Alfano gela Fi: “Vedo molto difficile la riunificazione

Pubblicato il 27 maggio 2014 da redazione

ROMA – “Vedo molto difficile una riunificazione ora”. Angelino Alfano gela Forza Italia e chi sognava di vederlo figliol prodigo, di rientro a capo chino nella casa del padre Berlusconi, dopo il mancato exploit di Ncd alle europee ed il forte ‘rischio insignificanza’ in un governo di centrosinistra con Matteo Renzi ad oltre il 40%.

Alla vigilia Ncd dava per certo un 5-6% (l’8 era il sogno inconfessato), ma Alfano continua a considerare “una vittoria” il suo 4,4%. E resta fiero della sua scelta: fare del Nuovo centrodestra il principale partito alleato e sostenitore di un governo di centrosinistra. Un ossimoro con il quale prima o poi bisognerà fare i conti, giacchè Alfano continua a dire di voler ricostruire un centrodestra unito e vincente sulla sinistra (“Ma per fare il centrodestra bisogna stare a centrodestra…”, gli ricorda perfido l’azzurro Giovanni Toti).

Il doppio salto mortale di Alfano diventa carpiato, giacchè proprio Renzi potrebbe ‘rubare’ la ragione sociale all’Ncd, continuando a drenare il voto moderato, come già ha fatto nel voto di domenica.

– L’apertura di credito senza precedenti degli italiani al Pd – è lo stesso Alfano a spiegarlo – viene anche dal capolavoro di Berlusconi, che ha regalato il voto dei moderati di destra a Renzi, che lo hanno scelto come barriera anti-Grillo.

Sono quelli i voti ai quali aspirava Ncd per lievitare dopo il crollo di Fi, quelli i voti che adesso Alfano dovrà difendere dal ‘pericolo Renzi’, con un’azione di governo visibile e comunicata con più chiarezza. Altrimenti perchè i moderati dovrebbero scegliere il piccolo Ncd invece di votare direttamente la ‘ditta principale’ Renzi?

La sfida è notevole. Maurizio Lupi, infatti, ancora non ha deciso se optare per Bruxelles o restare nell’Esecutivo, per fare in modo (insieme agli altri ministri Ncd) di evitare che a Renzi venga ora la tentazione di fare da solo. La maggioranza di governo al Senato poggia sul Nuovo Centrodestra, perciò Alfano ribadisce “Da Renzi pretendiamo riguardo e rispetto”. Così mentre la Scelta Civica del ‘Supermario’ Monti viene risucchiata da Renzi e crolla dall’8,3 allo 0,7 (resa dei conti stasera in una riunione di autocoscienza collettiva a porte chiuse, con la reggente Stefania Giannini ed i capigruppo Romano e Susta sotto processo) Alfano pensa alla ricomposizione dei moderati, senza andare in cerca dei pur necessari voti di Forza Italia con il cappello in mano.

– Dalle interviste – attacca anzi – vedo dentro Fi una forte tendenza ad autoassolversi ed un tentativo di mascherare tutto: alle ultime europee aveva il 35% ed ora è al 16, alle politiche il 21,5 ed ora é al 16.

Un crollo, che per Maurizio Lupi renderebbe necessario “capire la lezione, cambiare toni, metodo, contenuti’. Ed imboccare senza incertezze la via delle primarie, “unico modo per stabilire chi davvero potrà fare una proposta convincente per riaggregare il centrodestra”. Altrimenti, chiude la porta Alfano “per una riunificazione ora non ci sono le condizioni”.

Ultima ora

18:32Calcio: Barzagli, rinnoverò presto con la Juve

(ANSA) - TORINO, 15 DIC - "Il rinnovo? Stiamo discutendo con la società, non ho firmato ma non c'è ansia: vedremo nelle prossime settimane o mesi". Andrea Barzagli conferma a Sky l'intenzione di proseguire con la Juventus, ma chiude la porta al ritorno in Nazionale. "Ho fatto il mio tempo, è giusto - dice il difensore bianconero - Peccato aver lasciare nel modo peggiore. Penso sia giusto ripartire con una Nazionale più giovane, abbiamo tempo per farla crescere. Speriamo sia rivoluzione, ma sensata. Nella rinascita della Juventus "ci ha messo molto del suo Allegri prosegue Barzagli - La cosa più importante è aver ricominciato a far fatica quello che alla fine ti fa vincere le partite e i campionati. Dybala è molto bravo a capire gli altri, quindi ha preso positivamente le parole di Nedved e Buffon: speriamo - conclude il difensore della Juventus - scatti qualcosa e lo faccia tornare quello di sempre".

18:22Mondiali: Rajoy, Spagna andrà in Russia e vincerà

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - La Spagna giocherà la Coppa del Mondo in Russia. "Non vedo altri scenari - ha detto il premier spagnolo, Mariano Rajoy, commentando le voci che potrebbero vedere escluse le Furie Rosse per ingerenze del Governo iberico sulle elezioni del presidente federale - sono assolutamente convinto che la Spagna andrà ai Mondiali in Russia e, inoltre, che vincerà", ha spiegato il premier aggiungendo di aver saputo che "il ministro dello Sport, Inigo Mendez de Vigo, non ha ricevuto alcun avviso dalla Fifa, solo una lettera di alcuni dirigenti della Federcalcio mondiale che chiedono di essere ascoltati", ha aggiunto Rajoy.

18:21Corea Nord: Tillerson, ‘inazione inaccettabile’

(ANSA) - NEW YORK, 15 DIC - La Corea del Nord continua a rappresentare la piu' grande minaccia alla sicurezza nazionale degli Stati Uniti e del mondo. Lo ha detto il segretario di Stato americano Rex Tillerson: "L'inazione e' inaccettabile", ha detto Tillerson in Consiglio di Sicurezza dell'Onu.

18:13Natale: paese-palcoscenico per Natività a Casole d’Elsa

(ANSA) - CASOLE D'ELSA (SIENA), 15 DIC - Un piccolo comune trasformato in un palcoscenico per una rappresentazione della Natività open air che coinvolgerà il paese: 350 le persone impegnate tra attori e comparse - altre 60 saranno invece 'dietro' le quinte' - e 100 gli animali impiegati tra cui cammelli, asini, pecore, galline. E' 'Praesepium', natività in forma di spettacolo, che andrà in scena, dalle 15 alle 19, del 26 e 30 dicembre e dell'1, 6 e 7 gennaio a Casole d'Elsa, nel Senese, che già dal 1998 ospitava, con cadenza biennale, un presepe vivente: 12mila i visitatori nel 2015. Promosso dall'Associazione 'CasoleEventi', la rappresentazione teatrale all'aria aperta si svolgerà per le vie del centro storico di Casole: su una superficie di 30.000 metri quadrati si svolgeranno in contemporanea 30 scene, da quelle classiche della Natività a quelle di un villaggio dell'epoca. Ci sarà cibo cucinato sul momento, compreso il pane e frutta fresca ad arricchire i banchetti. Sarà anche realizzata una 'via dei profumi'", con incensi, candele ed erbe aromatiche. Il pubblico attraverserà la rappresentazione senza dover interagire.(ANSA).

18:12Maltempo: forte mareggiata a Capri, collegamenti sospesi

(ANSA) - CAPRI (NAPOLI), 15 DIC - Sono di nuovo sospesi da oggi pomeriggio i collegamenti marittimi con l'isola di Capri colpita da una forte mareggiata. Il maltempo ha portato all'interruzione totale dei collegamenti di linea con la terraferma. Questa mattina le prime interruzioni, poi nel pomeriggio il peggioramento delle condizioni meteomarine ha portato alla soppressione totale delle corse di traghetti e aliscafi.

18:08Calcio: Spalletti, Pordenone non è stato sottovalutato

(ANSA) - APPIANO GENTILE (COMO), 15 DIC - "Facendo giocare tutto un reparto nuovo non li ho agevolati. La differenza l'ha fatta la mia scelta. Non è vero che i calciatori non si sono impegnati o che abbiano preso sottogamba la partita contro il Pordenone": lo dice l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti sulla partita di Coppa Italia di martedì scorso contro il Pordenone, alla vigilia di quella di campionato con l'Udinese. "Se metto Karamoh - che era dispiaciutissimo per le occasioni che non ha concretizzato - per 30 minuti in una squadra che per 8/11 è sempre la stessa, vi farà vedere le sue qualità, così come Cancelo". Spalletti spiega anche motiva la squadra nerazzurra prima delle partite: "Io riporto spesso un esempio prima delle partite: vengo dalla campagna vera, dalla natura, so quale è il comportamento di un predatore con la sua preda: non valuta mai la stazza della sua vittima, ci mette sempre la stessa forza".

17:42Etruria:Di Battista,Boschi da due anni prende per culo gente

(ANSA) - ROMA, 15 DIC - "Banalizzare le proprie immense responsabilità politiche chiudendosi nel guscio del sessismo lo considero volgare e stucchevole. Oltretutto, questo atteggiamento rafforza le discriminazioni già presenti nel nostro Paese. Se un domani rinunciassi ad attaccare politicamente un Ministro solo perché donna mi macchierei io stesso di un atto discriminatorio. Noi attacchiamo con forza la Boschi non in quanto donna (difesa ridicola) ma in quanto Maria Elena Boschi, un politico che da due anni prende per il culo gli italiani, tutti gli italiani: uomini e donne!". Lo scrive su facebook Alessandro di Battista, deputato M5s

Archivio Ultima ora