Industria: Electrolux, quattro stabilimenti in Italia

Pubblicato il 22 gennaio 2014 da redazione

PORCIA (PORDENONE).- La multinazionale svedese Elextrolux è il pomo della discordia politica tra la presidente della Regione Fvg Debora Serracchiani e il ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato. Un gruppo che in Italia conta quattro stabilimenti: Susegana (Treviso; un migliaia di addetti che producono frigoriferi e congelatori da incasso), Porcia (Pordenone; 1.100 addetti, produzione di lavabiancheria), Forlì (dove si producono piani cottura e forni e sono occupate 800 unità), Solaro (Milano, con 900 unità e produzione di lavastoviglie). Tra questi, è quello di Porcia l’impianto che pare essere più in sofferenza e, fin dallo scorso ottobre, quando fu annunciata l’investigazione sulle unità produttive del gruppo Electrolux, quello che sembrava più vulnerabile e a rischio chiusura, come aveva confermato ieri sera il ministro Zanonato in una nota. La situazione crea ovviamente ansia tra operai e impiegati. Fino al marzo 2013 a Porcia lavoravano 1.200 persone, poi un accordo sindacale spalancò le porte della fabbrica, per un esodo volontario entro il 31 dicembre scorso, in cambio di un assegno da 42 mila euro. In realtà, a Porcia, i dipendenti della multinazionale sono in totale circa 1.600, ma oltre 500 si occupano delle altre attività del gruppo e per loro il rischio di restare senza lavoro è assolutamente remoto. Diversa la situazione dell’indotto che il sindaco di Pordenone, Claudio Pedrotti – fino a un paio d’anni fa top manager europeo del colosso svedese – stima annoverare fra le 2 e le 3 mila unità, più meno legate a vincoli di esclusività con la storica fabbrica di lavatrici. Nell’area insiste anche un’altra realtà industriale di rilievo, la multinazionale Ideal Standard, in crisi: da settimane, i dipendenti a rischio licenziamento di Orcenico di Zoppola (Pordenone), circa 450, vedono le proprie speranze di conservare il posto legate alla firma di un accordo sindacale sulla cassa integrazione straordinaria (preludio a una cessione), al Mise dello stesso ministro Zanonato. Si tratta di un tavolo che è slittato già due volte, secondo molti a causa della Regione Veneto e delle rappresentanze sindacali di Trichiana (Belluno). La seconda proprio ieri. Il prossimo e forse decisivo appuntamento è fissato per il 10 febbraio. Per trattenere sul territorio i due colossi, pochi giorni fa Unindustria Pordenone ha lanciato una proposta innovativa: un piano straordinario – redatto da un gruppo di saggi, tra cui l’ex Ministro del Lavoro, Tiziano Treu – che va ad incidere principalmente sul costo del lavoro, abbattendolo. La proposta è stata illustrata oggi da Unindustria Pordenone proprio al ministro Zanonato, il quale ha annunciato che il Governo sta elaborando una proposta di intervento sulla vertenza Electrolux che terrà conto delle proposte di Unindustria Pordenone. Zanonato ha assicurato la disponibilità a presentare le proposte di intervento a Pordenone in un incontro con tutte le parti sociali e i soggetti istituzionali coinvolti nella gestione della delicata questione Electrolux”.  (Lorenzo Padovan/ANSA)

Ultima ora

19:33Ap, mandato a fondatori, trovare soluzione consensuale

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - La Direzione di Ap, a quanto si apprende, ha votato di dare mandato ai tre fondatori Beatrice Lorenzin, Fabrizio Cicchitto, Maurizio Lupi, e al vice coordinatore Antonio Gentile, di istruire una pratica per trovare una soluzione perché le due coerenze interne al partito - una che guarda alla coalizione di governo, l'altra ad una corsa solitaria e al dialogo con FI - possano "sopravvivere". La Direzione di Ap è quindi aggiornata a domani alle ore 18.

19:24Staccò lobo di un orecchio a morsi, offre 5mila euro

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - Voleva risarcire con cinquemila euro il tassista a cui staccò il lobo di un orecchio il bodybuilder Antonio Bini, a processo con l'accusa di lesioni aggravate dai futili motivi, ma la cifra è stata considerata troppo bassa dai legali di Pier Federico Bossi, ancora in convalescenza dopo l'aggressione avvenuta per una banale lite di viabilità lo scorso 28 novembre nei pressi della Stazione centrale. Il giudice Carlo Cotta della undicesima sezione penale ha quindi aggiornato al prossimo 5 febbraio il dibattimento a carico del 29enne, per consentire alle parti di trovare un accordo sul risarcimento del 48enne autista del taxi, che si è costituito parte civile. I legali di Bossi, gli avvocati Sostene Invernizzi e Mauro Mocchi, e la difesa di Bini, gli avvocati Beatrice Saldarini e Patrizia Pancanti, torneranno tra due mesi di fronte al giudice, che potrà quindi valutare eventuali richieste di riti alternativi (patteggiamento, rito abbreviato o sospensione del processo con messa alla prova).

19:17Basket: Brindisi esonera Dell’Agnello

(ANSA) - BARI, 11 DIC - Dopo la sconfitta di ieri, in casa, contro Trento, la Happy Casa Brindisi ha comunicato di aver esonerato l'allenatore, coach Sandro Dell'Agnello. Brindisi è rimasta ultima con 4 punti nella classifica di Lega A di basket. "Al tecnico - si legge in una nota della società - vanno i più sentiti ringraziamenti per il lavoro svolto e l'augurio per le migliori fortune personali e professionali". Quanto al prossimo futuro: "Alla ripresa degli allenamenti - viene chiarito - la squadra verrà affidata temporaneamente al vice allenatore Massimo Maffezzoli".

19:10Calcio: il 19 dicembre assemblea di Lega B

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - E' convocata per martedì 19 dicembre a Milano l'Assemblea di Lega B con all'ordine del giorno l'approvazione del Bilancio d'esercizio 2016/2017, la costituzione e la nomina dei componenti del Comitato esecutivo, la composizione e le deleghe delle Commissioni e le determinazioni inerenti alla governance di B Futura. Quindi si provvederà ad aggiornare le società sul processo di cessione dei diritti audiovisivi per il triennio 2018-2021. L'Assemblea verrà preceduta in mattinata dal Consiglio direttivo.

19:10Morti in corsia a Saronno, altri 18 casi al vaglio

(ANSA) - BUSTO ARSIZIO (VARESE), 11 DIC - Sono altri 18 i casi di morti "sospette" all'interno del pronto soccorso di Saronno (Varese), attualmente "sottoposti all'esame dei consulenti" come confermato dal Procuratore della Repubblica di Busto Arsizio (Varese) Gianluigi Fontana, nell'ambito del terzo filone dell'inchiesta 'Angeli e Demoni' sulle morti sospette in corsia a pronto soccorso di Saronno. I casi in esame riguardano pazienti trattati antecedentemente al 2013 dall'ex vice primario del pronto soccorso di Saronno Leonardo Cazzaniga, già accusato di nove decessi in corsia e in concorso con l'amante infermiera Laura Taroni delle morti di suo marito, suo suocero e sua madre, le cui cartelle cliniche sono state sequestrate contestualmente all'arresto del medico il 29 novembre 2016.

19:02Champions: Al Khelaifi avvisa il Real

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "Abbiamo molto rispetto per il Real Madrid, saranno due grandi partite, i tifosi vivranno due magici match, a Madrid e nel Parc des Princes. Noi dobbiamo essere pronti a giocare contro tutte le squadre e arriveremo preparati all'appuntamento". Così il presidente del Psg, Nasser Al Khelaifi, in una dichiarazione sul sito del club, subito dopo il sorteggio di Nyon che ha messo di fronte negli ottavi di Champions ai campioni di Francia i campioni d'Europa. Questa sarà la quarta volta in cui il club parigino e il Real Madrid si affrontano in Europa.

18:53Maltempo: tracima il fiume Entella a Chiavari

(ANSA) - GENOVA, 11 DIC - Il fiume Entella a Chiavari (Genova) ha tracimato dopo aver raggiunto i livelli di guardia ingrossato dai suoi principali affluenti, il Lavagna e lo Sturla, che raccolgono la pioggia dell'intera vallata. Spettacolare la portata d'acqua alla foce dove il fiume trova una imponente mareggiata che di fatto ne impedisce parzialmente il deflusso. Anche a Riva Trigoso onde di sei metri impediscono alle acque del torrente Petronio di defluire provocando una progressiva erosione del litorale. (ANSA).

Archivio Ultima ora