Tennis. La spagnola Muguruza mette ko Serena Williams

ROMA – Terremoto al Roland Garros, che, dopo la numero 2 Li Na, ha perso la sua principale protagonista: Serena Williams, campionessa in carica e numero 1 del tennis mondiale, è stata eliminata al secondo turno da una ragazzina spagnola (nata in Venezuela), la 20enne Garbine Muguruza, numero 35, in una giornata che ha visto cadere anche Flavia Pennetta, mentre non vi sono state sorprese nel torneo maschile, con le facili vittorie di Novak Djokovic e Roger Federer.

“E’ andato tutto storto, era una giornata no. Succede, non è la fine del mondo”, ha commentato filosoficamente la fresca vincitrice degli Internazionali Bnl d’Italia – pur aggiungendo che “detesta non andar bene in uno Slam” – dopo la cocente sconfitta (è la terza volta in carriera che esce così presto in uno Slam).

Il doppio 6-2 con cui è stata battuta non lascia dubbi sull’andamento del match: lenta, imprecisa, deconcentrata, la 32enne Serena è stata surclassata dalla Muguruza (che peraltro era stata superata da Francesca Schiavone nel secondo turno al Foro Italico). Ed è stata una giornata no per entrambe le Williams, che avrebbero potuto incontrarsi nel turno successivo: in una sorta di ricambio generazionale, anche la sorella maggiore, la 33enne Venus, è stata eliminata, per 2-6 6-3 6-4), dalla 19enne slovacca Anna Schmiedlova. Ha prevalso la gioventù, e non il rango, anche nel match che ha decretato l’uscita di scena, sempre al secondo turno, della Pennetta: la 32enne brindisina, numero 13 del ranking, è stata battuta, per 5-7 6-4 6-2, dalla 25enne svedese Johanna Larsson, n. 99.

Nel primo turno Flavia – il cui miglior risultato nel torneo Slam parigino rimangono così gli ottavi di finale raggiunti nel 2008 e nel 2010 – aveva superato l’austriaca Patricia Mayr-Achleitner, n. 73.

Tra le altre donne, hanno raggiunto il terzo turno Eugénie Bouchard, n. 16, battendo per 2-6 6-2 6-1 la tedesca Julia Goerges (anche la 20enne canadese era stata sconfitta a Roma dalla Schiavone, al primo turno); e la tedesca Angelique Kerber, n. 9 (6-2 7-5 all’americana Varvara Lepchenko).

Nel torneo maschile, senza problemi l’avanzata dei big: numero 2 del mondo e fresco trionfatore al Foro Italico, Djokovic, 27 anni compiuti il 22 maggio scorso, ha superato per 6-1 6-4 6-2 il francese Jeremy Chardy, n. 42, che a Roma aveva fatto sensazione eliminando Roger Federer al match di esordio. Dal canto suo, il 32enne fuoriclasse svizzero, n. 4 del ranking, ha superato per 6-3 6-4 6-4 l’argentino Diego Sebastian Schwartzman, n. 109. Prossimi avversari di Nole, che punta all’unico Slam mancante nel suo Palmares, e Roger saranno rispettivamente il croato Marin Cilic, n. 26 (6-3 3-6 6-3 6-0 al tedesco Tobias Kamke) e il russo Dmitry Tursunov (6-4 7-5 6-1 all’americano Sam Querrey). Più faticato il superamento del turno per il ceco Tomas Berdych, n. 6, che si è imposto per 6-7 (4) 6-4 7-5 6-3 sul kazakho Aleksandr Nedovyesov, n. 101).

Oggi scenderanno in campo, per il secondo turno, i cinque azzurri rimasti in lizza: Fabio Fognini (contro il brasiliano Thomaz Bellucci), Andreas Seppi (opposto all’argentino Juan Monaco), Simone Bolelli (contro lo spagnolo David Ferrer). Sara Errani affronterà la tedesca Dinah Pfizenmaier, Camila Giorgi la russa Svetlana Kuznetsova.

Condividi: