La protesta, liberati a C. Ojeda i giovani Samuel e Leonardo Dipietro

Pubblicato il 02 aprile 2014 da redazione

CARACAS – S0no stati rilasciati i giovani connazionali Samuel e Leonardo Dipietro, arrestati ieri dalla Polizia Nazionale a Ciudad Ojeda. I giovani, con doppia nazionalitá (italiana e venezuelana), erano stati arrestati dalle Forze dell’Ordine mentre manifestavano nella Av. 34 con  Carretera N. e portati alla stazione principale della Polizia Regionale. Samuel e Leonardo, di origine vicentina, sono stati assistiti fin dal momento dell’arresto dagli avvocati del Foro Penal Venezolano

Samuel e Leonardo Di Pietro non sono gli unici connazionali arrestati ieri durante le proteste che ormai quotidianamente si susseguono in ogni cittá del Venezuela.  Stando al ‘Foro Penal Venezolano’, la Ong impegnata nella difesa dei diritti umani, sono ancora in stato di fermo, a Caracas, gli italo-venezuelani Elio Pelino, arrestato dalla Polizia Nazionale durante le proteste avvenute nel comune di Chacao, e Granfranco Montozzi, catturato dalla polizia scientifica nella centrica Avenida Urdaneta. Pelino è   stato portato alla Stazione della Polizia a Catia mentre Montozzi sembra sia detenuto nella sede della Polizia Scientifica

Intanto, anche Amnesty International prende posizione su quanto sta accadendo in Venezuela da piú di un mese. E lo fa in tono fermo  e perentorio. Infatti, l’importante organismo internazionale, in un rapporto dal titolo “Venezuela: diritti umani a rischio nelle proteste”, denuncia che il Venezuela rischierà una delle peggiori minacce allo stato di diritto degli ultimi decenni se le contrapposte forze politiche non s’impegneranno a rispettare appieno i diritti umani.

Nel rapporto di Amnesty International, presentato ieri, sono documentate violazioni commesse alle manifestazioni di massa in corso dall’inizio di febbraio.

– Il Paese correrà il rischio di precipitare in una spirale di violenza se non verranno fatti sforzi per portare le parti in conflitto intorno a un tavolo. Questo potrá accadere solo se esse rispetteranno integralmente i diritti umani e lo stato di diritto – ha detto Erika Guevara Rosas, direttrice per le Americhe di Amnesty International.

Finora, 39 persone hanno perso la vita e oltre 550 sono rimaste ferite, 120 delle quali a causa dell’uso delle armi da fuoco. Secondo i dati diffusi dall’Ufficio del Procuratore Generale, Luisa Ortega Díaz, gli arresti durante le proteste sono stati circa 2157. Nella maggior parte dei casi, le persone arrestate sono state rilasciate, ma restano le accuse a loro carico. Per il Foro Penal Venezolano, sono circa 1129 le persone in questo “status” giuridico.

Stando alle denunce ricevute da Amnesty, le forze di sicurezza sono riscorse alla forza eccessiva contro i manifestanti. Ma il rapporto documenta anche violazioni dei diritti umani commessi da gruppi filogovernativi e manifestanti.

Ultima ora

18:52Serie A: il Napoli vince a Verona e torna secondo

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - Il Napoli vince 3-1 a Verona, sul campo del Chievo, e torna momentaneamente al secondo posto della classifica, aspettando Roma-Torino che inizia alle 18. "Effetto Zeman" a Pescara, con gli abruzzesi che - alla prima panchina del tecnico boemo - travolgono 5-0 il Genoa e conquistano la prima vittoria stagionale sul campo. Terza vittoria esterna consecutiva del Sassuolo, che passa 1-2 a Udine, rovinando la festa per il ritorno di Zico, applauditissimo dai tifosi friulani. Termina 1-1 Sampdoria-Cagliari, con i sardi arrabbiatissimi per un gol annullato a Ibarbo a partita quasi finita. Milan-Fiorentina alle 20:45 chiuderà la 25/a giornata della serie A.

18:38Gaza: 3 palestinesi condannati a morte per collaborazionismo

(ANSAmed) - GAZA, 19 FEB - Un tribunale militare di Gaza ha condannato a morte tre abitanti della Striscia accusati di collaborazionismo con Israele. Lo ha reso noto il ministero degli interni di Gaza senza precisare ulteriori dettagli. Le condanne a morte emesse di volta in volta dalle corti militari di Gaza sono già state oggetto di aspre condanne da parte di Ong locali di difesa dei diritti civili, nonchè da parte dell'Unione Europea. Quelle condanne sono inoltre motivo di frizione fra l'Autorità nazionale palestinese (secondo cui la ratifica delle pene capitali resta prerogativa esclusiva di Abu Mazen) e le autorità di Hamas a Gaza che in questa materia ritengono di poter agire autonomamente. (ANSAmed).

18:27Israele: ai confini del Paese ora ci pensano le soldatesse

(ANSAmed) - TEL AVIV, 19 FEB - Israele torna a scommettere sulle sue soldatesse. Negli ultimi anni Tsahal (acronimo delle forze armate) ha aperto loro una gamma di nuovi incarichi, che in passato erano riservati solo ai maschi. Adesso Tsahal va ancora oltre e decide di affidare la difesa di confini impegnativi - Egitto e Giordania - a battaglioni misti, con combattenti femmine (in prevalenza) e maschi. "Le soldatesse combattenti sono tutte volontarie", ha fatto notare Mordechai Kahana, comandante dell'apparato di difesa dei confini di Israele. Oggi - che i battaglioni misti sono divenuti 3 - le combattenti sono 800. E nell'ultimo arruolamento si è registrato un ulteriore aumento delle volontarie. Entro la fine dell'anno raggiungeranno così la cifra record di 1100 e sarà allora possibile dislocare sul terreno un quarto battaglione misto.

18:19Pd: Rossi, è stato alzato muro, strada è un’altra

(ANSA) - FIRENZE, 19 FEB - "È stato alzato un muro, sia nel metodo che nella forma. Per noi la strada è un'altra. Sono maturi i tempi per formare una nuova area. Ci sono stati milioni di cittadini che hanno abbandonato questo Pd". Così Enrico Rossi sul dibattito all'assemblea nazionale Pd. "Abbiamo posto lo stesso problema che milioni di cittadini pongono e che avvertono il PD come un partito non più di sinistra. Abbiamo provato ad avanzare alcune idee,invece è stato alzato un muro e non abbiamo avuto nessuna risposta di merito ne' di metodo".

18:18Pd: Guerini, da minoranza scelta già compiuta, peccato

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - "L'assemblea ha deciso l'avvio del congresso, il più alto momento di democrazia interna, andarsene per una data è sbagliato. Avremmo voluto ascoltare la minoranza, in assemblea non ne abbiamo sentiti molti. E' una scelta già compiuta che assumo con rammarico". Così il vicesegretario Pd Lorenzo Guerini alla luce delle affermazioni dei bersaniani.

18:15Roma: squadra in visita da Florenzi prima del Torino

(ANSA) - ROMA, 19 FEB - La Roma si stringe attorno ad Alessandro Florenzi. La squadra giallorossa, prima della gara di campionato col Torino, si è recata al gran completo a Villa Stuart per far visita all'esterno operato due giorni fa al ginocchio sinistro per la seconda rottura del legamento crociato a distanza di quattro mesi dal primo infortunio. "Sono un uomo e un calciatore fortunato: ho scoperto di avere tante persone che mi vogliono bene. Grazie, grazie, grazie a tutti" ha scritto su Instagram Florenzi allegando al messaggio la foto con la squadra e il tecnico Spalletti attorno al letto della propria stanza. La Roma, per testimoniare la vicinanza al ragazzo di Vitinia, giocherà inoltre la sfida coi granata indossando una maglietta speciale con il n.24 di Florenzi cucito sulla manica.

18:03Calcio: tifosi Genoa lasciano stadio Pescara

(ANSA) - PESCARA, 19 FEB - Protesta forte dei tifosi del Genoa allo Stadio Adriatico che al 40' del primo tempo, per protesta contro la squadra, sotto per 3-0 con gli abruzzesi, hanno ammainato striscioni e bandiere, lasciando il settore loro riservato nel gabbiotto di curva sud. Una protesta simile c'era stata domenica scorsa a Torino, da parte dei tifosi del Pescara che avevano lasciato gli spalti dello Stadio Olimpico all'inizio del secondo tempo, con i biancazzurri sotto con i granata.

Archivio Ultima ora