Auto: con patente digitale Stato risparmia 11 milioni l’anno

ROMA. – Buone notizie per le casse dello Stato arrivano dalla Motorizzazione civile: l’adozione del nuovo modello plastificato Card della patente di guida, che verrà consegnato a domicilio agli automobilisti alla scadenza del vecchio documento al posto del precedente bollino adesivo di rinnovo, consentirà di risparmiare 11 milioni di euro ogni anno. Inoltre, grazie alla digitalizzazione dei processi, la Motorizzazione dal 15 febbraio potrà stilare una sorta di ”black list” delle auto senza copertura assicurativa, che trasmetterà in tempo reale al ministero dell’Interno e alle forze di Polizia. Lo hanno annunciato il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti Erasmo D’Angelis e il direttore della Motorizzazione Maurizio Vitelli durante una visita organizzata per la stampa alla ”Fabbrica della Patente”, dove nasce e viene spedito il nuovo documento di guida. ”Dei 14 milioni di euro che venivano spesi ogni anno, 8 per il rinnovo della patente con il bollino adesivo e 6 per il rilascio del documento, oggi lo Stato ne spende circa 3,5 milioni – ha precisato Vitelli -, da qui il risparmio di circa 11 milioni di euro”. A gennaio, nelle prime settimane di attivazione della nuova procedura digitale, che in pochi anni sostituirà l’intero parco patenti con il nuovo modello disposto dalla normativa europea, sono state consegnate 133.402 patenti e sono stati effettuati 25.518 rinnovi. Con la nuova procedura digitale, attiva dallo scorso 9 gennaio, restano immutati i costi per il cittadino: 16 euro per la marca da bollo e 9 per i diritti della Motorizzazione, cui vanno aggiunti il costo della visita medica e della foto tessera e 6,86 euro per la spedizione. Le nuove modalità di rinnovo consistono nella trasmissione digitale dei dati (foto, firma, certificato di idoneità) alla Motorizzazione da parte del medico. In tal modo, al posto del bollino adesivo, a casa del guidatore arriva una nuova patente. ”In queste tre settimane il nuovo documento di guida e’ arrivato al destinatario in tre giorni lavorativi – ha detto il sottosegretario D’Angelis -. Semplifichiamo la vita agli italiani, garantiamo efficienza e riportiamo regola e lotta severa alle frodi assicurative grazie alla digitalizzazione dei processi”. Infatti, la rivoluzione digitale della Motorizzazione civile scatta anche sul fronte delle assicurazioni: a partire dal 15 febbraio 2014, trasmetterà in tempo reale al ministero dell’Interno e alle forze di Polizia nazionali e locali una sorta di ”black list” delle auto senza copertura assicurativa. I proprietari individuati attraverso varchi Ztl, tutor, e pattuglie su strada saranno sollecitati a stipulare l’RC Auto entro 15 giorni, altrimenti scatteranno le sanzioni. (Paola Mentuccia/ANSA)