Juan Guerra sono certezze.

Il Llaneros da quando è arrivato in Primera ha sempre disputato degli ottimi tornei, la missione nel Clausura è mantenere la categoria.

L’Atlético El Vigía è stata la squadra con la peggior difesa del Torneo Apertura: ha subito 35 reti in 17 gare. Il principale obiettivo del Mister Ramón Hernández sarà migliorare il reparto arretrato ed evitare la retrocessione in Segunda División.

La principale difficoltà dell’Estudiantes de Mérida nel Clausura sono di carattere economico. La meta di Plascencia è salvare la squadra dalla retrocessione.

Lo Zulia ha disputato un’Apertura che può considerarsi positivo: tra alti e bassi ha raggiunto una buona posizione in classifica
Il Deportivo La Guaira ha chiuso l’Apertura al terzultimo posto. L’organico è di spessore, ci sono tutte le carte in regola per uscire dalla crisi, ma nel Clausura non può permettersi più errori.

Il Deportivo Lara ha disputato un campionato non all’altezza delle aspettative, con i ‘crepusculares’ che vantano una squadra di ottimo livello, con giocatori dello spessore degli italo-venezuelani Perez Greco e Miguel Mea Vitali, o del portiere Alain Liebeskind. Nel girone di ritorno ci si attende un cambio di rotta con l’arrivo di Rafael Dudamel sulla panchina larense.

Il Deportivo Petare è un’altra delusa del girone d’andata, e ora si trova a lottare per non retrocedere. Saul Maldonado ha raccolto un compito arduo, a gennaio si attende un bomber di razza per segnare goal pesanti e ritrovare la vittoria interna che manca da più di un anno.

Il Trujillanos ha disputato un’ottimo Apertura, chiudendolo con una scia positiva di 10 gare senza subire ko. Gli ‘aurimarrones’ sperano di disputare un buon campionato è staccare il pass per la Coppa Sudamericana.

I Tucanes, come tutte le neo promesse sperano nella permanenza. Ma ogni risultato positivo è benvenuto.

Il Yaracuyanos, ha raccimolato solo 6 punti nell’Apertura, situazione a dir poco disperata per ‘i colosos de Sorte’. Da Mister Romanello si attende il miracolo, intanto sono arrivati alcuni rinforzi per continuare sperare.

Il calendario della prima giornata prevede le seguenti gare: Tucanes-Atlético Venezuela, Yaracuyanos-Zamora, Deportivo Petare-Deportivo Anzóategui, Deportivo Lara-Atlético El Vigía, Deportivo La Guaira-Deportivo Táchira, Estudiantes-Aragua, Mineros-Zulia, Trujillanos-Caracas e Llaneros-Carabobo.

Fioravante De Simone