Papa: Mai incuranti dei poveri, migranti, disoccupati

Pubblicato il 06 febbraio 2014 da redazione

CITTA’ DEL VATICANO. – E’ quasi un manifesto sul valore, anche pedagogico, della povertà o quanto meno della sobrietà, rispetto alle “idolatrie” e alle “schiavitù” del consumo e del denaro, quello che il Papa affida ai giovani nel messaggio per la 29/ma Giornata Mondiale della Gioventù, che si celebrerà a livello diocesano domenica 13 aprile. Il tema è quello tratto dalle Beatitudini – “Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli” -, delle quali Francesco sottolinea la “novità rivoluzionaria”, di “un modello di felicità opposto a quello che di solito viene comunicato dai media, dal pensiero dominante”. E nel suo documento, il primo in avvicinamento della Gmg di Cracovia 2016, Bergoglio esorta i giovani a rimettere al centro la “solidarietà”, vincendo “la tentazione dell’indifferenza” verso le “vecchie e nuove forme di povertà”, tra cui la disoccupazione e l’emigrazione. “Nella logica di questo mondo – osserva -, coloro che Gesù proclama beati sono considerati ‘perdenti’, deboli. Sono esaltati invece il successo ad ogni costo, il benessere, l’arroganza del potere, l’affermazione di sé a scapito degli altri”. Invece la sua sollecitazione ai giovani è a “smascherare e respingere le tante offerte ‘a basso prezzo'” che hanno intorno. “Quando cerchiamo il successo, il piacere, l’avere in modo egoistico e nel facciamo degli idoli, possiamo anche provare momenti di ebbrezza, un falso senso di appagamento”, avverte. Ma alla fine “diventiamo schiavi, non siamo mai soddisfatti, siamo spinti a cercare sempre di più”. E per il Papa “è molto triste vedere una gioventù ‘sazia’ ma debole”. Bergoglio incita i giovani ad avere “il coraggio di andare contro corrente”, “il coraggio della vera felicità”: “Dite no alla cultura del provvisorio, della superficialità e dello scarto, che non vi ritiene in grado di assumere responsabilità e affrontare le grandi sfide della vita!”, è la sua esortazione. Il Papa invita i giovani ad essere “liberi nei confronti delle cose”. “Il Signore ci chiama a uno stile di vita evangelico – incalza – segnato dalla sobrietà, a non cedere alla cultura del consumo”. Quindi a “cercare l’essenzialità”, imparando “a spogliarci di tante cose superflue e inutili che ci soffocano”. Un messaggio, quindi, che è quasi un distillato di “francescanesimo”. “Distacchiamoci dalla brama di avere, dal denaro idolatrato e poi sprecato – dice Bergoglio ai giovani -. Mettiamo Gesù al primo posto. Lui ci può liberare dalle idolatrie che ci rendono schiavi”. Tra l’altro, “anche per superare la crisi economica bisogna essere pronti a cambiare stile di vita, a evitare i tanti sprechi”. Insomma, oltre al “coraggio della felicità”, serve anche quello “della sobrietà”. Per il Papa, poi, “abbiamo tutti bisogno di conversione per quanto riguarda i poveri”. “Dobbiamo prenderci cura di loro, essere sensibili alle loro necessità spirituali e materiali”, spiega Francesco. Quello di “rimettere al centro della cultura umana la solidarietà” è il compito specifico che affida ai giovani. “Di fronte a vecchie e nuove forme di povertà – la disoccupazione, l’emigrazione, tante dipendenze di vario tipo -, abbiamo il dovere di essere vigilanti e consapevoli, vincendo la tentazione dell’indifferenza”, è la sua raccomandazione. “Dobbiamo imparare a stare con i poveri – insiste il Pontefice -. Non riempiamoci la bocca di belle parole sui poveri! Incontriamoli, guardiamoli negli occhi, ascoltiamoli. I poveri sono per noi un’occasione concreta di incontrare Cristo stesso, di toccare la sua carne sofferente”. Bergoglio va anche oltre: a suo dire i poveri “sono come maestri per noi”, “hanno tanto da offrirci, da insegnarci”. Essi “ci insegnano che una persona non vale per quanto possiede, per quanto ha sul conto in banca”. Possono “insegnarci tanto sull’umiltà e la fiducia in Dio”. Inoltre , per Francesco, “c’è un legame profondo tra povertà ed evangelizzazione”. “Il Signore – è la sua sintesi – vuole una Chiesa povera che evangelizzi i poveri”. Per non dire che “le gioie più belle e spontanee che ho visto nella mia vita sono quelle di persone povere che hanno poco a cui aggrapparsi”. In vista di Cracovia, nel cuore le immagini di Rio, il Papa annuncia che Giovanni Paolo II, prossimo santo, “sarà il grande patrono delle Gmg”, essendone “l’iniziatore e il trascinatore”. E i concetti di questo denso messaggio, viatico per i giovani di tutto il mondo, Bergoglio li condensa anche in un tweet: “Il mondo ci fa guardare noi stessi, l’avere, il piacere. Il Vangelo ci invita ad aprirci agli altri, a condividere con i poveri”.  (Fausto Gasparroni/ANSA)

Ultima ora

12:11Calcio: Borussia Dortmund, via Bosz e al suo posto Stoeger

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - La sconfitta subita in casa sabato scorso, nella 15/a giornata della Bundesliga (per 2-1 contro il Werder Brema), sommata all'ottavo posto in classifica (-13 punti dal Bayern Monaco capolista), è stata fatale a Peter Bosz. L'allenatore olandese, infatti, non è più alla guida del Borussia Dortmund, che ha chiamato l'austriaco Peter Stoeger, ex tecnico di Austria Vienna e Colonia. I gialloneri, che sono stati anche eliminati dalla Champions, non vincono dal 30 settembre scorso (2-1 in trasferta all'Augusta) e sono sprofondati in una profonda crisi. Bosz era arrivato in estate per sostituire in panchina Thomas Tuchel. La notizia del cambio di guida tecnica è stata ufficializzata sull'account ufficiale Twitter del club tedesco.

12:06Travolge passanti con auto: Procura, accusa è strage

(ANSA) - MILANO, 11 DIC - Michele Bordoni, il 27enne che sabato scorso in auto ha travolto e ferito alcuni visitatori del mercatino di Natale a Sondrio, è accusato di strage. Con questa ipotesi a cui si aggiungono resistenza e lesioni aggravate nei confronti di un agente, il procuratore di Sondrio Claudio Gittardi e il pm Stefano Latorre, chiederanno al gip la convalida dell'arresto del giovane e il carcere. L'ipotesi di strage è stata riformulata dopo la ricostruzione dell'accaduto da cui è emerso che il giovane avrebbe voluto uccidere "indifferentemente una pluralità di persone". "Ne dovevo ammazzare di più" sono infatti le parole che Michele Bordoni ha pronunciato sabato al momento del suo arresto.

11:51Maltempo:disagi circolazione e treni soppressi in V. d’Aosta

(ANSA) - AOSTA, 11 DIC - La forte nevicata delle ultime 24 ore ha concesso una tregua in Valle d'Aosta, dove tuttavia si registrano alcuni disagi alla circolazione. I treni della mattina sulla linea Aosta-Ivrea sono stati soppressi. Una slavina ha invaso la strada statale 26 a La Saxe (Courmayeur): nessuna auto è stata coinvolta, ma la circolazione è interrotta su quel tratto. La stessa strada statale 26 è chiusa nella parte che porta a La Thuile (località Balme) per la caduta di due piante. Stop alla circolazione per pericolo valanghe anche su alcune arterie regionali: a Rhemes-Saint-Georges, a Valsavarenche (tra Tsan d'Oula a Pont) e a Courmayeur (Val Ferret e Val Veny). Criticità anche ad Aosta sia agli accessi della città che nelle vie centrali ancora innevate.(ANSA).

11:47Maltempo: Veneto, in pianura piove,nevica ancora in montagna

(ANSA) - VENEZIA, 11 DIC - Dopo la nevicata di ieri che ha raggiunto anche le località di pianura, oggi in Veneto l'innalzarsi delle temperature ha portato la pioggia nelle principali città, mentre in montagna nelle ultime ore si è consolidato con nuove imbiancate il manto di neve fresca. Tra sabato e stamane si sono accumulati, secondo le rilevazioni dell'Arpav, 22 centimetri di neve a Malga Losch, a 1.735 metri di quota nelle Dolomiti meridionali, 9 a Cortina, 8 a Sappada, 12 ad Arabba e 16 ad Agordo. Immagine tipicamente invernale anche per l'Altopiano di Asiago, imbiancata da 17 centimetri di neve fresca, ed Enego (20).

11:47Fondi Piemonte: il processo d’appello slitta al 2018

(ANSA) - TORINO, 11 DIC - E' slittato ai primi mesi del 2018 il processo d'appello per la cosiddetta 'Rimborsopoli degli ex consiglieri regionali del Piemonte. Lo ha comunicato oggi la Corte agli avvocati nel corso dell'udienza di apertura. In primo grado c'erano state dieci condanne e quindici assoluzioni, tra cui quella dell'governatore Roberto Cota. La Regione rimane costituita parte civile per il gruppo di imputati che non hanno indennizzato l'ente. A sostenere l'accusa è il pg Giancarlo Avenati Bassi, che in queste settimane svolge incarichi di consulenza alla Commissione di inchiesta sul sistema bancario.(ANSA).

11:43Milan: Fassone, preoccupati da classifica non da Uefa

(ANSA) - ROMA, 11 DIC - "Mi aspetto che dicembre sia un mese complicato. I cambi di allenatore non producono risultati a breve. A fine campionato sapremo se è stata fatta la scelta giusta". Così Marco Fassone, ad del Milan. "Siamo preoccupati dal ritardo in classifica - fa notare -. La situazione con l'Uefa? Stiamo facendo un tentativo per arrivare al patteggiamento volontario, per saldare le violazioni degli anni precedenti. Il nostro sarebbe il primo 'voluntary agreement', ma è difficile rispettare i parametri, perché un paio di richieste sono impossibili. Se il verdetto è basato sull'impossibilità di soddisfare queste richieste sarebbe inquietante". "La squadra - sottolinea Fassone - ha un bel rapporto con Gattuso e non credo che i cinesi abbiano intenzione di lasciare il Milan:ßhanno fatto un investimento mostruoso, di oltre un miliardo. Gli acquisti dell'estate? Li rifarei tutti, ma possiamo aver commesso un paio di errori". "La società ha un debito di 120 milioni, relativamente basso, lo possiamo restituire a ottobre", conclude.

11:39Maltempo: neve in tutto l’Alto Adige

(ANSA) - BOLZANO, 11 DIC - Dalla scorsa notte sta nevicando in tutto l'Alto Adige. In Bassa Atesina si registrano attualmente tra i 15 e i 20 centimetri di neve. Nel corso della giornata, comunque, il limite delle nevicate salirà a 1500-2000 metri. Gli apporti maggiori sono attesi nelle zone meridionali, come la zona dell'Ortles. Praticamente tutte le strade in Alto Adige sono innevate e nei centri urbani il traffico è molto intenso, non si registrano però grosse difficoltà alla viabilità.

Archivio Ultima ora