Golden Globe: Verdone-Ferilli, Italia internazionale

ROMA  – Per Carlo Verdone e Sabrina Ferilli, due degli interpreti de ‘La grande bellezza, la vittoria del film di Paolo Sorrentino ai Golden Globe porta finalmente il cinema italiano sulla ribalta internazionale.

– Sono particolarmente lieto che, dopo tanti anni, un film italiano, come ‘La grande bellezza’ di Paolo Sorrentino – dice all’Ansa Verdone -, rifletta il giusto prestigio in momento in cui dell’Italia è apparsa solo un’immagine mediocre. La cultura ci ha fatto aprire una finestra internazionale che ci ha riscattato.

E ancora l’attore-regista romano, ”questa vittoria è una risposta a chi fa tagli al cinema, al teatro e così, al posto delle librerie, troviamo ormai solo negozi di jeans”.

– Per Sorrentino – aggiunge – è stata una scommessa per un film molto difficile e pericoloso. Una Dolce vita del grande Fellini, ma con una chiave particolare, una Dolce vita al contrario che parla del degrado, dello sbandamento di un ceto individuale, di una Roma meravigliosa e di un grande passato. Un film mistico e struggente, pieno di arte.

Il successo all’estero?

– Ci hanno visti finalmente seri. Un tema serio e una grande città in cui c’è una cultura seria e non la solita commediola.

Dice invece Sabrina Ferilli:

– Sono orgogliosa di aver partecipato a un progetto così importante, che riporta finalmente il cinema italiano sulla ribalta internazionale. Il Golden Globe viene assegnato dalla Stampa estera, il che dimostra che Paolo Sorrentino è un grande regista che parla un linguaggio universale, che tutto il mondo può capire, come i grandi cineasti italiani che hanno dato gloria al nostro cinema nel passato. Il successo che il film sta riscuotendo con il pubblico americano – conclude l’attrice – ci conferma che La grande bellezza è un film con uno stile riconoscibile, una sua unicità, di grande respiro e di grande umanità. Intanto io continuo a tenere le dita incrociate…e l’Italia e la mia Roma, nel cuore”