Padoan vede Schaeuble,crescita e lavoro priorità per Ue

BERLINO. – L’Italia tornerà a crescere grazie alle riforme e utilizzerà questo tempo in cui i mercati le accordano fiducia, essendo cosciente dei vantaggi che riceve dalla politica accomodante della Bce. Le priorità per tutti dovranno essere però crescita e occupazione, a questo punto, posta la volontà di procedere sulla strada del consolidamento. Latore del messaggio romano, oggi a Berlino, il ministro del Bilancio Pier Carlo Padoan, che ha incontrato il collega delegato alle Finanze Wolfgang Schaeuble, l&rsquouomo che incarna la linea dell’austerity degli esecutivi di Angela Merkel. Pur venendo incontro a metà strada al suo interlocutore, sostenendo che i tassi bassi ”non sono la soluzione a lungo termine”, ma anche che ”il dibattito in Germania a riguardo è esagerato”, Schaeuble ha ribadito l&rsquoimportanza delle riforme: sono &lsquo&rsquodecisive&rsquo&rsquo per il Sud-Europa. La politica monetaria non può sostituirle. E se il ministro italiano ha richiamato Berlino sugli investimenti ”serve una strategia di stimolo, e di questo hanno bisogno l’Italia, l’Europa e la Germania”, Schaeuble ha ribattuto che ”anche alla Germania servono gli investimenti, il punto è che non devono essere però solo investimenti pubblici”. La forte affermazione alle europee di Matteo Renzi e le picconate degli euroscettici in mezzo continente hanno certamente contribuito al dialogo ”fruttuoso” e al clima molto &lsquo&rsquopositivo&rsquo&rsquo di questa bilaterale avvenuta proprio nelle ore degli annunci della Banca centrale europea. La delegazione italiana alla fine è soddisfatta: è finito il tempo in cui Roma veniva a chiedere la linea a Berlino, e il ministro ha posto l&rsquoaccento sulle priorità dell&rsquoagenda del semestre italiano, per discutere insieme sui temi da mettere sul tavolo. Un confronto che dovrà andare avanti nei prossimi mesi e sul quale finora c’è stata ”piena identità di vedute”. I due ministri hanno incontrato la stampa pochi minuti prima che fosse lanciato il nuovo pacchetto dell&rsquoEurotower deciso da Mario Draghi, ma hanno commentato comunque il taglio dei tassi annunciato da giorni: ”Per un Paese come l’Italia che ha un elevato debito pubblico, il quale sta però in via di stabilizzazione e poi di discesa, i tassi bassi sono importanti”, ha spiegato Padoan. ”Il governo è molto cosciente del fatto che in questo momento ci sia una situazione favorevole dei mercati – ha continuato – ma che questa situazione non può essere data per acquisita indefinitamente. Si tratta di usare questa finestra di opportunità al meglio. Il compito del governo italiano e’ certamente fare in modo che questa fiducia sia rafforzata”. ”Crescita e lavoro sono obiettivi prioritari”, ha insistito Padoan sottolineando che se è vero che ”non ci sono scorciatoie, bisogna però che ciascun paese sfrutti tutti gli strumenti a disposizione” e in modo integrato. Creare lavoro in Europa, secondo il ministro italiano, ”non è solo desiderabile, è anche possibile – ha segnalato a Berlino – perché gli strumenti ci sono”. (Rosanna Pugliese/ANSA)