Mondiale Under 17: Azzurre e Vinotinto sognano la coppa

CARACAS – Fino a poco tempo fà di pensava che il calcio fosse uno sport per soli uomini, ma questa legenda è stata sfatata. Infatti le donne a suon di gol e dribbling da favola stanno dimostrando che sanno dominare la palla a chiazze ed in alcuni casi meglio dei maschi.

Quella che vi stiamo per raccontare è una storia simile al film ‘Sognando Beckham’, la nazionale italiana e quella venezuelana approdano per la prima volta nella storia ad una semifinale del mondiale nella categoria Under 17.

Ci pensa un gruppo di ragazzine a dare un sorriso al calcio italiano. In un periodo di crisi di gioco e risultati a livello internazionale, l’Italia del pallone alza le braccia al cielo per un’impresa che entra di diritto nella storia. Per la prima volta, infatti, una rappresentativa nazionale femminile accede alle semifinali di un Campionato del Mondo Fifa: l’impresa è dell’Under 17 che, nel quarto di finale disputato giovedì all’Estadio Nacional di San Josè in Costa Rica, supera ai calci di rigore il Ghana dopo che i tempi regolamentari si erano chiusi sul risultato 2-2 (per le azzurre a segno Marinelli e Giugliano).

“Siamo molto felici e orgogliosi per questo risultato – esordisce Enrico Sbardella, commissario tecnico delle baby azzurre – perché mai nessuna nazionale italiana femminile era arrivata fino a questo punto. Nel nostro Paese è difficile avere squadre che ti consentano di ottenere traguardi del genere perché il numero delle tesserate è basso. Ma quando trovi un gruppo di ragazze brave tecnicamente e umanamente formidabili allora può accadere questo miracolo”.

La compagine criolla è stata la prima a staccare il pass per le semifinali del torneo irridato che si sta disputando in Costa Rica. Grazie alla vittoria per 3-2 sul Canada. Le due nazionali hanno realizzato due gol a testa nel primo tempo, ma poi le sudamericane hanno dominato un po’ di più nella ripresa.

Le ‘baby-vinotinto’ hanno iniziato nel migliore dei modi il match con la rete di Castellanos dopo appena 6 minuti di gioco. Ma il Canadà non si è tirato indietro ed ha saputo reagire al colpo trovando il pari con Kinzner al 19’. A pochi minuti dal termine della prima frazione le canadesi passano con Levasseur. Le ‘criolle’ hanno reagito in fretta ristabilendo nuovamente la parità sul 2-2.

Nella ripresa le venezuelane partono meglio e pressano la squadra della foglia di acero, sfiorando in diverse occasioni la rete del vantaggio.

Il momento decisivo della partita è arrivato poco dopo l’ora di gioco, con la vinotinto Garcia che supera due difensori prima di concludere in grande stile con una staffilata sul primo palo, azione che si rivelerà decisiva per le sorti della partita.

Con questa vittoria le vinotinto iscrivono per la prima volta il proprio nome nelle semifinali di un torneo irridato. Nel prossimo turno che si disputerà lunedì, le vinotinto sfideranno il Giappone, mentre l’Italia dovrà vedersela con la Spagna. Vinotinto ed Azzurre continuano a sognare e magari svegliarsi con una medaglia appesa al collo. Noi italo-venezuelani, speriamo di poter assistere il prossimo 4 aprile ad una finale con sorta di ‘derby del cuore’ tra Italia e Venezuela. Così come nei migliori dei film i sogni si possono realizzare.

Fioravante De Simone