Made in: Italia batte Germania, l’Europarlamento dice sì

Pubblicato il 15 aprile 2014 da redazione

STRASBURGO. – L’Italia fa sistema e batte la Germania in Parlamento europeo nella battaglia politica sul “made in”, che non piace ai giganti della grande distribuzione. E che permetterebbe di combattere più efficacemente la contraffazione. L’indicazione obbligatoria sull’origine dei prodotti di consumo non alimentari, per la quale l’Italia si batte da anni, passa con una maggioranza di due terzi nella plenaria di Strasburgo. E’ nettamente bocciato (205 sì, 419 no, 25 astenuti) l’emendamento – presentato da 63 deputati liberali, popolari e verdi per lo più tedeschi – che intendeva cancellarla dal testo della proposta Tajani-Borg sulla direttiva per la “sicurezza dei consumatori”. Eppure a favore dell’emendamento “ammazza-made in” era sceso in campo persino il vicepremier tedesco, il socialdemocratico Signar Gabriel, con chiamate ai suoi deputati per assicurarsi il sostegno. Un atteggiamento denunciato in aula dalla connazionale, compagna di partito e coordinatrice S&D sul provvedimento, Evelyne Gebhardt. Per vincere la guerra, la strada dell’Italia è però ancora lunga. L’ok del Parlamento di è infatti solo in prima lettura. Vista la fine della legislatura, significa consolidare una posizione politica in vista della ripresa del negoziato con il Consiglio da parte dell’Eurocamera che uscirà della elezioni del 25 maggio. Con Confindustria che parla del “made in” come di “un passo fondamentale se si vuole puntare alla crescita e al rilancio del manifatturiero, in Italia come in Europa”, l’Italia ha però la chance del semestre di presidenza di turno. Ed il sottosegretario agli affari europei, Sandro Gozi, promette che “proseguiremo questo importante negoziato” nel Consiglio Ue. Nell’istituzione che rappresenta i governi appare finora granitica l’opposizione dei paesi nordici, guidata dai tedeschi che al loro fianco in prima linea hanno la Svezia, ma anche il sostegno di paesi come Olanda (che teme un calo di traffico per i suoi porti), Finlandia, Lettonia, Estonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Danimarca. Di fatto i 28 da anni sono spaccati a metà, con l’Italia che però è sostenuta – tra gli altri – da Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Romania, Bulgaria. La divisione aveva già fatto abortire la prima versione del provvedimento, presentato dal Commissario al Commercio Karel De Gucht che però a fine 2012 aveva finito per ritirarlo constatando l’impossibilità di fare passi avanti in Consiglio. Tajani e Borg lo hanno ripresentato, puntando sulla tutela dei consumatori e della salute, ma anche sulla lotta alla contraffazione. Il Commissario italiano ha espresso “soddisfazione” parlando di “un passo fondamentale” e sottolineando il “peso politico” della posizione della plenaria. Che ha approvato il testo complessivo della proposta di direttiva con 485 sì, 130 no e 27 astenuti. Secondo la proposta i produttori possono scegliere se indicare in etichetta il paese d’origine o un più generico “made in Ue”, tenendo conto che per paese d’origine si intende quello in cui è avvenuta “l’ultima trasformazione o lavorazione sostanziale, economicamente giustificata”. (Marco Galdi/Ansa)

Ultima ora

19:58Nuoto: Europei, Sabbioni argento nei 100 dorso

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Argento di Simone Sabbioni nei 100 metri dorso agli Europei di nuoto in vasca corta di Copenhagen. L'azzurro con il tempo di 49"68 ha stabilito il record italiano in vasca corta, migliorando il proprio 49"96, ottenuto agli assoluti di Riccione. L'oro è andato al russo Kliment Kolesnikov (48"99), il bronzo al rumeno Robert-Andrei Glinta (49"99).

19:47Banche: Zoggia, chiediamo audizione Boschi in Commissione

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Il calendario delle audizioni alla Commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche è chiuso, come deciso alcuni giorni fa. Tuttavia, se il presidente Casini decidesse di riaprirlo, pare evidente e urgente la necessità di ascoltare la Sottosegretaria Boschi. Se il presidente valuterà l'opzione, noi formalizzeremo subito la richiesta di audire Boschi". Lo dichiara il deputato Davide Zoggia (Mdp-LeU), membro della commissione parlamentare d'inchiesta sulle banche.

19:46Mafia:sciolto comune Lamezia, ‘illecita acquisizione voti’

(ANSA) - CATANZARO, 15 DIC - "Fonti tecniche di prova hanno attestato come la campagna elettorale per il rinnovo degli organi elettivi sia stata caratterizzata da un'illecita acquisizione dei voti che ha riguardato, direttamente o indirettamente, esponenti della maggioranza e della minoranza consiliare". E' uno dei passaggi della relazione al Presidente della Repubblica fatta dal ministro dell'Interno Marco Minniti che ha portato allo scioglimento del Consiglio comunale di Lamezia Terme, terza città calabrese con i suoi 70 mila abitanti, decretato il 22 novembre scorso. Minniti afferma che la relazione del Prefetto alla luce dell'accesso antimafia effettua un "raffronto tra le risultanze dell'accesso attuale e quelle che diedero luogo agli scioglimenti nel 1991 e nel 2002 rinvenendo, in assoluta continuità, la persistenza delle medesime dinamiche collusive e dell'operatività degli stessi personaggi di spicco delle organizzazioni criminali dominanti". L'accesso era stato disposto dal Prefetto di Catanzaro nel giugno 2017.

19:41Milan: Uefa respinge Voluntary Agreement

(ANSA) - MILANO, 15 DIC - La Uefa ha respinto la richiesta di Voluntary Agreement del Milan. Lo annuncia la stessa Uefa con un comunicato pubblicato sul proprio sito. ''Il consiglio - si legge - ha deciso di non approvare la richiesta del club perché ci sono ancora delle incertezze in relazione al rifinanziamento del debito in scadenza nell'ottobre del 2018 e alle garanzie finanziarie del principale azionista''.

19:39Nuoto: 200 farfalla donne, argento a Ilaria Bianchi

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Ilaria Bianchi ha vinto l'argento nella finale dei 200 metri farfalla agli Europei di nuoto in vasca corta di Copenhagen, con il tempo di 2'04"22, record italiano. L'oro è andato alla tedesca Franziska Hentke (2'03"92), il bronzo alla francese Lara Grangeon (2'04"31).

19:35Nuoto: Europei, bronzo Panziera nei 200 dorso donne

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - Margherita Panziera ha vinto il bronzo nella finale dei 200 metri dorso, agli Europei di nuoto in vasca corta di Copenhagen. La 22enne di Montebelluna - allenata a Roma da Gianluca Belfiore - con il tempo di 2'02"43 è stata preceduta dal'ungherese Katinka Hosszu (2'01"59) e dall'ucraina Daryna Zevina (2'02"27). Panziera ha migliorato il primato italiano che lei stessa aveva stabilito a Riccione due settimane fa in 2'03"15.

19:33Corea Nord: Guterres offre buoni uffici soluzione pacifica

(ANSA) - NEW YORK, 15 DIC - Il Segretario Generale dell'Onu Antonio Guterres ha offerto i suoi "buoni uffici" per evitare che l'"allarmante" programma nucleare della Corea del Nord finisca accidentalmente per provocare un conflitto dalle conseguenze devastanti. Parlando in Consiglio di Sicurezza, Guterres ha detto che l'Onu mette a disposizione i suoi assett strategici in tre aree chiave: imparzialità, valori e principi per soluzioni diplomatiche pacifiche e canali di comunicazione con tutte le parti: "Le Nazioni Unite sono un luogo dove tutte le sei parti sono rappresentate e possono interagire per ridurre le differenze e promuovere misure di costruzione di fiducia reciproca".

Archivio Ultima ora