Xª edizione della fiera “Frío-Tecnología 2014: l’aria nella terra”

CARACAS – I primi giorni di giugno del 2014 hanno dato il benvenuto alla X edizione della fiera “Frío-Tecnología 2014: El aire en la tierra” (L’aria nella terra), svoltasi dal 5 fino al 7 giugno; uno spazio dedicato all’aria condizionata, la ventilazione e la refrigerazione. Insomma,  la catena del freddo. La manifestazione é stata ospitata dal Poliedro di Caracas e organizzata da Confex (Congresos, Ferias y Exposiciones) y VENACOR (Cámara Venezolana de Ventilación, Aire Acondicionado y Ventilación).

Sono trascorsi giá 20 anni dalla prima edizione della “Fiera”, manifestazione che viene proposta ogni due anni con lo scopo di promuovere i rapporti fra  imprenditori nell’ambito della refrigerazione e creare nuove opportunità per lo scambio commerciale e lo sviluppo del mercato.

Quest’anno hanno partecipato alla fiera “Frío-Tecnología 2014: El aire en la tierra”  più di 50 aziende e la presenza di pubblico, fin dal primo giorno, é stata molto importante.

– Quest’anno ci aspettavamo una importante adesione di partecipanti e di pubblico. Sono poche le ferie specializzate che, in questo momento, si organizzano nel Paese. Ma, quando sono state aperte le iscrizioni, ci sono pervenute tante  richieste di partecipazione – ha commentato il presidente di Confex, Guido Tassini.

In ogni casa c’è un frigorifero, i computer nelle piccole e grandi aziende non possono funzionare se non in presenza di un ambiente fresco. Insomma, tutti hanno bisogno del freddo e questa è la ragione per cui questo settore coinvolge tanti altri. Ecco l’importanza dell’uso della refrigerazione, soprattutto in Paesi con un clima tropicale come il Venezuela.

Quella organizzata nel Poliedro di Caracas è stata una fiera per un pubblico specializzato, costituito da ingegneri, tecnici ed imprenditori. L’obiettivo principale, come sempre, è stato quello di far incontrare il produttore e il consumatore.

– L’effetto di una fiera come questa è lo stesso di un supermercato oppure di un centro commerciale: offrire una varietà di prodotti, diverse alternative – ha aggiunto Tassini.

Durante la fiera si sono svolte conferenze informative e formative. Ad esempio: “I principi dei sistemi di refrigerazione tramite l’acqua fredda, l’aria condizionata per i centri sanitari” e “La Legge dei Costi e Prezzi Giusti.”

-Avete avuto qualche difficoltà particolare nell’organizzazione dell’evento?

-Sì, alcune – commenta -. Normalmente questa é una fiera che cresce di volta in volta. Quest’anno, invece, alcuni spazi si sono ridotti per la carenza di materie prime e di valuta. Non é stato facile portare avanti eventi come questo, ma anche quest’anno ce l’abbiamo fatta.

In questa edizione della feria, le imprese private hanno dominato la scena, ma c’è da dire che si é vista nei corridoi del Poliedro e tra gli ‘stand’ anche una commissione governativa rappresentata dal Ministerio del Poder Popular para la Energía Eléctrica. Lo scopo è stato promuovere, attraverso conferenze, il risparmio energetico  e il consumo responsabile.

I risultati delle fiere Frío-Tecnología, stando a Tassini, sono stati assai positivi: ha mostrato gli aspetti nuovi della società, messo in vetrina le offerte tecnologiche  delle nuove imprese, e permesso ai partecipanti di condividere esperienze. (Angélica M. Velazco J./Voce)

 

Condividi: