Moto: vince Marquez, ma Rossi dà spettacolo in Qatar

LOSAIL (QATAR). – Marc Marquez e Valentino Rossi hanno inaugurato una delle stagioni sulla carta tra le più interessanti degli ultimi anni con una serie di duelli incredibili sul circuito di Losail. Il GP del Qatar è sembrato – con Jorge Lorenzo fuori dai giochi per una caduta proprio all’inizio della corsa – un affare privato tra Marquez e Rossi, che proprio lo scorso anno avevano iniziato a duellare in Qatar. “Lo scorso anno era andata meglio a me – ha detto Rossi – ma stavolta mi sarebbe piaciuto vincere”. Rossi non è del tutto contento del suo secondo posto, dopo la bella battaglia negli ultimi giri con il campione del mondo in carica della MotoGP. “Oggi ho avuto la possibilità di vincere – ha detto Rossi – ma non ci sono riuscito. E’ stata una bella gara comunque. Dovevo partire più avanti, per avvantaggiarmi di più. Certo che se le gare quest’anno saranno tutte così ci sarà da divertirsi davvero. Eravamo tutti davanti, abbiamo fatto degli errori, ma avevamo tutti lo stesso ritmo. Gare così sono veramente belle”. La prima gara dopo 19 anni di gare, restituisce un Valentino Rossi pronto a giocarsi di nuovo le sue chance, anche se Rossi è ormai un atleta 35 enne. “Questo sport non è così fisico come potrebbe essere l’atletica – ha detto Rossi – il segreto è la passione a me piace fare il mio lavoro. Sono forse sono un po’ vecchio in qualifica, quando mi danno sempre quei due decimi. Comunque sono ancora veloce e questo quello che conta”. Quella del Qatar è stata una gara tiratissima, con cinque piloti costantemente in gruppo e in grado di giocarsi la vittoria. Marquez ha giocato bene le sue carte, anche se non era scontato che fosse così competitivo. “Il punto di domanda più grande per me – ha detto il campione del mondo – non erano le condizioni della mia gamba infortunata in allenamento, ma quali gomme usare. Solo poco prima di entrare in pista per schierarmi ho chiesto ai miei meccanici di montare le gomme dure. Ho provato e credo di aver fatto la scelta giusta soprattutto per il duello finale con Valentino. Alla fine con Rossi ci siamo proprio divertiti, è stata una battaglia bellissima”. Marquez e Rossi sono stati i primi a gioire dei loro duelli, tanto da promettersi una rivincita l’un l’altro a gesti, durante il rientro verso il parco chiuso. “Ho fatto solo un errore con Marc – ha detto Rossi – quando l’ho fatto passare la prima volta. Lui comunque era più veloce ed a me è mancato quel pelino in più passarlo”. La prima occasione buona per la rivincita sarà ad Austin in America, pista tradizionalmente della Honda, tra due settimane. Li Rossi e Marquez ritroveranno anche Jorge Lorenzo, vittima in questo week end della sfortuna e del suo nervosismo. Il maiorchino vorrà rientrare nel campionato, anche perché con un livello così alto, iniziare con uno zero in classifica non aiuta. 
Condividi: