Calcio U21: Irlanda Nord ko, Italia può sperare ancora

ROMA. – L’Italia Under 21 ha compiuto il suo dovere in Irlanda del Nord, conquistando contro il fanalino di coda del girone i tre punti necessari per puntare ancora alla qualificazione alla fase finale dei Campionati Europei 2015. La squadra di Gigi Di Biagio, nonostante le numerose assenze e un campo molto pesante, è uscita bene alla distanza dopo un primo tempo non entusiasmante e il 2-0 finale è stato meritato. “Era una partita complicata per tanti motivi, ma i ragazzi sono stati bravi a trovare le misure giuste e a conquistare una vittoria importante”, ha detto alla fine il selezionatore azzurro. Nell’altra partita della giornata, i serbi hanno battuto 3-0 il Belgio a Lovanio e ora le due squadre sono in testa insieme con 13 punti (i belgi con una partita in più), mentre l’Italia insegue a 12. Costretto a rivoluzionare la squadra tra assenze varie – come quella di Berardi per codice etico – Di Biagio ha messo in campo il collaudato 4-4-2, ma l’Italia, poco aggressiva e lenta nel trasferimento del pallone, facilitava il lavoro di contenimento e contrattacco dei nordirlandesi. Nel finale, gli azzurrini hanno aumentato la pressione: al 42′ Viviani ha messo in difficoltà Brennan con un tiro dal limite e sulla sua respinta il centravanti Comi non è riuscito a intervenire per un intervento sospetto di un difensore; nel recupero, Bernardeschi, lanciato solo in area, ha colpito l’esterno della rete. Nella ripresa, l’Italia ha accentuato l’azione offensiva e l’ingresso dell’attaccante Trotta al posto di Molina all’11’ ha messo ancora più in difficoltà la difesa di casa. Pochi minuti dopo, al 14′, è venuto il vantaggio azzurro: Viviani ha calciato una precisa punizione pescando in area l’esordiente Rugani, bravo a svettare su tutti per battere Brennan. Il difensore dell’Empoli, con i compagni di reparto Murru e Romagnoli, anche loro esordienti, e Sabelli, è stato tra i migliori tra gli azzurri e la sua rete ha sciolto ancor di più il gioco dell’Italia. Con Viviani a dettare i tempi delle azioni e Bernardeschi e Battocchio nel ruolo di rifinitori, l’Italia in più occasioni ha sfiorato il raddoppio, trovando infine la rete della sicurezza proprio con Trotta al 44′. La vittoria mantiene in corsa gli Azzurrini che potranno quindi giocarsi tutto nelle ultime due gare del girone, contro la Serbia, il 5 settembre, e con Cipro, il 9.