Jacobson: “Le sanzioni strumento utile”. Opposizione in fibrillazione

Pubblicato il 04 giugno 2014 da redazione

CARACAS – Le sanzioni sono uno strumento utile, ma non ora. Cosí, Roberta Jacobson, Sottosegretario di Stato per l’America Latina, pone fine alla polemica ed apre al Venezuela. Nel corso di una Conferenza Stampa, durante una pausa dell’Assemblea della Osa, la rappresentante della diplomazia americana ha sottolineato la necessitá che Governo e Opposizione riprendano il ‘Dialogo’.

– Le sanzioni – ha detto la diplomatica –  sono uno strumento utile, ma non per il momento. Governo e Opposizione devono favorire il dialogo per trovare un cammino comune verso la pace.

Intanto lo scacchiere della politica venezuelana si fa sempre piú complesso. Governo e Opposizione continuano nel loro “muro contro muro”.

Il presidente dell’Assemblea Nazionale, Diosdado Cabello, é tornato a parlare di cospirazione e di complotto per uccidere il capo dello Stato. Il parlamentare, che é anche vice-presidente del Psuv, ha accusato l’Opposizione di banalizzare le denunce fatte da Jorge Rodríguez.

– Cosa ha fatto la destra? – si é chiesto Cabello riferendosi alla reazione degli esponenti della Mud l’indomani della denuncia di cospirazione -. Non ha preso sul serio quanto da noi denunciato. E non lo ha fatto perché é complice.

E rincarando la dose ha sottolineato:

– Se dovesse accadere qualcosa al presidente Maduro, loro sicuramente festeggerebbero. Ma io – ha detto con tono minaccioso – assicuro che quell’allegria durerebbe appena quanto un respiro.

L’Opposizione, dal canto suo, segue con interesse e preoccupazione l’udienza preliminare nel corso della quale si decide il futuro di Leopoldo López (udienza in pieno svolgimento al momento di chiudere questa edizione).

Leopoldo López, leader della frangia piú radicale dell’opposizione, é in carcere dallo scorso 18 febbraio, accusato di istigare alla violenza di piazza e di essere il responsabile degli scontri violenti avvenuti a margine di una manifestazione studentesca lo scorso 12 aprile a Caracas, nei quali sono morte 3 persone, almeno due delle quali – come è stato stabilito in base a prove raccolte dai media – sono state uccise da colpi di arma da fuoco sparati da agenti di organi di sicurezza dello Stato.

L’accusa ha chiesto che il dirigente antichavista sia accusato di incendio, istigazione alla violenza e associazione per delinquere, e che rimanga nel carcere militare di Ramo Verde – dove è rinchiuso dallo scorso 18 febbraio- fino al processo. La difesa, invece, ha chiesto la liberazione immediata, sostenendo che Lopez è stato arrestato solo in base a dichiarazioni pubbliche di tipo politico, coperte dalla libertà di espressione garantita dalla Costituzione.

– Chiedere un cambiamento politico, desiderare un paese migliore, non sono delitti – ha affermato la moglie di López, l’italo-venezuelana Lilian Tintori, che ha definito “esagerate” le misure di sicurezza intorno al tribunale dove l’udienza sta andando avanti da giorni.

Se da un lato si attende una decisione del Tribunale, dall’altro si apre il capitolo “Machado-Arias”. Il Procuratore, Luisa Ortega Díaz, infatti, avrebbe convocato la deputata Maria Corina Machado e l’ex Sindaco di Caracas, Diego Arias. Questi dovrebbero rispondere alle accuse formulate da Jorge Rodríguez, presidente del Psuv. Machado e Arias, stando al Psuv, sarebbero alcuni dei presunti responsabili dell’ennesima cospirazione; di un complotto  per assassinare il presidente Maduro nel quale sarebbero implicati importanti imprenditori e rappresentati della diplomazia nordamericana. Inoltre,  li si accusa di essere i responsabili delle proteste e delle barricate che per tre mesi hanno sconvolto la vita dei venezuelani; proteste e barricate che potrebbero riavvivarsi se il tribunale dovesse decidere di mantenere in prigione Leopoldo López (in attesa del processo) o se Corina Machado e Arias dovessero essere arrestati e imprigionati.

 

Ultima ora

07:57Terremoti, sequenza sismica nel Canale di Sicilia

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Sequenza sismica nel Canale di Sicilia: nella notte si sono registrate almeno 5 scosse di terremoto di magnitudo superiore a 2, le più forti di 3.9 e 3.7 alle 2:13 e alle 2:59. Epicentri circa 60 km a sud della ragusana Modica. Già ieri altre due scosse di magnitudo 3.5 e 3.6 erano state registrate nella zona tra le 12 e le 13. Non si segnalano danni a persone o cose.

01:19Calcio: Gattuso “Donnarumma passa per mostro, ma non lo è”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - Gennaro Gattuso prende le difese di Gianluigi Donnarumma, "pur rispettando i tifosi" che hanno contestato il portiere durante Milan-Verona. "Si sta facendo passare un ragazzo così giovane - spiega l'allenatore dei rossoneri - come un mostro. Non se lo merita, ha valori incredibili. Dobbiamo tutelare un ragazzo in grandissima difficoltà. Non ha saltato mai un allenamento o una partita, dopo il pareggio con il Benevento ha pianto. Io vedo un ragazzo che si allena con grande professionalità e voglia: è il portiere più forte del mondo e un grandissimo uomo". Gattuso commenta le voci di mercato sul portiere: "Se la società dice che non vuole vendere, cosa devo dire di più? Gigio non mi ha mai detto che vuole andar via. E non ho detto che Mino sta convincendo il ragazzo. Vediamo come andrà a finire".

01:08Mirabelli: “Donnarumma? Sappiamo da dove viene male”

(ANSA) - MILANO, 13 DIC - "Non tutte le colpe sono di Gigio Donnarumma. Purtroppo sappiamo da dove viene il male, speriamo nei prossimi mesi di risolvere il problema". Nelle parole del ds del Milan, Massimiliano Mirabelli, c'è un chiaro riferimento all'agente Mino Raiola: "Gigio dovrà venire a supplicarci di mandarlo via. Semmai dovesse succedere, qualsiasi squadra arrivi detteremo noi le condizioni. Non ci facciamo prendere per il collo da nessuno. Io credo che un giorno si accorgerà dove sta il bene e dove sta il male".

01:07Calcio: Letta, fossi in curva fischierei Donnarumma

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - "Mi spiace dirlo, ma fossi in Curva a #SanSiro, stasera #Donnarumma lo fischierei". E' il tweet con cui Enrico Letta, tifoso del Milan ed ex presidente del Consiglio, interviene sulla vicenda Donnarumma. Il portiere dei rossoneri, dopo che nei giorni scorsi il suo procuratore Mino Raiola ha chiesto di annullare il contratto appena rinnovato con il club, è stato fischiato e insultato dai tifosi stasera a San Siro, prima della partita di Coppa Italia vinta sul Verona.

00:27Calcio: Premier, Manchester City vittoria con il record

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Tutto invariato al vertice della Premier League, dopo le partite del turno infrasettimanale, valide per la 17/a giornata. Vincono i due Manchester, che restano separati di 11 punti in classifica: il City leader s'impone sul campo dei gallesi dello Swansea per 4-0 (15/a vittoria di fila e record), con doppietta di David Silva, reti di De Bruyne e Aguero, in campo da titolare. E' la 15/a vittoria di fila per la squadra di Guardiola, un record per il campionato. Il City non ha faatto bottino pieno l'ultima volta il 21 agosto. Lo United si è imposto per 1-0 in casa contro il Bournemouth, grazie a un gol di Romelu Lulaku, servito da Juan Mata. al 25'. Successo anche per Antonio Conte e il Chelsea sul campo dell'Huddersfield per 3-1. Di Bakayoko, Willian e Pedrito le reti. Senza gol, infine, uno dei tanti derby di Londra, quello fra West Ham United e Arsenal.

00:16Calcio: Germania, Bayern di misura e ora a +9 sullo Schalke

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Basta un gol del polacco Robert Lewandowski, al quarto d'ora della ripresa, per regalare la vittoria al Bayern Monaco, nella 16/a giornata della Bundesliga. Opposti al Colonia, i bavaresi si sono imposti per 1-0 e adesso hanno un vantaggio di 9 punti sullo Schalke 04, che ha dovuto faticare contro l'Augusta, piegata per 3-2. Di Di Santo al 44' l'1-0, Burgstaller firma il raddoppio al 47', poi arriva la riscossa ospite: al 19' della ripresa Caiuby accorcia le distanze, Gregoritsch pareggia. A 7' dal 90' Caligiuri fa esplodere l'AufSchalke Arena, regalando 3 punti ai 'suoi'. Adesso in classifica Bayern 38 punti, Schalke 29, il Lipsia è a quota 28, dopo essere stato fermato sul pareggio in trasferta dal Wolfsburg (di Verhaegh il vantaggio dei padroni di casa, di Halstenberg il pari ospite). (ANSA).

00:05Calcio: ottavi Coppa Italia, Milan batte Verona 3-0

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - Il Milan batte il Verona 3-0 e si qualifica per i quarti di finale della Coppa Italia, dove troverà i 'cugini' dell'Inter, che ieri sera hanno superato ai rigori il Pordenone. I gol che hanno deciso il match sono stati realizzati al 22' da Suso, al 30' da Romagnoli e, nella ripresa, al 10' da Cutrone. Fischi e contestazione a Donnarumma prima dell'inizio del confronto.

Archivio Ultima ora